86.000 LE ALBERATURE A RISCHIO CROLLO A ROMA. SITUAZIONE EREDITATA DAL PASSATO MA NON SI HANNO NOTIZIE DI UNA PROGRAMMAZIONE D'INTERVENTI NECESSARI, NON PIU' PROCRASTINABILI!

sabato 6 maggio 2017
Foto/denuncia di Nathalie Naim

Nel Bilancio di Roma Capitale sono anni che non si stanziano fondi per ripristinare gli alberi abbattuti, a centinaia ogni anno. Neppure quelli vincolati, come questo che vedete in foto, abbattuto davanti al Palatino esattamente due giorni fa. Non era a rischio crollo ma sano: le sue radici però, a causa della totale assenza di manutenzione, continuavano a creare problemi all'asfalto. Meglio tagliare dunque: un albero storico e vincolato. E' andato a far compagnia agli altri quattro tagliati, sempre di recente, sulla stessa via dell'alberata storica.
Ma mentre si potano alberi sani di contro non si provvede a manutenere quelli malati che, con le dovute cure, potrebbero essere ripresi e solo in casi estremi abbattuti. Sono circa 86.000 le alberature a rischio su tutto il territorio comunale, a fronte di un totale di circa 330.000 alberi che costituiscono il patrimonio verde in dote alla Capitale d'Italia. A sostenere questa pesante cifra è il Movimento Ecologista ECOITALIASOLIDALE attraverso una recentissima nota del suo Presidente, Piergiorgio Benvenuti.
"Vi sono situazioni di particolare pericolo con alberi che ormai hanno raggiunto il settimo piano – scrive – e non essendo da anni oggetto di una adeguata manutenzione e potature rappresentano un serio pericolo soprattutto in condizioni meteo avverse come ormai in condizioni meteo normali. Forti criticità, per dirne soltanto una, nei vari tratti del Lungotevere. Proseguiamo a sollecitare l’amministrazione Raggi affinché vengano pianificati interventi adeguati a difendere il patrimonio ambientale presente nella Capitale”. 
Uno dei tanti alberi crollati questo inverno a causa del maltempo


E speriamo che l'Amministrazione Raggi non sia sorda a questi appelli. Qui c'è poco da scherzare: c'è gente che è morta e gente che è rimasta ferita, anche gravemente. Un problema ereditato dalle Giunte precedenti, questo va assolutamente detto ma al quale c'è da iniziare a porre rimedio attraverso una seria pianificazione non più procrastinabile. RR

0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO