CAMIONISTA AVANZO DI GALERA MINACCIA RAGAZZA PERCHE' RISPETTA I LIMITI DI VELOCITA' ANZICHE' SGARRARE (DAVANTI AI PIZZARDONI, CHE NON FANNO UNA PIEGA)

giovedì 20 febbraio 2014

Buongiorno, vi scrivo per raccontarvi cosa mi è successo l'altra mattina a Via Labicana. Dovevo recarmi alla Stazione Termini a prendere una mia amica, e scelgo di farmi Via Labicana costeggiandola sulla destra per poter arrivare da dietro e parcheggiare lungo Via Giolitti, dove il parcheggio costa meno e non ci sono gli zingari che ti chiedono soldi. So che su Via Labicana il limite è a 30 all'ora e procedo a quella velocità. Dietro di me arriva un camionista cafone inizia a suonarmi... una, due, tre volte, alla fine caccia un urlo disumano che io, pur stando davanti a lui, riesco perfettamente a sentire. Tiro fuori la mano e gli indico il cartello "limite 30", e lui con la mano mi manda platealmente affanculo con la mano, quindi si attacca al clacson e mi fa segno "ti faccio un culo così". Io faccio finta di nulla e accelero appena, a 40km/h, arrivo in prossimità dell'incrocio e davanti al gabbiotto dei vigili, mi affianca e mi urla a gran voce: "puttana, la prossima volta usa il triciclo!" e riparte a tutta proprio davanti ai vigili che non fanno una piega. Ora io mi chiedo, è mai possibile che una ragazza debba sentirsi minacciata e in pericolo da questi camionisti arroganti e cafoni e che nessuno prenda le mie difese? Domando a voi, come avrei dovuto comportarmi?

Marzia P.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Salve Marzia. Io mi sarei fermato e avrei comunque segnalato il fatto ai Vigili, eventualmente prendendo la targa del camion. Però non so cosa esattamente si poteva fare, a quel punto: identificarlo tramite la targa e quererarlo per ingiurie, forse (dare della p...è un reato), ma tanto siamo alle solite...che gli fanno? In un paese civile, se non rispetti il limite di velocità, stai tranquillo che dopo 5 minuti interviene una pattuglia, ma qui a Roma chi interviene? Purtroppo, viviamo in un sistema che non combatte questi fenomeni, quindi all'atto pratico si può fare ben poco.

Anonimo ha detto...

Comunque, Marzia, ci sono anche diverse donne guidatrici arroganti e cafone tipo il camionista che ti è capitato, te lo posso assicurare, forse anche di più.
(capitate a me personalmente, che sono un uomo).

sam ha detto...

Ciao Marzia,
se un camionista arrogante che sta dietro di te, ti suona perchè ha fretta, perchè non accostare e farlo passare? Invece di continuare a farlo gridare e prendersi cosi un paio di parolacce? è facile:
accosti un attimo
lo lasci passare
e riprendi per i tuoi 30 km/h

fa bene attenzione, non sto dando ragione al camionista, ma neanche a te,in quanto è vero che il limite è 30, solo che in quella strada è ridicolo andare cosi piano! intralci il traffico essendo bella larga hai tutto lo spazio per accostare e lasciar passare tutti

Riprendiamoci Roma ha detto...

In quel tratto di strada è impossibile accostarsi, c'è una corsia sola e di lato i cordoli

sam ha detto...

ah capisco!
beh allora mi congratulo con Marzia per non essersi lasciata prendere dall'ira, e non aver incoraggiato il vile automobilista a martoriare questa città con superflue parole

Anonimo ha detto...

Ma la smettete. È na città di cafoni di merda, è un paese di cafoni questa è l unica verità . tutti possono fare tutto, mandarti a fanculo insultarti e a volte menarti. Rendetevene conto che state in uno schifo.

Anonimo ha detto...

Credo che il fatto di stare in mezzo allo schifo l'abbiamo capito tutti noi che scriviamo qui, altrimenti...non ci scriveremmo! Però si cerca, in qualche modo, di cambiare le cose per quanto possibile, anche se mi rendo perfettamente conto che è una lotta contro i mulini a vento...

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO