"CAMBIA TUTTO!". MA I MODI CAFONI CON CUI VIENE GESTITA LA CAMPAGNA ELETTORALE A ROMA RESTANO TALI. NUOVA INFILATA DI PLANCE, MARCIAPIEDI TRITURATI!

venerdì 3 maggio 2013

"Cambiamo tutto!" recitano i manifesti. Ecco, si sarebbe potuto cominciare dall'abolire questa cafonata delle plance elettorali. Che non solo sono orrende e degradano in un modo pazzesco l'ambiente urbano, ma danneggiano anche gravemente i marciapiedi. E poi sono pericolosissime! Pensate a un bambino che corre e che ci casca sopra. Le plance, tutte rigorosamente deformate e arrugginite, sono come lame. E poi quei ridicoli zeppetti da sagra paesana, garantiscono che le plance rimangano su senza cadere? Ma qual è la ditta responsabile di una simile pecionata?


Abolire questa ridicola pratica è il primo cambiamento da fare. I manifesti sulle plance non fanno arrivare un euro all'amministrazione, a fronte di spese importanti. A che cazzo servono? La gente giudicasse le persone dalle proprie opere, non dai faccioni sorridenti o dai vuoti slogan da televendite!

1 commenti:

Anonimo ha detto...

LA COSA INACCETTABILE E' CHE IL COMUNE STESSO PAGHI UNA O PIU' DITTE PERCHE' QUESTE DISTRUGGANO I MARCIAPIEDI!!!

E' FOLLIA ALLO STATO PURO!!

Mc Daemon

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO