CASSONETTI SUI MARCIAPIEDI A VIA DELLA MAGLIANA! LE USANZE BARBARE E PRIMITIVE DELLA CITTA' PIU' INCIVILE DEL PIANETA

giovedì 8 novembre 2012

Passeggiare con un "gradevolissimo" olezzo di immondizia che ti accompagna ovunque tu vada è un "privilegio" che solo Roma può offrire. Passare in quel cunicolo di marciapiede è un po' come varcare le Colonne d'Ercole. Non c'è modo di aggirare l'ostacolo se non passando in mezzo alla strada, rischiando di finire arrotato dalle macchine in corsa. No, niente da fare. Bisogna passare lì in mezzo, tra quei cassonetti pachidermici, sconocchiati ed esanimi come fossero residui bellici, che trasudano liquami ed emanano memorabili esalazioni. Un'esperienza vergognosa che spiega bene quale livello di ignoranza e rozzezza abbiamo raggiunto. Passeggiare per Roma è un calvario, uno strazio, una sofferenza continua. Noi forse non ci rendiamo conto di quanto possiamo apparire selvaggi, primitivi, sporchi agli occhi del mondo civilizzato. Non esiste niente del genere in Europa. Queste scene sono un unicuum italiano. Siamo la vergogna dell'Europa intera. Ed è già tanto che non ci abbiano sbattuto fuori a calci.



Nello specifico, quei cassonetti sono stati messi lì a seguito dell'apertura dell'Almacrì che si trova proprio dietro quel muro giallo che vedete nelle foto. Lì vengono buttati gli scarti del ristorante, lì di notte rovistano i rom (responsabili dello sconocchiamento del cassonetto) alla ricerca di avanzi di cibo da mettere sotto i denti. Scene che fanno rabbrividire e che testimoniano la totale incapacità di regolare una società da parte di chi ci amministra. La soluzione è semplice: anziché disseminare una città intera di esalatori di diossina, l'AMA manda un omino a va recuperare la monnezza direttamente dentro l'Almacrì. Il ristorante è grande abbastanza per ricavare uno spazio interno dove depositare gli scarti in attesa del passaggio dell'omino dell'AMA. Un altro giorno poi magari parliamo della sosta selvaggia del sabato sera proprio davanti a questo ristorante...

2 commenti:

Riommano medio ha detto...

I cassonetti per strada tolgono posti maghina, ben vengano sui marciapiedi, questa cosa andrebbe estesa in tutta Riomma Cappitale.

Anonimo ha detto...

il romano medio non è intelligente è fondamentalmente stupido
gli piace sguazzare in mezzo allo schifo e al disordine
è un masochista ma non sa di esserlo
un povero deficiente

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO