ROMA E' RIDOTTA AD UNO SCHIFO ANCHE PER COLPA DELLE PICCOLE GRANDI VIOLENZE QUOTIDIANE DEI SOLITI "FURBETTI"...

venerdì 14 marzo 2014

Roma è ridotta ad uno schifo anche per colpa delle piccole grandi violenze quotidiane che il cittadino furbo, nella totale mancanza di controllo del territorio, impone al cittadino che cerca di seguire le regole. E' una giungla urbana che può degenerare in violenza privata.

In una città in cui le Istituzioni non controllano il territorio, si vengono a creare situazioni di vera a propria violenza, piccola e grande, che contribuisce in modo esponenziale a rendere la città invivibile.

Ecco un piccolo ma significativo esempio. Siamo a Laurentina. Un commerciante, nella totale assenza delle Istituzioni, ritiene normale occupare quotidianamente un intero isolato, quello di fronte al proprio esercizio commerciale, ponendo delle cassette di frutta per appropriarsi illegalmente di spazi che non gli spettano. Queste cose a Roma, devono finire. E' inutile sottolineare la lotta continua tra i cittadini esasperati e questo commerciante che, con una strafottenza senza pari, nonostante gli sia stato più volte fatto notare, continua imperterrito a prevaricare gli altri, facendo il furbetto. Comandante Clemente queste cose devono finire!


2 commenti:

Anonimo ha detto...

non c'è controllo e tutti hanno paura di prendere l'iniziativa.

Anonimo ha detto...

TERRIFICANTE, ALLUCINANTE, INCIVILE E FOLLE. SOLO A ROMA IL MERCATO DEL RUBATO E DEI CIBI SCADUTI IN MEZZO A PIAZZALE OSTIENSE, DI FRONTE A PORTA SAN PAOLO E ALLA PIRAMIDE!!!!

TUTTI I GIORNI E' COSI'' E NESSUNO NESSUNO NESSUNO DICE NULLA. GLI INTERVENTI SPORADICI DELLA POLIZIA MUNICIPALE SERVONO A POCO. SERVIREBBE LA PRESENZA FISSA DELL'ESERCITO CON L'UNICO MANDATO SPECIFICO DI TENERE SGOMBRA L'AREA. ALTRIMENTI E' TUTTO INUTILE!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO