Che fine ha fatto il Ponte Ciclopedonale sull'Aniene? Facciamo il punto.

martedì 14 febbraio 2017
In una metropoli con una rete metropolitana decisamente sottodimensionata ci si aspetta che vengano messe in atto, rapidamente, tutte quelle infrastrutture di contorno atte a consentire la fruibilità di una stazione a più persone possibili. Questa doveva essere la finalità del ponte ciclopedonale sull'Aniene, opera necessaria per collegare i quartieri di Sacco Pastore con l'area di Conca d'Oro e la relativa stazione metro.
Annunciata nel 2012, a rallentare l'iter costruttivo il blocco della gara d'appalto e l'annullamento da parte del TAR, situazione sbloccatasi nel 2014 con l'intervento del Consiglio di Stato e relativo via libera alla costruzione dell'opera.  I lavori sarebbero dovuti iniziare nella primavera 2016, con consegna  estate 2017, ma nel frattempo la ditta vincitrice della Gara andava fallita. Romametropolitane, secondo prassi, interpellava la seconda in graduatoria chiedendo una manifestazione d'interesse alla realizzazione con il mantenimento dei parametri di aggiudicazione della prima classificata. L'incontro tra RM e la seconda Ditta  dovrebbe tenersi a breve. Romametropolitane assicura che, dall'inizio dei lavori, ci vorrà poco meno di un anno per la realizzazione del ponte ciclopedonale ai quali dovrà seguire  la fisiologica e obbligatoria
fase di collaudo. Se le cose andranno tutte per l'incastro giusto il III Municipio potrà avere il suo ponte nel 2018. RR

0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO