SCANDALO CAMION BAR: LA COLOSSALE PRESA PER IL CULO PER FAR CREDERE CHE TUTTO CAMBI QUANDO IN REALTA' RESTA TUTTO COM'E'. UN TEATRINO DA QUATTRO SOLDI

lunedì 26 novembre 2012


Qui di seguito l'articolo di Repubblica sullo scandalo bancarellopoli. In neretto evidenziati i punti salienti.

Da Repubblica.it - Otto bancarelle al Colosseo, otto bancarelle e tre camion bar su via dei Fori Imperiali, due camion bar e tre bancarelle in piazza Venezia. Le proposte elaborate dalla commissione congiunta Campidoglio-Mibac col tavolo tecnico sul decoro evidenziano che nell'area archeologica centrale il commercio ambulante di camion bar e bancarelle è stato ridotto ma non del tutto azzerato come invece ribadisce la recente direttiva sul decoro del ministro Lorenzo Ornaghi. In piazza del Colosseo i camion bar vengono eliminati dall'area, rimangono 8 bancarelle delle 14 attuali disposte intorno all'Anfiteatro Flavio.

"Ne tolgono quindi solo 6 che vengono spostate, con altre 2 che sono attualmente in via di San Gregorio davanti al Palatino, in una fila ininterrotta sull'altro lato di via di San Gregorio davanti all'Antiquarium, tutte a pochi metri le une dalle altre - racconta la consigliera Nathalie Naim - A queste si aggiungerebbe un camion bar attualmente davanti all'entrata del Palatino. Una fila quindi di 9 postazioni".

Su via dei Fori imperiali rimangono otto bancarelle. La proposta prevede che 5 bancarelle delle 7 attuali rimangano allo stesso posto, mentre una verrebbe spostata di alcune decine di metri, così come rimangono anche le due bancarelle nell'area vicino al Campidoglio. "Una stranezza è che la bancarella su rimorchio di frutta della famiglia Tredicine in via del Tulliano angolo via dei Fori Imperiali con licenza rilasciata nel '90 per la zona periferica di Roma e poi spostata nel '92 nell'area archeologica senza pareri della soprintendenza sembra non essere considerata dalla proposta".

"Sul fronte camion bar, dei 7 attuali, lì dagli anni '90 senza acquisire il parere della soprintendenza o con parere negativo - precisa Naim - ne rimangono tre, uno di questi davanti alla visuale dei Fori".

Sull'area di piazza Venezia, tra area archeologica, piazza San Marco e Madonna di Loreto, su tre camion bar ne rimangono due, insieme a tre bancarelle: "Il camion bar che verrebbe tolto è quello che occupa abusivamente da anni piazza Venezia sulle strisce pedonali", sottolinea Naim.

"Colpisce il permanere delle bancarelle intorno al Colosseo, area inibita dall'ex Soprintendente Adriano La Regina nel 1986 - riflette Naim - Se questo è un lavoro congiunto con la Soprintendenza archeologica non si capisce perché questa dovrebbe tornare indietro sulle sue posizioni, ribadite dalla Barbera a marzo. Fin dal 1939 le leggi prevedono la tutela di queste aree e il decreto del Mibac consente di liberare definitivamente il Colosseo e via dei Fori Imperiali. Consentire che queste occupazioni permangano è contrario alle leggi".

Eppure, il condizionale in questo piano di riordino è doveroso, perché dopo sei mesi di riunioni tecniche i documenti non sono stati ancora ratificati da atti amministrativi: "Mi è stato specificato dalla Sovraintendenza capitolina che le schede fino ad ora elaborate non sono atti formali ma solo una proposta ancora soggetta a variazioni e che le riunioni si sono svolte in modo informale e non è stato redatto alcun verbale".

(23 novembre 2012)

1 commenti:

Anonimo ha detto...

LOL la foto del bidè, sei un grande xD

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO