TRASPORTI E RIFIUTI: I CINQUESTELLE AL PALO DOPO 10 MESI D'AMMINISTRAZIONE. E INTANTO LA BBC DEDICA UN SERVIZIO/DOCUMENTARIO SULL'EMERGENZA MONDEZZA DELLA CAPITALE. MOLTO MALE!

lunedì 24 aprile 2017



Da un Presidente di Commissione Mobilità e Trasporti che gira, Enrico Stefàno, di cui abbiamo parlato qui e che, a nostro parere, meriterebbe di prendere il posto della
inconcludente Assessore Meleo, più adusa ai selfie che a realizzare un piano armonico sulla mobilità nella città di Roma, ad un Assessore, quello della Mondezza, che proprio non va. Parliamo di Pinuccia Montanari, nominata in sostituzione dell'indagata Muraro, altro personaggio di cui Roma non aveva assolutamente bisogno, è stata presentata dalla Raggi come persona dotata di  grande esperienza nel settore e che ha sempre portato avanti idee innovative che potranno contribuire ad affrontare le sfide che ci attendono". Parole pronunciate dal Sindaco il 19 dicembre 2016. Dal suo arrivo alla guida dell'Assessorato alla "Sostenibilità Ambientale" (i cinquestelle lo chiamano così) la Montanari ha esordito col botto: con una città lurida, con secchioni strabordanti di mondezza in ogni angolo di Roma, dichiarava, dopo un suo primo monitoraggio, a quanto pare molto superficiale, l'esistenza di un solo 2% di criticità su tutto il vastissimo territorio comunale. Lo ha detto davvero. Come, più di recente, rasentando il cabaret, ha dichiarato di non aver mai visto un topo a Roma e che comunque ce ne sono in numero minore rispetto a molte altre città italiane. Una donna, un perchè! I Romani leggono, vedono e ascoltano tali dichiarazioni con rabbia ma anche con rassegnazione: vuoi per l'intorcigliamento con doppio salto carpiato avuto anche in questo settore molto delicato nella gestione della città, e sul quale i cinquestelle avevano promesso molto, con l'ingombrante Muraro prima e la cabarettista Montanari dopo, qui son passati 10 mesi e la città lurida era e lurida è rimasta. Ciclo di rifiuti ancora non chiuso. Si è tornati ad essere ostaggio dei ricatti del Ras della Monnezza Manlio Cerroni poiché ancora, anche grazie ad un escamotage Istituzionale tirato dal ciclindro dal Prefetto Basilone con la nomina del Commissario Palumbo, Roma Capitale mantiene un canale aperto con i due impianti Colari di Cerroni (nel frattempo colpiti da procedimento anti-mafia), fondamentali per scongiurare l'emergenza ma assolutamente non risolutivi. E mentre vi scriviamo  la BBC dedica un servizio, a firma di Bethany Bell, sulla devastante situazione dei rifiuti nella Capitale.  Ne descrive un quadro preciso, un mini-documentario dove, dopo aver raccontato tutte le falle di un sistema che non funziona, pone l'accento sull'enorme spreco di danaro pubblico generato da tali inefficienze. Non solo i romani hanno una città lurida ma vengono costretti a pagare  14 milioni di euro anno per inviare, al ritmo di tre treni alla settimana, 100 mila tonnellate di scarti/anno in Austria, paese che ci guadagna due volte perché si fa pagare i rifiuti (il prezzo fissato è di 138 euro a tonnellata) e li riutilizza per produrre energia pulita per 170.000 abitazioni. Una beffa nella beffa per una città, la Capitale d'Italia, dove non è cambiato nulla, dove non si vogliono fare impianti come quelli austriaci, dove si è molto lontani (si parla di 2/3 anni) nel chiudere il ciclo di rifiuti ed uscire dall'emergenza. Mobilità e Rifiuti, due cardini su cui i cinquestelle si stanno giocando una grossa fetta di credibilità, non solo a Roma, ma in tutto il Paese e che, trascorsi 10 mesi, sono ancora rimasti al palo. Chi dice il contrario non ama questa città. RR





Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/politica/pinuccia-montanari-chi-e.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO