ROME UNDERWEAR CITY: ECCO LA SUA NUOVA DIMENSIONE SOTTO L'EGIDA GRILLISTA.COMMENTI,FOTO E VIDEO DA REFLUSSO BILIARE!

mercoledì 31 maggio 2017
Finalmente! Come hanno scritto, più o meno, tutti i blog storici che hanno fatto anche della lotta all'ambulantato uno dei punti cruciali delle loro battaglie, per lo meno, da oggi,  i Pentastellati romani non potranno più dire che è colpa delle precedenti amministrazioni: se Roma è e sarà ridotta a Suq Mediorientale, la paternità è esclusivamente loro! Abbiamo assistito ad un anno orribile, che non stiamo qui a ripercorrere, ma che ha davvero segnato la città e sicuramente rallentato la sua crescita e il suo futuro. La politica dell'impreparazione al potere, dei NO ideologici ai grandi investimenti, dell'assenza di visione sistemica di Città che sta inevitabilmente allontanando i grandi gruppi invece di attrarli, si riduce ad un inevitabile impoverimento del tessuto socioeconomico cittadino concretizzandosi in una miserabile tutela, fino allo stremo, di un caravanserraglio che stritola Roma, snatura l'essenza dei propri spazi, ingurgitandoli e rigurgitandoli a proprio esclusivo piacere. Interi marciapiedi invasi di ciarpame, di magliette, mutande, pijiami, collane: un immenso schifo. Come lo sono i furgoni dei "tutelati", tutti Euro Zero, spesso privi di revisione ed assicurazione, fissi in seconda fila, a restringere ogni carreggiata e a rendere pericoloso ogni incrocio. Un'ira di Dio. Una maledizione divina. Nel video di oggi, perchè a noi alle chiacchiere preferiamo rispondere con la realtà, vedrete il suk di Piazzale Flaminio, orribile, irrispettoso del luogo e pericoloso, trovandosi esso nell'unica via di fuga di due grosse infrastrutture su Ferro, la Nord e la Stazione Flaminio della Metro A. Ma quanto avevamo da dire su questa ennesima casbah , con presenti anche gli illegali che si agganciano ai "tutelati" vendendo materiale contraffatto sotto il naso della Municipale, le cui regole d'ingaggio sul punto ci restano ancora completamente oscure. Ma a noi, che siamo dei rompicoglioni per natura, piace andare a cercare, a spulciare a vedere. Tutto, nell'era della comunicazione 2.0, resta tracciato e facilmente reperibile. Inserendo su google le voci "ambulanti"; "camionbar" e "cinquestelle", saltando le prime pagine dove si narra di questa porcata, dove si vedono le foto di Di Maio e Coia manifestare contro la direttiva Bolkestein a braccetto con i Tredicine, si arriva alla posizione di opposizione che aveva il MoVimento sul punto, poco più di un anno fa. Il periodo è quello postmariniano, quando Roma, in attesa delle elezioni, era amministrata dal Commissario Tronca. Ed è qui che alleghiamo una foto: un semplice lancio d'agenzia di adnkronos. Eccola:
La posizione del Movimento in due anni di opposizione contro i Tredicine. Addirittura minacciano barricate!
Siamo, come si legge bene,  a febbraio 2016: I Grillini, inviperiti contro la riabilitazione dei Camion Bar della famiglia Tredicine da parte del Commissario Tronca, rivendicano di aver portato avanti una battaglia di due anni attraverso interrogazioni, accesso agli atti, emendamenti e ordini del giorno, minacciando BARRICATE qualora il Commissario avesse proseguito per quella strada. Ma cosa è accaduto da allora ad oggi? Come mai un cambio così repentino e netto di posizione? A cosa è dovuto questo lavoro indefesso di Andrea Coia? Arrivati al potere,da strenui oppositori dei Tredicine, a sfilarci a braccetto in Piazza a tutela delle "famiglie e del lavoro"?  Oltre a Coia, addirittura il Vice Presidente della Camera Luigi Di Maio? Lasciamo a voi la risposta, anche se, siamo certi che un'idea ve la siate già fatta. Avanti con la coerenza, la trasparenza e l'onestà!!!! RR

1 commenti:

Sigra GIUSEPPINA ELEONORA ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO