DANIELE GIANNINI SEMPRE PIU' PRESIDENTE ANTIDEGRADO! IN CAMPAGNA ELETTORALE LA SUA LISTA CIVICA LANCIA LA CAMPAGNA "MANIFESTI ZERO"! UN ESEMPIO DA IMITARE!

lunedì 20 maggio 2013

Cinque anni spesi a combattere il degrado nelle strade del suo Municipio, con una passione e un impegno più unico che raro. Un filo diretto con i blogger e gli attivisti antidegrado che non si è mai interrotto. A Daniele Giannini va senza alcun dubbio la palma di Presidente Antidegrado! Un riconoscimento conquistato sul campo, giorno per giorno. E' grazie a lui se nel XVIII Municipio (oggi XIII) è stato reso possibile quel modello di attivismo e partecipazione civica che è il "Decoro Day".



Oggi, in campagna elettorale, il Presidente Giannini promette di NON STAMPARE NEANCHE UN MANIFESTO! Si, avete capito bene. Non stiamo parlando di "manifesti abusivi", ma di MANIFESTI e basta! La Lista Civica Giannini Presidente non stamperà né appiccicherà alcun manifesto, in aperto dissenso con la gestione barbara e primitiva della campagna elettorale (plance arrugginite che devastano i marciapiedi) ed il conseguente inutile sperpero di soldi che si porta appresso. La campagna elettorale della lista civica sarà a impatto zero sull'ambiente. Si farà tra la gente, in strada e nelle piazze, sul sito web www.danielegiannini.it e sui social network (dalla pagina facebook a twitter). Speriamo che questa scelta di grande civiltà verrà premiata dai cittadini! E ovviamente chi vive nel XVIII Municipio (oggi XIII) ed ha a cuore il tema del decoro urbano non può non votarlo!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ci fossero stati altri 18 presidenti di municipio così, Roma oggi sarebbe diversa

Anonimo ha detto...

Venerdi' scorso su Romauno si parlava proprio del XIII municipio (ex XVIII) ed era presente un esponente della sinistra di Medici ebbene secondo costui il commercio abusivo e gli insediamenti dei nomadi alla pineta sacchetti non sono un problema, ha detto proprio cosi', evidentemente per la sinistra radicale il modello di citta' a cui ispirarsi e' Calcutta con le sue favelas.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Caro Giannini,il giorno 22 maggio 2013 abbiamo ricevuto una telefonata dall'ATAC dove
ci veniva comunicato che il 4 giugno 2013 sarebbero iniziati i lavori per lo spostamento
delle fermate degli auto ATAC (ben 18 mezzi) davanti al civico 132 di Via di Boccea.
Sono anni che ci promettono lo spostamento di dette fermate ma a tutt'oggi non è successo niente.Queste fermate sono proprio davanti al nostro ingresso (civico 132) e
ogni volta che dobbiamo uscire o entrare nelle nostre abitazioni, dobbiamo litigare con
una massa di persone che stazionano davanti al nostro cancello. T preghiamo di fare
qualcosa perchè non ne possiamo più. Grazie

Anonimo ha detto...

Caro Giannini come mai non si riesce a mandare via gli zingari accampati con i camper in via valcannuta?non e'possibile un degrado cosi.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO