Intervista esclusiva ai Lavoratori Ama. Tutta la verità sull'emergenza rifiuti con foto esclusive!

martedì 9 maggio 2017
INTERVISTA AI LAVORATORI AMA DEL BLOG E PAGINA FACEBOOK "L.I.L.A." (Laboratorio Idee Lavoratori AMA )


Domanda: Diteci subito la situazione reale: siamo in emergenza rifiuti?


Risposta: "Dalle foto che ci sono pervenute oggi e che vi alleghiamo, potete vedere l'altezza dei rifiuti nel bacino di scarico compattatori del TMB di Rocca Cencia. Si tocca il soffitto al punto che la pala cingolata impatta e rompe i tubi di aspirazione.
Ci saranno almeno 7000 tonnellate invece delle 1000 tonnellate consentite. Lì si crepa! Oggi in questa postazione c'erano i vigili per consentire il regolare deflusso del traffico. Saremo stati lì circa un'ora, solo per scaricare. L'altro TBM, di proprietà AMA, quello del Salario è saturo e stasera non si è scaricato!
Entrando più nello specifico: sul suolo stradale, non nei cassonetti, ci saranno almeno 4000 tonnellate da asportare. I cassonetti su strada sono ancora pieni per un 50%."

L'impianto di Rocca Cencia è pieno fino al soffitto!

L'impianto di Rocca Cencia è pieno fino al soffitto!

L'impianto di Rocca Cencia è pieno fino al soffitto!

Domanda: Quali sono i rischi che corriamo??

Risposta: "Prima di voi cittadini, i maggiori rischi igienico sanitari li corriamo noi operatori afferrando quei sacchetti in terra dove ti può spuntare una siringa o un ratto di fogna.
La puzza è talmente forte da far vomitare. Puoi resistere per 15/20 minuti, poi ti salgono i conati."

Domanda: Quali rischi ci sono agli impianti? Nelle foto si vede una pala fumare. Cosa è successo??

Risposta:"Verissimo. Nella foto notturna si vede il rischio più grande che ha corso la città che nessuno sa e di cui nessuno ha ovviamente parlato. Ad una pala meccanica ha preso fuoco una turbina. Se fosse rimasta all'interno del bacino sarebbe stata una bomba. Grazie alla prontezza di noi operatori si è evitata la catastrofe. Sotto quella montagna di rifiuti c'è tantissimo "BIOGAS" infiammabile e un incendio lì dentro sarebbe stato un inferno. Come accadde, in modo più leggero ,al Salario circa 2 anni fa."

Incidente sfiorato ed evitato grazie alla prontezza degli operatori. Nessuno ha saputo nulla del rischio corso. Cosa molto grave!


Incidente sfiorato ed evitato grazie alla prontezza degli operatori. Nessuno ha saputo nulla del rischio corso. Cosa molto grave!

Domanda: State dicendo cose molto pesanti.Quanto ci vorrà per tornare almeno ad una parvenza di normalità?



Risposta: "Se CO.LA.RI. (ovvero Cerroni, il RAS di Malagrotta n.d.r.) riprende a lavorare le sue 1000 t./g. e ci sarà uno straordinario numero di TIR (quelli diretti in Austria n.d.r) che ci svuota gli impianti in questi 5 giorni, per metà della prossima settimana possiamo farcela.
È nel nostro interesse fare il massimo, non ce la facciamo più a respirare e a camminare in mezzo rifiuti."

Domanda: Di chi sono le responsabilità?


Risposta: "C'è una pregressa eredità di incompetenze Ama dovuta alle politiche/sindacali/clientelari che gravano costantemente sul groppone di tutti noi (i mali atavici del pubblico, che vanno corretti), ma anche una evidentissima inadeguatezza della Montanari.
Lo avete fatto vedere voi con quel filmetto (si riferiscono al nostro video prodotto ieri che sbugiardava l'Assessore) come costei affronta i suoi problemi. Li scarica sugli altri e nega l'evidenza. Anche la Estella Marino faceva lo stesso, comunque.Il problema non sono gli impianti ma il sistema di raccolta e l'organizzazione."

Domanda: E il Sindaco Virginia Raggi?

"Tra le nomine azzeccate del Sindaco (o di chi per Lei n.d.r) ci fu proprio  l'ex Assessore Muraro, con cui avevamo iniziato una proficua collaborazione. Ma le stupide regole di Grillo (ora le ha riviste finalmente) ne hanno fatto cessare l'azione prematuramente.
Molti colleghi la stanno ancora rimpiangendo."


Domanda: Non siamo personalmente d'accordo, ma ovviamente rispettiamo il vostro pensiero. Le vostre idee di raccolta "LE M.I.E." (su strada) sono interessanti ce ne parlerete meglio la prossima volta? Ci sono moltissime altre domande da farvi da parte dei cittadini che ci seguono.

Risposta: "Ok. Siamo a vostra disposizione. Lo ribadiamo sempre che i nostri datori di lavoro siete voi cittadini e se vedete qualcuno di noi che si sofferma un pò troppo in un Bar è giusto richiamarlo. Una pausa è sacrosanta, approfittarsene non lo è!"
Operatori AMA del Gruppo L.I.L.A a lavoro.

Alcune considerazioni sulla breve ma interessantissima intervista. Come ci hanno confermato gli operatori, gli impianti AMA sono al collasso, talmente tanto da rischiare incidenti gravi.
Si devono prima svuotare  con i TIR diretti in Austria e poi ricaricarli con la "monnezza" che c'è in strada e nei secchionioggi. Perchè la Montanari non ha detto la verità ai cittadini? Perchè? Inoltre Roma, esce evidente dal breve scambio di battute, è ancora dannatamente legata agli impianti di Manlio Cerroni, colpiti da provvedimento antimafia e che girano a regime contingentato. Grazie, solo ed esclusivamente,  ad un escamotage istituzionale tirato fuori dal Prefetto di Roma Paola Basilone con la nomina  del Commissario Palumbo per la straordinaria gestione dei rapporti con il CO.LA.RI. la città ha evitato la totale emergenza igienico/sanitaria. Sarebbe stato il delirio.
Le promesse fatte oggi dal Sindaco Raggi, di un'uscita dalla crisi a stretto giro, sono dunque la sintesi di questa doppia azione: svuotamento dei due impianti AMA e ripresa a regime di quelli di Manlio Cerroni. Ancora maledettamente legati a lui: al RAS della Monnezza... al padrone di Malagrotta. Una maledizione dalla quale non ci si riesce a liberare. RR   

0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO