RIPRENDIAMOCI ROMA HITS 10K! SALUTIAMO I NOSTRI PRIMI DIECIMILA FANS, E A BREVE ANNUNCIAMO GRANDI NOVITA' E SORPRESE...

venerdì 17 ottobre 2014

Salutiamo (e ringraziamo!) i nostri primi 10mila fans su facebook! Un traguardo importante, che ci ripaga di tanti sforzi fatti in questi ultimi anni e al tempo stesso una grossa responsabilità che ci sprona ad andare avanti con ancora maggiore forza. Riprendiamoci Roma nasce nel febbraio del 2009 e da allora ha costantemente denunciato lo stato di indicibile degrado in cui versa la nostra città, senza fare sconti a nessuno. Per primi abbiamo lanciato i "blitz" antidegrado come forma di protesta e risposta al crescente schifo, andando a cancellare scritte dai muri, a strappare manifesti abusivi, a spazzare le strade. Abbiamo unito protesta e proposta in un unico format, inventando dal nulla una format di volontariato civico, che oggi trova la sua massima e piena espressione in RetakeRoma, un movimento di decine, centinaia, migliaia di persone che scendono in piazza ribellandosi al degrado non solo a parole, ma con i fatti. Dai primi articoli ai primi blitz "carbonari", i blog antidegrado ne hanno fatta di strada e oggi sono diventati una realtà consolidata e riconosciuta, in grado di influenzare l'opinione pubblica cittadina. E se la lotta al degrado è diventata la priorità nel dibattito cittadino, è anche un po' merito nostro... e ovviamente vostro! Questo blog, la nostra pagina, non avrebbero modo di esistere senza le vostre preziosissime segnalazioni. Grazie di cuore ai nostri primi 10mila fans! Per il futuro prossimo, vi preannunciamo grandi novità... Stay tuned...

Riprendiamoci Roma

LA VORAGINE SI MANGIA LA STRADA, E IL COMUNE LA CIRCONDA CON UN POLLAIO! CRONACHE DI ORDINARIA FOLLIA IN UNA CITTA' SFATTA, DEVASTATA DALL'INCURIA!

mercoledì 15 ottobre 2014

Buonasera, il 7 luglio scorso, in prossimità di un incrocio nel quartiere Nomentano, si è venuta a creare una voragine sul manto stradale. Dopo pochi giorni, in cui l’area è stata transennata e sono stati effettuati saggi, i lavori si sono bloccati. Ad oggi più nessuno è intervenuto in alcun modo e giorno dopo giorno la situazione sta peggiorando. La voragine si è allargata in modo esponenziale e continua inesorabilmente. Come evidente dalle foto inizialmente l’area interessata era unicamente quella circondata dalla recinzione arancione. La scorsa settimana si è visto necessario l’intervento dei vigili del fuoco. La situazione è GRAVISSIMA e si commenta da sola.

Luca



Semplicemente impressionante. A giudicare dalle immagini, la voragine si sta mangiando completamente il sottosuolo arrivando addirittura a minacciare i marciapiedi e gli stessi edifici circostanti. E' previsto un piano di intervento per scongiurare il peggio e ridurre i disagi dei residenti? Con l'arrivo dell'autunno (e delle piogge) la situazione rischia seriamente di degenerare, E' mai possibile che l'unica risposta da parte del Comune sia l'erezione di un demenziale (e del tutto inutile) pollaio arancione?

"T'HO ALZATO LA BORSA IN FACCIA!" AMBULANTE ABUSIVO VENDE INDISTURBATO LE PROPRIE PATACCHE CONTRAFFATTE "MADE IN CAMORRA" DAVANTI A VIGILI, POLIZIA E CARABINIERI. TUTTO QUESTO AL PANTHEON!!!

lunedì 13 ottobre 2014

Vorrei segnalarvi lo SCANDALO di oggi, sabato 11 ottobre, in una Piazza della Rotonda gremita di turisti. Venditori ambulanti di merce contraffatta nelle vie adiacenti, addirittura fin sulla piazza con l'aggravante che nella piazza stessa c'erano vigili, carabinieri, polizia. Mi sono rivolto ai vigili e la risposta è stata che loro non potevano spostarsi perché dovevano presidiare la piazza. Allora mi sono rivolto poi ai carabinieri, e la risposta è stata che neanche loro si potevano spostare, perché erano lì per una manifestazione (che non era in corso). Una vergogna! L'illegalità ostentata sotto al naso dei rappresentanti delle forze dell'ordine che, pur pressati da un cittadino, deliberatamente non intervengono, adducendo fantasiose motivazioni e dimostrando ai romani e ai turisti che nel cuore di Roma è possibile commettere reati liberamente e impunemente. Vergogna!!!!!

Massimiliano Luca


Di lettere come queste ne riceviamo a decine. A questo punto è inutile scervellarsi sul perché le forze dell'ordine siano totalmente impotenti di fronte a questi fenomeni. Non possiamo pensare che sia solo un problema di incapacità e disorganizzazione. E' evidente la MANCANZA DI VOLONTA' nel risolvere il problema. Ricordiamo che il racket della vendita ambulante di merce contraffatta è gestito direttamente dalla malavita (leggasi: mafia). Non è quindi un problema secondario, anzi. Evidentemente questa malavita deve avere parecchi amici, o in comune o tra le forze dell'ordine. Oppure solo una enorme dose di fortuna, dato che questo tipo di commercio è fiorente e rigoglioso. Ecco che il Pantheon, il Colosseo, Piazza Navona, Fontana di Trevi, Trastevere e tutti i luoghi più belli di Roma vengono infettati da centinaia di pustole immonde, nel menefreghismo generale. Quando inizieremo a ribellarci veramente a questo schifo? I tempi sono maturi...

AL GIANICOLO I POLLAIETTI SPUNTANO COME FUNGHI: IL BANDITO SI FOTTE IL TOMBINO E IL COMUNE CE METTE UNA PEZZA! LA PIU' BELLA PASSEGGIATA PANORAMICA DI ROMA VITTIMA DEI BANDITI E DELL'INCAPACITA' DEL COMUNE

venerdì 10 ottobre 2014

Il problema lo conoscono tutti, ma qualcuno forse finge di non volerlo vedere. Esiste un florido, rigoglioso mercato del metallo grazie al quale bande di rom e banditucoli del quartierino stanno facendo affari d'oro, sulle spalle della città. La storia è presto detta: il banditucolo di turno si fotte pezzi di metallo (tombini, coperchi dei nasoni, cavi elettrici ecc.) e lo rivende ad altri banditucoli, che li fondono (sprigionando fumi tossici) per rivenderli "puri". Le conseguenze per la città di Roma? Strade e marciapiedi al buio, treni e metropolitane bloccate, strade e marciapiedi disseminati di pericolosissimi buchi neri inghiottitori.


E la risposta del Comune? Sempre la solita. Mentre nel resto d'Italia simile traffichetti vengono sgominati con il "pugno di ferro", a Roma si persevera con il più economico palliativo della pecetta. Il banditucolo del quartierino si fotte i fili elettrici generando un mini black-out? "Accendete gli abbaglianti", l'unico rimedio proposto, mentre Atac dà un'occhiata se avanza qualche navetta sostitutiva per le persone costrette a scendere dai carri bestiame della metro. Il banditucolo del quartierino si fotte i tombini di marmo? Allestiamo un piccolo pollaio per impedire ai ragazzini di finire in pasto ai topi dritti nelle fogne. E intanto i campi rom brillano di roghi che sprigionano fumi tossici altamente nocivi.


Ma si può vivere in una città completamente prona alla malavitina con le pezze al culo? Ma si può vivere in un paese affumicato e devastato da bande di predatori senza che nessuno dia una benché minima risposta? Possibile ridurre la passeggiata del Gianicolo a una sterminata sequela di ridicoli pollai arancioni? Ma in che razza di paese viviamo?

ENNESIMO RESTAURO PER LA CHIESA DELLA TRINITA' DEI MONTI! SARA' PERCHE' LA CHIESA E' IL PIU' BELLO (E REDDITIZIO) TRA I NUMEROSI FONDALI SCENOGRAFICI DI ROMA?

mercoledì 8 ottobre 2014

Signore e signori, ci stanno prendendo beatamente per il culo. No, non siamo qui a piangerci addosso per il restauro di uno dei monumenti simbolo di Roma, tutt'altro. Quello che vorremmo capire, semmai, è come sia possibile che per la terza volta in quindici anni la chiesa della Trinità dei Monti sia stata nuovamente impacchettata. Una media record di un restauro ogni 5 anni, specialmente qui in Italia, dove i monumenti vengono lasciati a marcire nell'incuria (e il Colosseo ha atteso ere geologiche per il suo primo restauro!). A quanto pare, tuttavia, esistono monumenti che, per la loro posizione particolarmente "felice", godono di un trattamento di favore.


E' questo certamente il caso di Trinità dei Monti, che incastonata al termine di Via Condotti costituisce il più bei fondali scenografici del mondo. Avete una vaga idea di quanta gente transiti lungo Via Condotti ogni giorno? La chiesa è il luogo ideale per poter piazzare una bella pubblicità in formato millexmille. Ecco quindi giustificato l'impacchettamento. A creare ancora più caos visivo, il contemporaneo restauro della Fontana della Barcaccia, in questo caso necessario (e fortunatamente concluso da qualche settimana!) ma che ha ulteriormente privato i turisti della possibilità di godere appieno della piazza. Forse c'è da rivedere qualcosa sulla tempistica degli interventi, limitandone il più possibile l'invasività.



A questo punto i nostri lettori ci chiedono: ma cosa ci vengono a fare i turisti a Roma? Se per anni si è ripetuto il mantra che "ok la monnezza, il degrado, la sporcizia, l'abusivismo, la mancanza di trasporti e di servizi... ma vuoi mettere i monumenti?"... ecco, ora che pure i monumenti iniziano a sparire, cosa ci verranno mai a fare i turisti in questa cloaca di città? La Trinità dei Monti era perfetta, nel suo candido abito bianco-marmo, siamo così sicuri che necessitasse di un ulteriore intervento di restauro? E' questo forse solo un modo per fare cassa? Sta diventando forse l'ennesimo business pecoreccio? Di qui la proposta: volete riqualificare Piazza di Spagna? Cominciate a spazzare via la marmaglia abusiva che la appesta! I cocomerari, i castagnari, i venditori di patacche e le auto in transito e sosta vietata!

METTI UNA BELLA GITA IN STILE "BATEAUX MOUCHES", MA LUNGO IL TEVERE. UN VIAGGIO ALLUCINANTE TRA MONNEZZA, PANTEGANE, ACCAMPAMENTI ABUSIVI. SENZA VERGOGNA!

lunedì 6 ottobre 2014

Le facce allucinate dei turisti sono tutto un programma. Dentro di loro si chiedono "ma dove cazzo siamo finiti?" Pensavano a una gita estiva di piacere in riva al Tevere, sotto er sole de Roma, e si ritrovano a navigare in uno scolo di fogna contornato da savane rigogliose di immondizia, scritte sui muri, pantegane, accampamenti abusivi. Con i senza tetto che pisciano nello stesso Tevere nel quale poi lavano i panni e organizzano grigliate in compagnia dei sorci. Il tutto proprio sotto i palazzi e i monumenti della Roma storica, in un contrasto tremendo che grida vendetta. Un delirio trash semplicemente raccapricciante, sbattuto in faccia ai turisti senza la minima vergogna! Non ci si vergogna di portarli in questo girone infernale di degrado, non ci si vergogna nemmeno di FARLI PAGARE per assistere a simili sconci, pornografici spettacolini. NO. Perché per il romano medio la zozzeria è cosa normale. "Embè, 'ndo sta er probblema?". "Che fastidio te danno?". "Mio cuggino mi ha detto che a Londra è peggio!".


Il danno di immagine è incalcolabile. Un Sindaco che abbia un minimo di buongusto non potrebbe mai minimamente accettare una simile sconcezza. Un Sindaco che abbia un minimo di buonsenso chiuderebbe la navigazione e non la riaprirebbe senza aver prima bonificato tutte le banchine del Tevere. Ma tant'è, a Roma le cose vanno così da sempre. E una mentalità cafona, triviale, peracottara, non la si può cambiare da un giorno all'altro.




Trent'anni fa, per i lungoteveri, non ci si poteva nemmeno passeggiare per la presenza abnorme di topi, attirati dagli olezzi dei rigagnoli dei pisciatoi pubblici (sic) disseminati quà e là tra un monumento e l'altro (cosa che comunque non impediva alla gente di pisciare liberamente in strada). Sulle banchine del Tevere, all'altezza di Ponte Garibaldi, c'era una discarica di sacchi della monnezza. Se ti fermavi ad aspettare potevi assistere alla scenetta primordiale del romano di turno che scendeva da casa, si avvicinava al parapetto, e dopo aver ruttato sonoramente scaraventava de sotto gli avanzi della cena. Ma cosa vuoi andare a dire a un popolo del genere? E allora, carissimi turisti, benvenuti a Roma, la capitale mondiale degli zulù, del degrado, della cafonaggine imperante e del trash! Venite e godetene tutti a piene mani!

DELIRIO ABUSIVO AL PANTHEON: INCREDIBILE, STANNO ARRIVANDO ADDIRITTURA DENTRO! TUTTO TOLLERATO, TUTTO INDISTURBATO! LA DENUNCIA...

giovedì 27 marzo 2014

Purtroppo nell'inquadratura non è entrato ma c'era pure lo storpio senza un piede che chiede l'elemosina sullo "skate".

E' stato così buona parte della mattinata , poi verso le 14:30 sono arrivate due auto della Municipale che, con comodo e lasciando il giusto tempo di scappare a tutti, si sono parcheggiate alla destra del Pantheon a fumare e chiacchierare.


Nel frattempo musici abusivi allietavano i turisti e improvvisate guide straniere(credo proprio abusive) proponevano i loro servigi esattamente a fianco dei vigili.

Grazie RFS e RipRoma per quello che fate, Roma ha bisogno di una rivoluzione!

DJ

A PONTE DELLE VALLI CRESCE IL CAMPO ROM, E CON ESSO CRESCE ANCHE LA MONTAGNA DI IMMONDIZIA! NELL'INDIFFERENZA GENERALE!

mercoledì 26 marzo 2014


Stanco di vivere nel degrado? Inviaci segnalazioni di degrado corredate da foto al nostro indirizzo email o alla nostra pagina facebook!

UN GARAGE DAVANTI A PALAZZO FARNESE, CON IL NULLA OSTA DEI PIZZARDONI! L'ALLUCINANTE SCENETTA - DEGNA DI UN FILM DI TOTO' - A CUI ABBIAMO ASSISTITO...

martedì 25 marzo 2014

Lo sapevate? A Piazza Farnese, davanti all'omonimo palazzo (uno dei più grandi capolavori del Rinascimento italiano) chiunque può parcheggiare indisturbato. Nella piazza è di fatto allestito un vero e proprio garage a cielo aperto, nonostante ci sia il cartello di "area pedonale". Queste foto sono state scattate qualche settimana fa. Guardate che roba: auto, furgoni, motorini, suv, camion, l'immancabile camionetta dell'AMA. Un bestiario immondo di lamiere, in cui spicca anche una bella macchina della Municipale, ivi presente con mera funzione ornamentale.



Durante questo mio reportage ho assistito al ridicolo teatrino di due pizzardoni che facevano avanti e indietro "fingendo di stare per fare le multe". Forse per non sembrare ridicoli agli occhi dei passanti. Un altro invece si godeva pacioso la bella giornata, passeggiando per la piazza con fare allegrotto, fregandosene del giudizio comune. La ridicola farsa (una scena degna di un film di Totò) è durata più di mezz'ora. A NESSUNA delle auto ritratte dalle foto è stata fatta mezza multa!



Da anni ci chiediamo come sia possibile tutto questo, ma ancora non riusciamo a trovare una risposta.

Stanco di vivere nel degrado? Inviaci segnalazioni di degrado corredate da foto al nostro indirizzo email o alla nostra pagina facebook!

NON SIAMO IN GRADO DI SPOSTARE UNA MACCHINA IN SOSTA VIETATA, E VORREMMO ORGANIZZARE LE OLIMPIADI? FIGURA DI MERDA INTERCONTINENTALE (AMPIAMENTE PREVEDIBILE) ALLA MARATONA DI ROMA. MANCAVA SOLO IL SARCICCIARO...

lunedì 24 marzo 2014
Foto Malaroma (twitter)

Ma ve la immaginate la scena? Durante la Maratona conclusiva dei giochi Olimpici di Roma 2024 i corridori sfilano tra auto in sosta vietata, riprese e inviate in mondo visione per la più clamorosa delle figure di merda. Per non parlare del rischio sicurezza che un'auto in sosta lungo un percorso comporta (e se fosse un'auto bomba?).

Foto Alfb (twitter)

Questa foto riprende un auto in sosta nel preciso istante in cui passano i corridori. Avete capito bene: non prima, né dopo, ma DURANTE la corsa!

Come sempre complimenti ai pizzardoni per l'ottimo lavoro svolto e per la loro proverbiale efficienza.

ITALPECETTA COLPISCE ANCORA! L'ORRENDO SGARRO DI VIA DI MONSERRATO, A POCHI METRI DA PALAZZO FARNESE. IL CENTRO STORICO STUPRATO COL PIEDE DI PORCO

venerdì 21 marzo 2014


QUELLO LI' DIETRO E' PALAZZO DELLA CANCELLERIA, UNO DEI PIU' BEI PALAZZI RINASCIMENTALI DI ROMA. NO COMMENT

giovedì 20 marzo 2014

Qualche giorno fa vi abbiamo mostrato le raccapriccianti immagini di Piazza della Scala, orrendamente trasformata in uno squallido garage a cielo aperto. Oggi scopriamo insieme come a Roma abbiamo valorizzato uno dei più bei palazzi del rinascimento italiano.


A pochi metri da questa meraviglia dell'architettura italiana campeggia la classica bancarella di patacche "alla romana", ovviamente autorizzatissima, con l'usuale contorno di maghine in sosta (queste un po' meno autorizzate, ma comunque ampiamente tollerate). Quando impareremo che i tesori del nostro passato vanno valorizzati in maniera adeguata? Quando impareremo i rudimenti della civiltà? Speranze vane...



Stanco di vivere nel degrado? Inviaci segnalazioni di degrado corredate da foto al nostro indirizzo email o alla nostra pagina facebook!

ROMA E' ORMAI TOTALMENTE FUORI CONTROLLO, UNA CITTA' IN CUI OGNUNO FA QUEL CAZZO CHE GLI PARE! ECCO COSA TI PUO' CAPITARE DI VEDERE AFFACCIANDOTI DAL TERRAZZINO DI CASA..

mercoledì 19 marzo 2014




Stanco di vivere nel degrado? Inviaci segnalazioni di degrado corredate da foto al nostro indirizzo email o alla nostra pagina facebook!

CAMPIONI DEL MONDO! MARINO LA SPARA GROSSA: "PARIGI CI INVIDIA LE TARGHE ALTERNE E LE DOMENICHE ECOLOGICHE!". E GIU' GRASSE E SONORE RISATE. MA IL SENSO DEL RIDICOLO CE LO ABBIAMO O NO?

martedì 18 marzo 2014

In visita a Parigi per sostenere la candidatura a Sindaco di Parigi di Anne Hidalgo, Ignazio Marino, denotando l'ormai evidente distacco tra la tristissima realtà in cui versa la città ed il suo mondo immaginario, ha sentenziato, a mezzo stampa, che gli amministratori di Parigi ci invidierebbero le domeniche ecologiche. Una misura figlia (lo ricordiamo a Marino) della totale assenza di infrastrutture di mobilità pubblica, alternative al mezzo privato. Una dichiarazione che ha portato ad immediate polemiche.

Il paragone con Parigi è semplicemente improponibile. Come si può anche solo lontanamente paragonare Roma con una città che ha 14 linee metropolitane e un sistema di bike sharing all'avanguardia? Ma con quale faccia tosta tiriamo fuori simili deliranti affermazioni? Cosa mai avrebbe da invidiarci Parigi?

Le domeniche ecologiche e le targhe alterne solo classiche "soluzioni-pecetta" che non risolvono in alcun modo il problema di fondo. Sono l'aglietto con cui ci consoliamo credendoci bravi e diligenti. A Parigi, capitale di un paese civile ed evoluto, sono abituati a ragionare con una progettualità a 20 anni, con soluzioni sistemiche in grado di rivoluzionare davvero la mobilità cittadina. Cosa cazzo se ne fanno i parigini delle targhe alterne?

Come blog antidegrado restiamo francamente stupiti dalle affermazioni di Marino. Cerchiamo di pizzicarci insistentemente le braccia nella speranza che si tratti di un incubo ma purtroppo è la dura realtà: quella con cui sbattono i romani ogni giorno mettendo il piede fuori di casa. Quella realtà che il Sindaco sembra non voler vedere.

PIAZZA BOLOGNA DEVASTATA DAL DEGRADO! ANCHE NEI QUARTIERI SIGNORILI DI ROMA NON SI SCAPPA, ORMAI NON ESISTE ZONA DI ROMA CHE SI SALVI DA QUESTO INCUBO!

lunedì 17 marzo 2014

Buonasera,
vi segnalo  le enormi problematiche che ci sono nell'area tra Via L. Pigorini e via G. Moroni nel quartiere Piazza Bologna, tra i marciapiedi distrutti e piene di deiezione canine e le auto mal parcheggiate che non fanno effettuare il passaggio pedonale. Tutti i giorni è diventata un odissea sia per i pedoni che godono di buona salute ma in special modo per i disabili che sono costretti a percorrere la strada adibita al passaggio veicolare, non ultimo il problema di quando piove che tutta la piazza del Campidano e le due vie Pigorini e Moroni rimangono allagate a causa dell'ostruzione delle caditoie. E' possibile fare qualcosa? L'abbandono imperversa in tutta piazza Bologna, ma anche le aree limitrofe. Alcune vie sono, addirittura, diventate irraggiungibili per disabili e carrozzine, tristemente costretti a transitare in mezzo alla strada; come se non bastasse, su punti coperti alla visuale degli automobilisti. A ciò si aggiungono i banchi abusivamente eretti da ambulanti di dubbia regolarità, che, del tutto indisturbati, occupano i rimanenti marciapiedi, aggiungendo al caos altro caos.













Come se ciò non bastasse, sia nella Piazza che davanti alla Posta la situazione è drammaticamente pericolosa: cocci di bottiglie, vetri rotti, immigrati e clandestini di ogni genere che bivaccano ubriachi anche per tutto il giorno e tutta la notte, importunando i residenti in vario modo. La cosa ancor più grave è che la polizia, spesso presente fisicamente sull'area, non fa niente per migliorare la situazione, limitandosi a guardare passivamente quello che accade, senza intervenire.

La popolazione è stanca di questa situazione, che ha compromesso e sta compromettendo gravemente uno fra i più bei quartieri di Roma. Malgrado le denunce e gli esposti, nonché le lettere di protesta e gli articoli dei giornali, nessuno fa nulla.


E' evidente come piazza Bologna stia vivendo, abbandonata a se stessa, il più brutto momento della sua storia. La situazione dev'essere risolta dalle Istituzioni Comunali e Municipali al più presto, secondo le reciproche responsabilità. Infatti, le persone, che convivono con questo stato di cose da oltre cinque anni, esasperata e stanca, potrebbe reagire in maniera grave ed irreparabile, e la colpa sarebbe di chi non interviene in nessun modo, quantomeno ad arginare l'incuria ed il degrado che si registrano, tristemente più drammatiche, giorno dopo giorno.

ANTONIO

ROMA E' RIDOTTA AD UNO SCHIFO ANCHE PER COLPA DELLE PICCOLE GRANDI VIOLENZE QUOTIDIANE DEI SOLITI "FURBETTI"...

venerdì 14 marzo 2014

Roma è ridotta ad uno schifo anche per colpa delle piccole grandi violenze quotidiane che il cittadino furbo, nella totale mancanza di controllo del territorio, impone al cittadino che cerca di seguire le regole. E' una giungla urbana che può degenerare in violenza privata.

In una città in cui le Istituzioni non controllano il territorio, si vengono a creare situazioni di vera a propria violenza, piccola e grande, che contribuisce in modo esponenziale a rendere la città invivibile.

Ecco un piccolo ma significativo esempio. Siamo a Laurentina. Un commerciante, nella totale assenza delle Istituzioni, ritiene normale occupare quotidianamente un intero isolato, quello di fronte al proprio esercizio commerciale, ponendo delle cassette di frutta per appropriarsi illegalmente di spazi che non gli spettano. Queste cose a Roma, devono finire. E' inutile sottolineare la lotta continua tra i cittadini esasperati e questo commerciante che, con una strafottenza senza pari, nonostante gli sia stato più volte fatto notare, continua imperterrito a prevaricare gli altri, facendo il furbetto. Comandante Clemente queste cose devono finire!

PIERLUIGI MEDURI

"VOGLIO UNA CITTA' A MISURA DI BAMBINO!". CARO SINDACO, GUARDI UN PO' IN CHE CONDIZIONI SONO RIDOTTI I PARCHI DI ROMA... QUI SIAMO A COLLI ALBANI...

giovedì 13 marzo 2014



Salve,
ecco il degrado in cui versano i giardini di Largo Bastia, Colli Albani. Le foto dicono tutto. Spero che i figli dei nostri amministratori possano giocare da un'altra parte.

V.G.

Grazie a Vincenzo per la segnalazione. A Roma esiste un servizio giardini totalmente sottodimensionato, chiamato a gestire l'ordine e il decoro dei parchi di un territorio comunale sterminato (come è quello di Roma). Basti pensare che lo stesso servizio che dovrebbe curare il verde di questo giardino è lo stesso che taglia le aiuole sul lungomare di Ostia e i giardini di Prima Porta. Una follia. Quando ci decideremo ad investire in DECORO e BELLEZZA? Quando ci renderemo conto che i nostri figli devono crescere in un ambiente decoroso?

ShareThis

STATISTICHE GIORNALIERE

GUARDA I NOSTRI VIDEO