UN NOSTRO LETTORE BLOCCA DUE ROM PRONTI A SVERSARE ABUSIVAMENTE DELLE BATTERIE ESAUSTE SULLA NOMENTANA. NICOLA, UN ESEMPIO PER TUTTI!

mercoledì 29 marzo 2017
Riceviamo e pubblichiamo.
Ci scrive Nicola, cittadino che non si volta dall'altra parte e che, notando  un'attività sospetta interviene rischiando in prima persona. C'è da dire, dalla foto su facebook, che trattasi di persona dotata di fisico importante. Un grazie di cuore da tutti noi di RR.

Nicola ci scrive: "Egregia Redazione di RR, intorno alle 12 di ieri, sulla Nomentana, nei pressi di una rivendita di materiali per l'edilizia, a pochi passi dal GRA, questi due soggetti stranieri, fingendo di rimanere parcheggiati a bordo strada, stavano scaricando un discreto quantitativo di batterie esauste tra i cespugli. Stavo percorrendo la complanare non asfaltata in direzione Roma, tra due rivendite di materiali per l'edilizia. Pertanto avanzavo a bassa velocità e parlavo con mia moglie. Ad un certo punto vediamo una monovolume blu con targa straniera e con due persone a bordo, uno giovane seduto lato passeggero che guardava fuori ed uno anziano, fuori dal veicolo dal lato guidatore. L'auto era parcheggiata di retro contro una recinzione metallica in parte ricoperta da erba alta. L'anziano faceva la spola tra il retro dell'auto ed alcuni oggetti buttati in mezzo all'erba accanto al loro mezzo. Mi sono fermato per osservare meglio ed ho visto che prendeva queste batterie da terra e le portava in mezzo all'erba alta dietro la sua auto, sotto ad una vecchia coperta. Sono sceso e gli ho chiesto cosa stessero facendo, poi ho visto le batterie e gli ho intimato di ricaricarsele tutte. Diciamo che non hanno potuto opporsi... Mentre le ricaricavano ho girato il breve video, mentre mia moglie scattava foto dalla macchina. Gli ho chiesto se fossero stranieri, hanno detto di sì. Quando hanno finito, gli ho detto di non farsi più vedere. Sono ripartiti sulla Nomentana in direzione GRA."



Il breve video girato da Nicola mostra chiaramente la presenza di batterie esauste, altamente inquinanti, all'interno dell'abitacolo dell'automobile:



La targa del veicolo a disposizione delle autorità:



Il momento in cui Nicola scende dall'auto. Il tizio con il cappuccio è lui. La foto è scattata dalla moglie.


Il momento in cui Nicola riesce a far allontanare i Rom bloccando la loro attività criminale.


Un grazie di cuore a questo nostro lettore che, incarnando lo spirito della pagina, non si è voltato dall'altra parte ma ha agito ed evitato la creazione di una piccola quanto pericolosa discarica di batterie esauste. Invitiamo tutti a riacquistare l'orgoglio di essere cittadini di Roma e a seguire l'esempio di Nicola. Per la vostra sicurezza personale vi invitiamo a chiamare le Forze dell'Ordine, documentando con i vostri smartphone, quanto d'illegale si sta svolgendo davanti ai vostri occhi a danno della città. Roma va difesa e tutelata. Sempre. RR

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie Nicola.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO