RIPRENDIAMOCI ROMA HITS 10K! SALUTIAMO I NOSTRI PRIMI DIECIMILA FANS, E A BREVE ANNUNCIAMO GRANDI NOVITA' E SORPRESE...

venerdì 17 ottobre 2014

Salutiamo (e ringraziamo!) i nostri primi 10mila fans su facebook! Un traguardo importante, che ci ripaga di tanti sforzi fatti in questi ultimi anni e al tempo stesso una grossa responsabilità che ci sprona ad andare avanti con ancora maggiore forza. Riprendiamoci Roma nasce nel febbraio del 2009 e da allora ha costantemente denunciato lo stato di indicibile degrado in cui versa la nostra città, senza fare sconti a nessuno. Per primi abbiamo lanciato i "blitz" antidegrado come forma di protesta e risposta al crescente schifo, andando a cancellare scritte dai muri, a strappare manifesti abusivi, a spazzare le strade. Abbiamo unito protesta e proposta in un unico format, inventando dal nulla una format di volontariato civico, che oggi trova la sua massima e piena espressione in RetakeRoma, un movimento di decine, centinaia, migliaia di persone che scendono in piazza ribellandosi al degrado non solo a parole, ma con i fatti. Dai primi articoli ai primi blitz "carbonari", i blog antidegrado ne hanno fatta di strada e oggi sono diventati una realtà consolidata e riconosciuta, in grado di influenzare l'opinione pubblica cittadina. E se la lotta al degrado è diventata la priorità nel dibattito cittadino, è anche un po' merito nostro... e ovviamente vostro! Questo blog, la nostra pagina, non avrebbero modo di esistere senza le vostre preziosissime segnalazioni. Grazie di cuore ai nostri primi 10mila fans! Per il futuro prossimo, vi preannunciamo grandi novità... Stay tuned...

Riprendiamoci Roma

LA VORAGINE SI MANGIA LA STRADA, E IL COMUNE LA CIRCONDA CON UN POLLAIO! CRONACHE DI ORDINARIA FOLLIA IN UNA CITTA' SFATTA, DEVASTATA DALL'INCURIA!

mercoledì 15 ottobre 2014

Buonasera, il 7 luglio scorso, in prossimità di un incrocio nel quartiere Nomentano, si è venuta a creare una voragine sul manto stradale. Dopo pochi giorni, in cui l’area è stata transennata e sono stati effettuati saggi, i lavori si sono bloccati. Ad oggi più nessuno è intervenuto in alcun modo e giorno dopo giorno la situazione sta peggiorando. La voragine si è allargata in modo esponenziale e continua inesorabilmente. Come evidente dalle foto inizialmente l’area interessata era unicamente quella circondata dalla recinzione arancione. La scorsa settimana si è visto necessario l’intervento dei vigili del fuoco. La situazione è GRAVISSIMA e si commenta da sola.

Luca



Semplicemente impressionante. A giudicare dalle immagini, la voragine si sta mangiando completamente il sottosuolo arrivando addirittura a minacciare i marciapiedi e gli stessi edifici circostanti. E' previsto un piano di intervento per scongiurare il peggio e ridurre i disagi dei residenti? Con l'arrivo dell'autunno (e delle piogge) la situazione rischia seriamente di degenerare, E' mai possibile che l'unica risposta da parte del Comune sia l'erezione di un demenziale (e del tutto inutile) pollaio arancione?

"T'HO ALZATO LA BORSA IN FACCIA!" AMBULANTE ABUSIVO VENDE INDISTURBATO LE PROPRIE PATACCHE CONTRAFFATTE "MADE IN CAMORRA" DAVANTI A VIGILI, POLIZIA E CARABINIERI. TUTTO QUESTO AL PANTHEON!!!

lunedì 13 ottobre 2014

Vorrei segnalarvi lo SCANDALO di oggi, sabato 11 ottobre, in una Piazza della Rotonda gremita di turisti. Venditori ambulanti di merce contraffatta nelle vie adiacenti, addirittura fin sulla piazza con l'aggravante che nella piazza stessa c'erano vigili, carabinieri, polizia. Mi sono rivolto ai vigili e la risposta è stata che loro non potevano spostarsi perché dovevano presidiare la piazza. Allora mi sono rivolto poi ai carabinieri, e la risposta è stata che neanche loro si potevano spostare, perché erano lì per una manifestazione (che non era in corso). Una vergogna! L'illegalità ostentata sotto al naso dei rappresentanti delle forze dell'ordine che, pur pressati da un cittadino, deliberatamente non intervengono, adducendo fantasiose motivazioni e dimostrando ai romani e ai turisti che nel cuore di Roma è possibile commettere reati liberamente e impunemente. Vergogna!!!!!

Massimiliano Luca


Di lettere come queste ne riceviamo a decine. A questo punto è inutile scervellarsi sul perché le forze dell'ordine siano totalmente impotenti di fronte a questi fenomeni. Non possiamo pensare che sia solo un problema di incapacità e disorganizzazione. E' evidente la MANCANZA DI VOLONTA' nel risolvere il problema. Ricordiamo che il racket della vendita ambulante di merce contraffatta è gestito direttamente dalla malavita (leggasi: mafia). Non è quindi un problema secondario, anzi. Evidentemente questa malavita deve avere parecchi amici, o in comune o tra le forze dell'ordine. Oppure solo una enorme dose di fortuna, dato che questo tipo di commercio è fiorente e rigoglioso. Ecco che il Pantheon, il Colosseo, Piazza Navona, Fontana di Trevi, Trastevere e tutti i luoghi più belli di Roma vengono infettati da centinaia di pustole immonde, nel menefreghismo generale. Quando inizieremo a ribellarci veramente a questo schifo? I tempi sono maturi...

AL GIANICOLO I POLLAIETTI SPUNTANO COME FUNGHI: IL BANDITO SI FOTTE IL TOMBINO E IL COMUNE CE METTE UNA PEZZA! LA PIU' BELLA PASSEGGIATA PANORAMICA DI ROMA VITTIMA DEI BANDITI E DELL'INCAPACITA' DEL COMUNE

venerdì 10 ottobre 2014

Il problema lo conoscono tutti, ma qualcuno forse finge di non volerlo vedere. Esiste un florido, rigoglioso mercato del metallo grazie al quale bande di rom e banditucoli del quartierino stanno facendo affari d'oro, sulle spalle della città. La storia è presto detta: il banditucolo di turno si fotte pezzi di metallo (tombini, coperchi dei nasoni, cavi elettrici ecc.) e lo rivende ad altri banditucoli, che li fondono (sprigionando fumi tossici) per rivenderli "puri". Le conseguenze per la città di Roma? Strade e marciapiedi al buio, treni e metropolitane bloccate, strade e marciapiedi disseminati di pericolosissimi buchi neri inghiottitori.


E la risposta del Comune? Sempre la solita. Mentre nel resto d'Italia simile traffichetti vengono sgominati con il "pugno di ferro", a Roma si persevera con il più economico palliativo della pecetta. Il banditucolo del quartierino si fotte i fili elettrici generando un mini black-out? "Accendete gli abbaglianti", l'unico rimedio proposto, mentre Atac dà un'occhiata se avanza qualche navetta sostitutiva per le persone costrette a scendere dai carri bestiame della metro. Il banditucolo del quartierino si fotte i tombini di marmo? Allestiamo un piccolo pollaio per impedire ai ragazzini di finire in pasto ai topi dritti nelle fogne. E intanto i campi rom brillano di roghi che sprigionano fumi tossici altamente nocivi.


Ma si può vivere in una città completamente prona alla malavitina con le pezze al culo? Ma si può vivere in un paese affumicato e devastato da bande di predatori senza che nessuno dia una benché minima risposta? Possibile ridurre la passeggiata del Gianicolo a una sterminata sequela di ridicoli pollai arancioni? Ma in che razza di paese viviamo?

ENNESIMO RESTAURO PER LA CHIESA DELLA TRINITA' DEI MONTI! SARA' PERCHE' LA CHIESA E' IL PIU' BELLO (E REDDITIZIO) TRA I NUMEROSI FONDALI SCENOGRAFICI DI ROMA?

mercoledì 8 ottobre 2014

Signore e signori, ci stanno prendendo beatamente per il culo. No, non siamo qui a piangerci addosso per il restauro di uno dei monumenti simbolo di Roma, tutt'altro. Quello che vorremmo capire, semmai, è come sia possibile che per la terza volta in quindici anni la chiesa della Trinità dei Monti sia stata nuovamente impacchettata. Una media record di un restauro ogni 5 anni, specialmente qui in Italia, dove i monumenti vengono lasciati a marcire nell'incuria (e il Colosseo ha atteso ere geologiche per il suo primo restauro!). A quanto pare, tuttavia, esistono monumenti che, per la loro posizione particolarmente "felice", godono di un trattamento di favore.


E' questo certamente il caso di Trinità dei Monti, che incastonata al termine di Via Condotti costituisce il più bei fondali scenografici del mondo. Avete una vaga idea di quanta gente transiti lungo Via Condotti ogni giorno? La chiesa è il luogo ideale per poter piazzare una bella pubblicità in formato millexmille. Ecco quindi giustificato l'impacchettamento. A creare ancora più caos visivo, il contemporaneo restauro della Fontana della Barcaccia, in questo caso necessario (e fortunatamente concluso da qualche settimana!) ma che ha ulteriormente privato i turisti della possibilità di godere appieno della piazza. Forse c'è da rivedere qualcosa sulla tempistica degli interventi, limitandone il più possibile l'invasività.



A questo punto i nostri lettori ci chiedono: ma cosa ci vengono a fare i turisti a Roma? Se per anni si è ripetuto il mantra che "ok la monnezza, il degrado, la sporcizia, l'abusivismo, la mancanza di trasporti e di servizi... ma vuoi mettere i monumenti?"... ecco, ora che pure i monumenti iniziano a sparire, cosa ci verranno mai a fare i turisti in questa cloaca di città? La Trinità dei Monti era perfetta, nel suo candido abito bianco-marmo, siamo così sicuri che necessitasse di un ulteriore intervento di restauro? E' questo forse solo un modo per fare cassa? Sta diventando forse l'ennesimo business pecoreccio? Di qui la proposta: volete riqualificare Piazza di Spagna? Cominciate a spazzare via la marmaglia abusiva che la appesta! I cocomerari, i castagnari, i venditori di patacche e le auto in transito e sosta vietata!

METTI UNA BELLA GITA IN STILE "BATEAUX MOUCHES", MA LUNGO IL TEVERE. UN VIAGGIO ALLUCINANTE TRA MONNEZZA, PANTEGANE, ACCAMPAMENTI ABUSIVI. SENZA VERGOGNA!

lunedì 6 ottobre 2014

Le facce allucinate dei turisti sono tutto un programma. Dentro di loro si chiedono "ma dove cazzo siamo finiti?" Pensavano a una gita estiva di piacere in riva al Tevere, sotto er sole de Roma, e si ritrovano a navigare in uno scolo di fogna contornato da savane rigogliose di immondizia, scritte sui muri, pantegane, accampamenti abusivi. Con i senza tetto che pisciano nello stesso Tevere nel quale poi lavano i panni e organizzano grigliate in compagnia dei sorci. Il tutto proprio sotto i palazzi e i monumenti della Roma storica, in un contrasto tremendo che grida vendetta. Un delirio trash semplicemente raccapricciante, sbattuto in faccia ai turisti senza la minima vergogna! Non ci si vergogna di portarli in questo girone infernale di degrado, non ci si vergogna nemmeno di FARLI PAGARE per assistere a simili sconci, pornografici spettacolini. NO. Perché per il romano medio la zozzeria è cosa normale. "Embè, 'ndo sta er probblema?". "Che fastidio te danno?". "Mio cuggino mi ha detto che a Londra è peggio!".


Il danno di immagine è incalcolabile. Un Sindaco che abbia un minimo di buongusto non potrebbe mai minimamente accettare una simile sconcezza. Un Sindaco che abbia un minimo di buonsenso chiuderebbe la navigazione e non la riaprirebbe senza aver prima bonificato tutte le banchine del Tevere. Ma tant'è, a Roma le cose vanno così da sempre. E una mentalità cafona, triviale, peracottara, non la si può cambiare da un giorno all'altro.




Trent'anni fa, per i lungoteveri, non ci si poteva nemmeno passeggiare per la presenza abnorme di topi, attirati dagli olezzi dei rigagnoli dei pisciatoi pubblici (sic) disseminati quà e là tra un monumento e l'altro (cosa che comunque non impediva alla gente di pisciare liberamente in strada). Sulle banchine del Tevere, all'altezza di Ponte Garibaldi, c'era una discarica di sacchi della monnezza. Se ti fermavi ad aspettare potevi assistere alla scenetta primordiale del romano di turno che scendeva da casa, si avvicinava al parapetto, e dopo aver ruttato sonoramente scaraventava de sotto gli avanzi della cena. Ma cosa vuoi andare a dire a un popolo del genere? E allora, carissimi turisti, benvenuti a Roma, la capitale mondiale degli zulù, del degrado, della cafonaggine imperante e del trash! Venite e godetene tutti a piene mani!

ShareThis

STATISTICHE GIORNALIERE

GUARDA I NOSTRI VIDEO