Dopo il Colosseo, degrado anche alle Terme di Caracalla e incredibile sciatteria nei Giardini di Viale Mazzini. Questa è la Roma a 5 Stelle

mercoledì 24 maggio 2017


Cari lettori del blog, in questi giorni la nostra mail ufficiale sta ricevendo decine di segnalazioni al giorno che, sommate con quelle dei profili facebook e twitter, ci creano non poche difficoltà con la gestione dell'arretrato. Accorpiamo, non ce ne vogliano i nostri segnalatori, due denunce in unico post perché ritenute interessanti e indicative del modus operandi della macchina amministrativa capitolina. La prima, di Francesco Macrì, è relativa alle condizioni di sporcizia delle zone limitrofe alle Terme di Caracalla. Il sito, a differenza dell'articolo di ieri dove abbiamo ufficialmente chiesto le dimissioni del Sindaco Raggi per le condizioni indecorose delle aree antistanti al Colosseo di competenza comunale, rientra nella giurisdizione  della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma diretta dalla Dottoressa Mariarosaria Barbera, ma le foto del degrado si riferiscono ai viali alberati a ridosso delle Terme che sono di competenza comunale. Un disastro! L'ennesimo.
Le Terme, volute dall'Imperatore Caracalla, costituiscono uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali e mantennero tale primato fino all'edificazione di quelle di Diocleziano. L'importanza turistica che rivestono è indiscutibile: nell'anno 2014, ultimo dato disponibile, tutto il circuito museale, comprendente, oltre alle Terme anche la Tomba di Cecilia Metella  e della Villa dei Quintili, è stato il ventunesimo sito italiano più visitato con oltre 260.000 visitatori ed un incasso lordo vicino al milione di euro. Purtroppo anche qui, sebbene il nostro amico in visita ci abbia inviato solo due foto, sono riscontrabili situazioni indecorose e irrispettose del luogo, della città in cui esso è custodito e dell'Italia tutta. Non vogliamo rassegnarci all'idea, mai lo faremo, che le situazioni fotografate, viste e immortalate da migliaia di turisti, siano la normalità. Questa è una cosa assolutamente da rigettare  e che rappresenta una tiratina d'orecchie a chi ha in gestione il luogo, le aree circostanti,  la loro cura e manutenzione. Questi siti, invidiatici da tutto il mondo, dovrebbero essere pulitissimi. E' chiaro il concetto? Purtroppo a Roma così non è.  Di seguito le foto del nostro utente.



Le Terme come dovrebbero essere

Cumuli di spazzatura nei viali circostanti le Terme di Caracalla

Roma e i suoi luoghi più significativi in abbandono. Immondizia ed evidenti segni di bivacchi nei pressi delle Terme di Caracalla

La seconda segnalazione è un pò datata. La mail è stata inviata giorno 5 del mese corrente e onestamente c'era sfuggita. La persona che ci ha segnalato l'assurdità, che nel frattempo ci auguriamo sia stata sanata, ci ha inviato due foto con un breve  e piccatissimo commento. 
Siamo nei giardini di Piazza Mazzini, I Municipio. L'AMA ha inteso togliere, forse per ragioni di sicurezza, gli storici contenitori in ghisa senza però provvedere a una sostituzione contestuale con gli altri, forse quelli trasparenti, ormai presenti in tutto il centro storico. La situazione è quella che vedete. Grottesca e mortificante. Non essendoci i cestini sostitutivi, segno ulteriore di una Municipalizzata allo sbando,  si è pensato, nella maniera più peracottara possibile, di legare dei sacchi con lo scotch ai pali dell'illuminazione pubblica. Il risultato, agghiacciante, è quello che vedete in foto. Roma. Era Raggi. Quasi pronti al raggiungimento di un anno di "amministrazione". Andiamo avanti... RR
Le mirabilie di AMA non smettono mai di stupirci


0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO