TRASTEVERE, UN RIONE DA SOGNO RICCO DI FASCINO, STORIA E ATMOSFERE, RIDOTTO A UN CESSO DALL'INCAPACITA' DEI NOSTRI AMMINISTRATORI DI RENDERLO VIVIBILE!

venerdì 7 giugno 2013

Tutte le città europee hanno risolto il problema della viabilità e dei parcheggi in centro storico. Solo noi a Roma siamo ancora fermi all'età della pietra. Necessario avere amministratori che non siano meri amministratori di condominio, ma che sappiano ripensare una città in maniera sistematica.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma che vai cianciando di amministratori di condominio? Quelli se di fronte ad un problema pratico ti parlano di tutela degli embrioni e di etica vengono presi a calci nel culo dai condomini.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Il problema della sosta selvatica non si risolve togliendo le auto e basta, occorre ripensare l'intera viabilità e fruizione del centro storico per poter procedere a una pedonalizzazione seria. Viceversa avrai qualche cacatina pedonale qua e là tanto per dare un colpo al cerchio e uno alla botte, e tanta tolleranza da parte dei pizzardoni quando si capirà e sarà chiaro a tutti che le aree pedonali sono "insostenibili". Un amministratore di condominio è che tratta queste questioni in maniera superficiale, un vero sindaco è colui che ha una visione sistemica della città senza fermarsi all'ordinaria amministrazione.

Anonimo ha detto...

Si potrebbe cominciare col togliere le auto ferme (non necessariamente nelle aree pedonali). Per la tolleranza dei pizzardoni basta sostituili coi parapedonali, se messi come si deve li convinci solo col frullino. La visione potrà pure essere sistemica ma abbinare i problemi di roma con la tutela dell'embrione mi pare troppo. Magari se c'è un pedone incinta potrebbe darsi
Stefano

Anonimo ha detto...

quanto li odio quei sanpietrini messi a cazzo e asfaltati

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO