SPAZZATURA CHE PRODUCE RICCHEZZA PER IL CITTADINO? A MONTESACRO, IL PRIMO COMPATTATORE DI PLASTICA! UN'INIZIATIVA DA SOSTENERE ED ESTENDERE IL PIU' POSSIBILE! PASSATE PAROLA E CONDIVIDETE!

martedì 21 gennaio 2014

Montesacro e Talenti sono due quartieri nei quali, tempo fa, era stata lanciata la sperimentazione della differenziata. Male, malissimo: sacchetti abbandonati accanto ai cassonetti o buttati nei contenitori dedicati e cittadini infuriati per la cattiva organizzazione della raccolta dei rifiuti nel IV municipio. In pratica una caporetto! Ma è di oggi una notizia positiva. Di quelle che ci fanno ben sperare.

Proprio a Montesacro, e precisamente a Piazza Capri, è approdato un nuovo, strano, macchinario. Si tratta di un compattatore di plastica appartenente alla società elvetica Plasturgica, leader mondiale per il riciclaggio dei rifiuti. Rifiuti al posto di buoni sconto per la propria spesa, spendibili negli esercizi commerciali convenzionati. Un nuovo inizio? Noi speriamo di si.

In altre realtà urbane, nel mondo, tali sistemi consentono al cittadino virtuoso di ricavare un vantaggio dalla propria spazzatura. A Pechino, per dirne soltanto una, le bottigliette raccolte si trasformano in biglietti della metropolitana, così come in alcuni paesi del Nord Europa. Al Sindaco Marino chiediamo di agevolare tali istallazioni portando un vantaggio anche per l'esercente che ne autorizza l'accesso attraverso una sensibile riduzione sulla tassa per i rifiuti.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

grande, grandissima iniziativa! ne vogliamo decine sparse nelle varie stazioni ( ovviamente a prova di vandalo, quindi con sorveglianza e sicurezza efficiente)

Anonimo ha detto...

Guardate che quei contenitori hanno un costo per l'esercente che li mette e per quelli dei coupon/sconto che vi vengono distribuiti. Si ripagano, perciò, solo se c'è un ritorno d'immagine pubblicitaria per gli stessi esercenti. E ovviamente questo ritorno può esserci solo fino a un certo punto, in termini sia di diffusione che di tempo. Se ce ne sono troppi sul territorio o la novità è passata di moda diventa controproducente tenerseli e sono solo una spesa in più per l'esercente.
Per cui, bella iniziativa, ma rischia di essere marginale e soprattutto non è "la soluzione finale" al riciclo della plastica.

Anonimo ha detto...

ottimooooooo

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO