L'INCREDIBILE MACELLO DI VIALE MARCONI: SOSTA SELVATICA, MONNEZZA, BANCARELLE! REGRESSIONE ALLO STATO BRADO!

mercoledì 31 luglio 2013



GUAZZABUGLI INDESCRIVIBILI, IL CENTRO DI ROMA LETTERALMENTE INVASO DA LAMIERE!


So che sembra impossibile, ma questo guazzabuglio è in realtà un vicolo del centro storico di Roma.


Una città totalmente fuori controllo. Come se ne esce?

QUEL SENSO DI ABBANDONO E IMPOTENZA AI ROMANI GLIELO LEGGI NEGLI OCCHI. COSTRETTI A VIVERE PEGGIO DELLE BESTIE

martedì 30 luglio 2013

Glielo leggi negli occhi ai romani, il senso di smarrimento, il male di vivere in una città marcia e corrosa dal degrado e dalla mancanza di prospettive. Bande di cafoni e cricchette criminali si spartiscono gli ultimi brandelli della città. I romani, invece, sono totalmente rassegnati.

A ROMA ALLESTISCONO UNA MANIFESTAZIONE CON BAR, PIZZERIE E BANCARELLE IN MEZZO A QUESTO LERCIUME IMMONDO...


...ma non ci vergogniamo?

VIA GIULIA, "DIVIETO DI SOSTA E DI FERMATA". "E STICAZZI?" - ANCORA UNA DENUNCIA

lunedì 29 luglio 2013

Divieto di sosta e di fermata totalmente ignorato, mai una multa. Eppure basterebbe istallare dei paletti anti-sosta (non quelle orride fioriere in cemento!) per tenere lontani i barbari.


Guardate qui, auto in sosta vietata e per di più contromano! Ma in che razza di canile viviamo?

PIAZZETTE E CHIESETTE DEL CENTRO STORICO TRASFORMATE IN AUTORIMESSE A CIELO APERTO: NUOVA INFORNATA DI ORRORI!


Il garage improvvisato davanti alla Chiesa di San Tommaso in Parione, zona Via del Governo Vecchio.


Un dettaglio per poter cogliere appieno la felice scelta del Comune di istituire ADDOSSO alla chiesa un parcheggio per disabili (segnalati da ben tre cartelli, "effetto collaterale" della suddetta felicissima scelta). Chissà che gravi disabilità avranno i proprietari di quei motorini...


L'autorimessa (gratuita) di Piazza Pasquino, adiacente a Piazza Navona. Quella che vedete in foto è la chiesetta della Natività di Gesù.

WE WANT YOU! IL TUO QUARTIERE FA SCHIFO ED E' SOMMERSO DAL DEGRADO? INVIACI LE FOTO, LE PUBBLICHEREMO SUL BLOG!

venerdì 26 luglio 2013

Questo blog vive e funziona anche grazie alle TUE segnalazioni. Non rassegnarti a vivere nel degrado, sommerso di monnezza come gli animali. Scendi in strada e documenta lo schifo del tuo quartiere! Le condizioni indegne in cui ti costringono a vivere! Clicca qui e inviaci le tue foto denuncia, le pubblicheremo qui sul blog. E condividete i nostri post sulle vostre bacheche facebook!

GUARDATE IN QUALI IGNOBILI CONDIZIONI SONO RIDOTTE LE STRADE DEI VICOLI DI ROMA! PROVATE A CAMMINARCI SOPRA CON UN PAIO DI TACCHI! CAZZO, VI SFIDO!



Nella capitale più incivile dell'Universo è impossibile perfino camminare. Per lo meno se indossi un paio di scarpe col tacco. E' incredibile assistere all'epopea delle turiste ignare, che capitano qui (a Trastevere!) per recarsi al ristorante, pregustando una romantica cena, e sono costrette a tornare indietro per l'impraticabilità dei sampietrini in tutte le strade! Impossibile andare avanti! Provateci, cazzo, vi sfido! Nemmeno i tratturi per le pecore e i muli sono ridotti in queste condizioni ignobili!

"VI PREGO NON PARCHEGGIATE" SCRITTO A PENNARELLO E ATTACCATO CON SCOTCH DA IMBALLAGGIO, IL CARTELLO CADE PER TERRA E NEMMENO VIENE RACCOLTO..

giovedì 25 luglio 2013


Da qui capisci che non c'è proprio più speranza. Dalle piccole cose.

VIA FRATTINA... MA TRANQUILLI, E' ARTE!




SUGGESTIVO AFFACCIO SUL TEVERE DA PONTE GARIBALDI. TRA SCRITTE E PATTUME, AFFACCIARSI DA QUI E' UNA ESPERIENZA DA INCUBO. SOLO PER STOMACI FORTI!

mercoledì 24 luglio 2013

La quotidiana figura di merda che noi romani (e italiani) facciamo con i turisti venuti a visitare la nostra città. Orgogliosi di essere peggio delle bestie.

ARTE CONTEMPORANEA: I SAMPIETRINI DI ROMA. PROVATE A CAMMINARCI CON I TACCHI A SPILLO SE NE AVETE IL CORAGGIO...


A Roma i tacchi sono vietati. Guardate che roba, guardate in quali razza di mulattiere il Comune obbliga le donne a camminare. Per fortuna le donne romane lo sanno bene, conoscono la situazione. Ma una turista, se sbaglia calzature, passerà le pene dell'inferno.


PORTA PORTESE NON E' IL NOME DI UN POPOLARE MERCATO DELLE PULCI. E' UNA DELLE STORICHE PORTE ROMANE! IN UNA QUALSIASI CITTA' DI UN QUALSIASI PAESE CIVILE OFFRIREBBE SCORCI DA SOGNO

martedì 23 luglio 2013

Porta Portese ridotta a un sottopasso per auto, con tanto di benzinaro e sfasciacarrozze abusivo.


Scenette da campo rom sotto le Mura Aureliane. Quel cassonetto caduto e rattoppato con lo scotch e il cartoncino sta li da mesi.


Uno zoom dello schifo assoluto. Ripeto, siamo SOTTO LE MURA AURELIANE!

IL SUCCESSO STRAORDINARIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA IN CENTRO. A MARINO DICIAMO: SERVE UN PIANO MARSHALL! MANDATECI L'ESERCITO!


Subito raccolta porta a porta estesa a tutti e alle attività commerciali, con obbligo di conservare la monnezza (differenziata!) all'interno dell'androne del palazzo e/o in un'apposito spazio all'interno del locale commerciale fino al passaggio dell'addetto AMA. E i maiali responsabili di un simile scempio vanno multati e radiati a vita dal centro storico! Altro che pugno di ferro, qui serve un maglio d'acciaio!


PIAZZA FARNESE ASSEDIATA DALLA SOSTA SELVATICA E PRESA IN OSTAGGIO DA DECINE DI CAMIONETTE DELL'AMA CHE GIOCANO A RINCORRERSI! DELIRIO TRASH-CAFONE IN UNA DELLE PIAZZE PIU' BELLE DI ROMA!

lunedì 22 luglio 2013

Una piazza bellissima, elegante, su cui si affaccia uno dei più bei palazzi rinascimentali d'Italia. Piazza Farnese, isola pedonale (lo dice anche il cartello sulla sinistra!) in qualsiasi altra parte del globo (quarto mondo compreso) verrebbe trattata come un salotto, riqualificata e RISPETTATA! Invece guardate cosa succede a Roma. All'ora in cui sbaracca il mercato dell'adiacente Campo de' Fiori si trasforma in autorimessa dell'AMA!



Uno, due, tre, quattro, cinque camionette della monnezza, un via vai continuo e ininterrotto. A far da cornice a questo tripudio immondezzifero, le auto in perenne sosta selvatica e mai multate! Una caciare trash-cafona (l'accoppiata maghine+monnezza) che umilia, svilisce, barbarizza uno dei luoghi più belli della città. Non pretendiamo chissà cosa (anche perché il convento passa ben poco) ma che almeno si spieghi ai monnezzari che le camionette potrebbero benissimo parcheggiarle ai margini della piazza, e non IN MEZZO alla piazza, o DAVANTI ALLA FONTANA, come il più arrogante cafone. Le camionette dell'AMA sono brutte come la fame!



Ed ecco la piazza ignobilmente sfigurata dalla sosta selvaggia. Guardate che schifo, ma si può ridurre una piazza così? Ma si può consentire che una simile piazza venga quotidianamente stuprata e imbarbarita in questo modo? Roba da matti.



Non ci facciamo mancare nemmeno un piccolo deposito (allestito alla cazzo di cane addosso alla fontana) per transenne "pronte per l'uso". All'addetto alle transenne forse pesava il culo e ha preferito non toglierle. "Domani, dai, oggi sono stanco".

LA CACIARA IMMONDA DI SANTA MARIA DELLA PACE: DALL'ONNIPRESENTE STORPIO IN CARROZZELLA CHE CHIEDE L'ELEMOSINA ALLE AUTO IN SOSTA NELL'AREA PEDONALE


Santa Maria della Pace, uno degli scorci più pittoreschi, suggestivi e belli del centro di Roma. Una chiesetta magnifica incastonata al termine di un piccolo vicolo. Eppure guardate in quali misere condizioni è ridotto questo luogo! Tra l'immancabile storpio che chiede l'elemosina, tossendo in faccia ai passanti, e il groviglio di auto in sosta direttamente nel'area pedonale. Ma non c'era una delibera che vietava l'accattonaggio? E le auto in sosta, perché non mettere una fila di paletti, anche per eliminare quel volgarissimo cartello (che peracottaggine averlo messo lì!) peraltro tutto storto? Come si può pretendere da un popolo animale come quello romano che si rispetti un'area pedonale se non lo si obbliga a farlo? E quindi via l'accattone, via le auto e via l'osceno segnale stradale di "area pedonale". Basta una fila di paletti e i romani capiscono, non c'è alcun bisogno di quel cazzo di cartello! Capisco la stupidità e l'arretratezza culturale romana, capisco anche la totale mancanza di buon gusto di un popolo caciottaro come il nostro, che tratta i luoghi più belli del centro storico come fossero garage, ma qui è davvero richiesto il minimo sindacale di intelligenza e sensibilità al bello. Ma a quale manica di puzzoni abbiamo affidato le sorti di questa città?

SEGNALI DI RESA: IL CARTELLO ESANIME, RIGIRATO COME UNA TROTTOLA PER POTER PARCHEGGIARE SENZA TEMERE LA MULTA

venerdì 19 luglio 2013

Rigirare i segnali stradali è l'ultima moda per evitare la multa. Intendiamoci, non che i pizzardoni le facciano, ma in caso doveste beccarne uno particolarmente pignolo, basta un piccolo ricorso...

I DIVERTENTI PASSATEMPI DEI MODERNI BARBARI: SCARABOCCHIARE LE CITTA'. PER FARLI CRESCERE SERVIREBBERO PROPRIO UN PO' DI LAVORI SOCIALMENTE UTILI



SEMBRA UNA NORMALISSIMA PASSEGGIATA NOTTURNA AL LAGHETTO DELL'EUR. SEMBRA.

giovedì 18 luglio 2013

Ero venuto per fare una passeggiata, mi son ritrovato a Malagrotta...

L'EUR DI NOTTE E' TERRA DI NESSUNO. UN QUARTIERE DESERTO E PERICOLOSO, ABBANDONATO AL DEGRADO E ALL'INCURIA


Sembra una zona di guerra. Vi prego, togliete almeno "Ministero delle Finanze"! Immaginate cose potrebbe pensare un turista alla vista di quella scritta...


Campo rom improvvisato! 3-4 tra roulotte e camper, proprio accanto alla Nuvola e al comando di Polizia. Insegna abusiva del bar Palombini (che peraltro ha chiuso i battenti!)


Lo stato dei marciapiedi che circondano la Nuvola. Triturati, devastati, sconocchiati. Manco nella Sarajevo bombardata degli anni '90...


E tra le crepe dei marciapiedi spunta pure la cicoria! Che bellezza, che poesia, che folklore! Questa è Rioma signore e signori!

IL PARCO PICCOLOMINI, UN ANGOLO DI CAMPAGNA ROMANA MIRACOLOSAMENTE SCAMPATO ALLA CEMENTIFICAZIONE SELVATICA. I RESIDENTI CHIEDONO A GRAN VOCE CHE DIVENTI UN PARCO PUBBLICO!

mercoledì 17 luglio 2013


E invece sembra che il destino del parco sia quello di diventare un campo da golf. Il video risale a più di un anno fa, ma è ancora attuale. Guardate che meraviglia.

Noi cittadini del quartiere Aurelio Cavalleggeri esprimiamo la nostra preoccupazione per il progetto di una società a responsabilità limitata di realizzare un campo da golf nel parco Piccolomini.

Il parco Piccolomini è forse l'ultimo scenario rimasto dell'agro romano in una zona centrale di Roma, attività pastorizie e agricole si svolgono ancora tra via Gregorio VII e l'Aurelia antica. Pensare che una simile risorsa di "archeologia paesaggistica" possa essere trasformata in un esclusivo circolo per benestanti provoca in noi un profondo dolore: per la perdita in sè di una preziosa risorsa, per lo scempio dal punto di vista ecologico, per la scelta di un modello urbanistico legato più al profitto che non al benessere della popolazione.

Il quartiere Aurelo Cavalleggeri è attraversato dalla cinta dei parchi di Roma ovest ma mette a disposizione degli abitanti una metratura di verde pubblico al di sotto degli standard europei, questo perchè le aree in questione sono perlopiù private.

Chiediamo quindi alla Fondazione Piccolomini proprietaria dell'area, che svolge una meritoria attività in favore degli attori drammatici indigenti, di non rimanere avulsa dal territorio e le genti che la circondano, di ritrovare quella generosità disinteressata che animò il Conte Piccolomini nel formulare il lascito, quella stessa generosità disinteressata che seppe esprimere il consigliere della Fondazione Gianpiero Bianchi fino alla sua scomparsa nel 2005, quando si prevedeva l'apertura al pubblico del parco.

Chiediamo ai rappresentanti politici del Municipio 18, del Comune, della Provincia e della Regione di non appiattirsi nella corrente logica di scambi ma di svolgere con dignità e amore il proprio ruolo nel pubblico interesse, nella difesa della legalità, chiediamo loro di trovare fonti alternative di finanziamento per la Fondazione Piccolomini perchè noi per primi non anteponiamo il nostro legittimo interesse a quello degli attori drammatici bisognosi.

Chiediamo infine a tutti uno sforzo congiunto volto alla tutela di quanti hanno coltivato quelle terre per decenni affinchè anche i bambini del quartiere scoprano che i broccoli non nascono nei supermercati.

SIETE PRONTI A INCOLONNARVI NELL'EPICO GROVIGLIO BOLLENTE DI FERRAGLIA DELLA CRISTOFORO COLOMBO?

martedì 16 luglio 2013


Roma. L'unica città al mondo in cui, per andare al mare, devi soffrire le pene dell'inferno, superare una serie interminabile di prove a ostacoli che metteranno a dura prova i tuoi nervi. "E alla fine ne resterà solo uno". Dovrebbero farci un reality.

ESCLUSIVO: UN CAMPO ROM A MONTEVERDE VECCHIO! IL QUARTIERE PIU' CHIC DI ROMA INVASO DA ROULOTTE E MINI-ACCAMPAMENTI, MA LA LEGGE ITALICA NON PUO' NULLA


"Devono avere qualche Santo in Paradiso". No, semplicemente hanno capito come vanno le cose in Italia. Gli accampamenti abusivi sono illegali, ma se ti piazzi per strada con la tua roulotte puoi passare inosservato e nessuno potrà mai mandarti via. Nessun quartiere è rimasto immune dall'invasione, nemmeno Monteverde Vecchio, in assoluto uno dei quartieri più chic di Roma, ormai ridotto a un guazzabuglio di roulotte. En passant, date un'occhiata anche allo stato dei marciapiedi (letteralmente triturati!). Nessuno protesta? Nessuno si lamenta?



BUCHE ELETTORALI! LADDOVE IN CAMPAGNA ELETTORALE C'ERANO LE PLANCE GIALLE INFICCATE A PICCONATE, ORA C'E' UNA DEMENTE SFILATA DI TOPPE DI CATRAME.

lunedì 15 luglio 2013


Marciapiedi, spesso (non in questo caso) appena rifatti e subito devastati in occasione della campagna elettorale. Ecco cosa resta della grottesca sfilata, tipicamente romana, di plance gialle elettorali. A Roma le campagne elettorali sono un vero e proprio bagno di sangue per la città. Un cataclisma. Revocare l'appalto alla ditta che gestisce questa ignobile pagliacciata. Uno stupro col piede di porco ai danni di Roma e della sua bellezza. Basta coi cafoni del terzo millennio!

TORNANO I FORNI CREMATORI! AUTOBUS E VAGONI METRO COME CARRI BESTIAME, TURISTI BOLLITI, MALORI E SVENIMENTI!



Continuano le segnalazioni via email dei disservizi, tra autobus e metropolitana (compreso il nuovissimo nodo di scambio di Termini!). Aria condizionata a singhiozzo, treni strapieni, romani e turisti esasperati. E per fortuna il caldo finora è stato clemente... ma da oggi le temperature salgono. Preparatevi all'Inferno.

IMMONDIZIA, SPORCIZIA, SCIATTERIA: SIAMO A TRASTEVERE, UN RIONE ALLO SBANDO!

venerdì 12 luglio 2013


ShareThis

STATISTICHE GIORNALIERE

GUARDA I NOSTRI VIDEO