CAMBIO MEDICO E ESENZIONE TICKET: LA REGIONE AGGIORNA IL SERVIZIO, MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE ONLINE, MA GARANTISCE L'EROGAZIONE DELLO STESSO PRESSO GLI SPORTELLI. NON E' ANDATA PROPRIO COSì E A PAGARE SONO SEMPRE I CITTADINI. SERVIZIO RIATTIVATO DA OGGI.

giovedì 4 maggio 2017

"Salve a tutti, vi scrivo per comunicare un disservizio vergognoso. Incollo quanto riportato dal portale del Lazio, dove sono regolarmente iscritta e dove volevo procedere con la sostituzione del Medico online."

Dal Portale della Sanità Regione Lazio: 




Il servizio di scelta e revoca on line è momentaneamente sospeso. Regione Lazio, in un’ottica di innovazione, sta rilasciando una nuova soluzione di “Scelta e Revoca del Medico”. In questo momento è in corso la sostituzione del sistema che è operativo preso gli sportelli di oltre 50 distretti delle ASL della Regione. Per queste ragione il servizio di “scelta e revoca on line” è temporaneamente sospeso e sarà riattivato nella seconda metà del mese di maggio. Ciò nonostante è comunque possibile effettuare la scelta o revoca del proprio medico di famiglia, recandosi presso gli sportelli della ASL di appartenenza. Non appena sarà disponibile nuovamente il servizio, sarà nostra cura darvene adeguata informazione. Tutte le novità, comunque, le potete trovare direttamente sul sito www.salutelazio.it.

"Avendo appreso questa notizia da un sito ufficiale ed avendo urgenza di procedere con la sostituzione, ho preso un giorno di ferie per sbrigare la pratica. Mi sono recata presso gli uffici preposti ed ho scoperto che dal giorno di chiusura del servizio online non era possibile fare il cambio o la scelta del Medico nemmeno agli sportelli. Inviperita ho chiesto di parlare con un responsabile ma sono stata trattata con una scostumatezza fuori dal comune. 
Oggi, apprendo da un'amica, la riattivazione del servizio presso le ASL, così come scritto nel comunicato della Regione. Questa mia amica, con lo stesso problema, si è recata personalmente agli uffici dove però ancora campeggiavano i cartelli che vedete in foto. Fortuna ha voluto che è andata a chiedere: un funzionario scocciato, dopo aver confermato la riattivazione del servizio, si è recato all'ingresso strappando tutti i cartelli! Molti, dopo averli letti, non sono neppure entrati. Cosa gli costava togliere i cartelli prima dell'apertura degli sportelli se il servizio era nuovamente operativo? Sono questi atteggiamenti che mi fanno letteralmente cadere le braccia e che mi indicano come la strada per uscire da questo pantano in cui è precipitata Roma sia impervia e difficile. Difficilissima. La macchina amministrativa è composta spesso da persone, da noi pagate, che non fanno bene il loro lavoro, che fanno perdere tempo a cittadini che lavorano e in più sono scortesi e maleducati. Questo è quanto. Grazie in anticipo se avrete tempo e modo di pubblicare la mia denuncia".

Lettera Firmata.


0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO