I NO della Giunta Raggi potrebbero costare ai romani più di 1 miliardo di euro. I Grillini affondano il coltello su una piaga aperta, dalle radici lontane!

martedì 22 agosto 2017


I NO della Giunta Raggi rischiano di dare la mazzata finale alla città. Richieste di risarcimento per oltre un miliardo di euro. Pronto il conto: 328 milioni di euro richiesti da Alfiere (Cassa Depositi e Prestiti con Telecom) come risarcimento danni contro il Campidoglio per la vicenda delle Torri dell’Eur. Seguono a ruota gli investitori della Città dei Giovani ai Mercati generali di via Ostiense, Toti e la francese De Balkany, pronti a presentare una richiesta di risarcimento danni contro il Comune per la decisione di bloccare i lavori già assegnati, finanziati e decisi. Una richiesta che potrebbe sfiorare i 500 milioni di euro. Ed ancora: 300 milioni di euro li pretende Investimenti SpA, cioè Camera di Commercio, Regione Lazio e lo stesso Comune di Roma (socio al 21%), per la ex Fiera di Roma. Per Roma ed i romani potrebbe essere il colpo di grazia. Ma è una storia vecchia, che deve finire. I Piani Regolatori a Roma, scusate l'espressione, sono carta da culo! L'esempio più eclatante, pre-grillino,  fu l'eliminazione della D da parte dell'ex Sindaco Alemanno. Ci dovrebbero essere dei settori chiave, quali trasporti, sviluppo e pianificazione strategica che dovrebbero essere controllati da un'Autorità garante, come lo è ad esempio la Greater London Authority che, nella Capitale inglese, vigila sul sindaco e ne vota le  decisioni. Non è possibile, come nel caso più significativo dei tre sopracitati, ovvero la Città dei Giovani, che si blocchino lavori, già assegnati, finanziati e decisi, per i quali Aziende hanno investito, solo ed esclusivamente per i capricci di una parte politica, che vede speculazioni ovunque! È chiaro che vieni portato in tribunale. E questi di milioni ne vogliono 500. Altra beffa è il caso Fiera: la Investimenti SpA, come scritto, è per il 21% di proprietà del Comune che, in pratica, porta in giudizio se stesso! Ma voi, sinceramente, avendo una Multinazionale, investireste in questo caos immane? Lo fareste? 

2 commenti:

Unknown ha detto...

Ricevi il tuo prestito in 72 ore.
Buongiorno,

Offro prestiti che vanno da 1.000 euro a 5.000.000 euro a chiunque abbia bisogno di finanziamenti, in grado di rimborsare i pagamenti mensili a un tasso di interesse annuo fisso del 3%, per un periodo massimo di rimborso di 30 anni . Sei bloccato, bannato bancario e non hai il favore delle banche o meglio hai un progetto e hai bisogno di finanziamenti, un cattivo credito o hai bisogno di soldi per pagare le bollette, fondi per investire in società. Posso aiutarti nelle seguenti aree:

- prestito personale
- prestito auto
- ipoteca
- investimento
- finanziamento
- consolidamento del debito
- riacquisto di credito
- linea di credito

Sono in grado di soddisfare i miei clienti entro 72 ore dalla ricezione della richiesta. Se hai bisogno di soldi, contattami direttamente sulla mia e-mail per conoscere le condizioni necessarie per ottenere il prestito.

e-mail: tabmarchesi@gmail.com

Unknown ha detto...

Concediamo prestiti che a partire da 2.000euro ad un tasso del 3% annuo. Hai bisogno di soldi per pagare le bollette, bisogno di fondi da investire per affari. È vietato bancario e non si ha il vantaggio di banche o è meglio avere un progetto e hanno bisogno di finanziamenti. Offriamo i nostri servizi alle persone oneste che hanno bisogno di sostegno finanziario per creare sia le attività lucrative o per garantire un domani migliore o un'altra parte del settore privato o secondario. Contattateci per maggiori informazioni: E-mail: bonicandida@gmail.com
o Whatsapp: +33 6 44 66 39 63

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO