IL PRIMO APPROCCIO NON SI SCORDA MAI. ECCO COSA VEDE IL TURISTA PROVENIENTE DAL MONDO CIVILE AL SUO ARRIVO A ROMA

venerdì 3 maggio 2013

Il turista sperduto nel bel mezzo dell'inciviltà romana. Spendete una mattina qui, alla Stazione Termini, ad osservare le loro facce allucinante. La prima cosa che vedono è un mercatino delle pulci di infimo livello, paninari, pataccari, mutandari, tra mucchi di casse di banane, lo strombazzare delle auto e le imprecazioni dei tassinari.


Grazie a Les per le foto.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

miseriaccia che schifo

Riprendiamoci Roma ha detto...

E che sia subito chiaro che siamo nel quarto mondo, altro che orgoglio italico, dobbiamo solo andare a nasconderci per la vergogna.

Anonimo ha detto...

eh si, roma è veramente in una bruttissima situazione, a parte il degrado incredibile, roma è una bomba sociale, ogni mese aumenta la gente disoccupata; ma del resto ci avete mai pensato che a roma convergono tutte le organizzazioni criminali d'italia? chi per un motivo, chi per un altro, stanno qui, e coloro che ne fanno parte vanno in giro sbarbati, profumati in giacca e cravatta, coi suv che parcheggiano (capirai!) sui marciapiedi, io credo che roma, in quanto capitale d'italia, non faccia altro che rappresentare tutti i mali della nazione, con l'aggiunta di un popolo cafone e ignorante (per la maggior parte) come quello romano medio.
Kristian

Anonimo ha detto...

Io roma l'ho fatta conoscere con orgoglio a tante persone... ora non +. Mi ritrovo a dire "prima non era cosi".
Ciao

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO