IL BELLISSIMO PONTE CHE CONGIUNGE OSTIENSE E GARBATELLA ASSALITO DALLA FAME CARTELLONARA E RIDOTTO A UNA CAGATA PAZZESCA. SCENETTE ROMANE

venerdì 31 maggio 2013

La Roma moderna nasce già con i denti cariati. Le nuove opere concepite per riammodernare questa città, tra cui il bellissimo ponte che congiunge Ostiense e Garbatella, vengono sistematicamente rovinate dall'inettitudine e dalla peracottaggine romana, della mancanza di buon gusto e dalla fame cartellonara. Ci vorranno generazioni per rimediare ai danni procurati dall'invasione di cartelloni.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

RIbadisco proposta di legge popolare o referendum! No ai cartelli dentro l'anello ferroviario, solo paline tutte della stessa forma e dimensioni (identiche) e rimozioni immediate (non la presa per il sedere che se si multano poi prima che vengono rimosse passano anni!!! I vigili come con le macchine devono avere i mezzi per rimuovere immediatamente! Arrivo, se è da multare multo e porto via!!!!! Lo stesso piano proposto da chi si oppone ai cartelloni è ridicolo, praticamente li regolarizza ma li lascia! Perchè? In città solo paline 1mt per 1mt tutte identiche, massimo a 25 metri una dell'altra, parapedonali con possibilità di pubblicità (così la posa e la manutenzione spetta ai privati che possono apporvi locandine pubblicitarie) punto e basta! E' chi lavora che si deve adeguare a Roma, e non il contrario! Abbiamo i mezzi (la partecipazione popolare al governo) ed usiamola, non facciamo sempre e solo i referendum farlocchi, una proposta di legge popolare se raggiunge il quorum non può essere non presa in considerazione!

Anonimo ha detto...

per non parlare degli osceni spartitraffico bianchi e rossi messi sul ponte

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO