I LIBRI DEL POPOLO: "TOR BELLA C'HA LA BAMBA, LA CHIESA C'HA I SEGRETI, MAGLIANA C'HA LA BAMBA, ER TRULLO C'HA I POETI".

venerdì 30 novembre 2012

Ma davvero sentiamo la necessità di lasciare esprimere questi coglionazzi? Davvero pensiamo che questa sia libertà di espressione, un messaggio rivoluzionario, o semplicemente arte? Possibile che siamo caduti così in basso?

LE STRADE DI ROMA COME CAMPI ROM: RIGURGITANO IMMONDIZIA AD OGNI ANGOLO. L'ELEGANTE QUARTIERE DI VILLA BONELLI.


Siamo nell'elegante quartiere di Villa Bonelli, e questa è la scena a cui quotidianamente gli abitanti assistono: cassonetti inutilizzati (perché strapieni o semplicemente per menefreghismo), attorno un ricettacolo di sacchi neri, scarpe, ciavatte, borse, buttati come capita. Cittadini che vivono come animali, anzi peggio. Scene vergognose, da campo rom. E siamo in uno dei quartieri residenziali più eleganti ella città.


ANCORA BLOG E ASSOCIAZIONI DA SEGUIRE: IL COMITATO SPONTANEO PER L'AMBIENTE, IN PRIMA FILA NELLA LOTTA AL DEGRADO

giovedì 29 novembre 2012


Dal Blog del Co.Sp.A.

I Professionisti del settore scendono in campo per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile!

Co.Sp.A. nasce da un gruppo di lavoratori ama a stretto contatto con l'ambiente urbano in cui operano e, perciò, maggiormente sensibili alle problematiche della raccolta differenziata a Roma ma cono uno sguardo attento a tutte le altre spinose questioni ambientali: dall'inquinamento dell'aria e dell'acqua fino al degrado delle strade dei quartieri e delle aree verdi dove vorremmo vedere giocare in tranquillità i nostri figli. Una visone a 360°. Attraverso le nostre attività cerchiamo di informare e coinvolgere i cittadini per una corretta gestione dei rifiuti e delle risorse ambientali promuovendo uno sviluppo più consono dell'ambiente in cui tutti noi viviamo.

Co.Sp.A. sviluppatosi per la promozione di una più adeguata raccolta differenziata non si occupa solo di questa tematica sempre più rilevante e impellente ai giorni nostri ma, attraverso le proprie iniziative e la collaborazione dei cittadini e delle istituzioni di volta in volta coinvolte si pone lo scopo di migliorare l'ecosistema cui tutti noi apperteniamo. Recuperare i nostri rifiuti trasformandoli in nuovi materiali, in energia riutilizzabile, in compostaggio, vuol dire non solo vivere in un ambiente salubre e sicuro ma anche risparmiare energia e renderci più indipendenti dall'approvviggionamento estero dispendioso, rilanciando la nostra economia e uno sviluppo ecosostenibile. Per questo e molto altro è nato Co.Sp.A : aiutateci a valorizzare la Natura.

Possono iscriversi (clicca) al Co.Sp.A. tutti i lavoratori del settore ambientale pubblico e privato, ma anche i cittadini, Comitati e Associazioni interessati che vogliono partecipare alla vita attiva del Comitato. Ridurre riutilizzare riciclare recuperare è trasformare non buttare ed è soprattutto rispettare l'ambiente e noi stessi.

SABATO SCORSO E' STATA UNA GRANDE GIORNATA DI IMPEGNO CIVICO! XI DECORO DAY & VIII CLEAN UP INSIEME NEL XVIII MUNICIPIO! I REPORT DI STEFANO E LES


Sabato 24 si è svolto all'Aurelio l'XI Decoro Day assieme all'VIII Clean-UP! Con l'aiuto dell'AMA ed il supporto dei PICS abbiamo ripulito strade, piantato un albero, cancellato scritte sui muri e defisso manifesti abusivi. Tante le associazioni ed i cittadini presenti, venuti anche da altri quartieri, molti i residenti che chiedevano informazioni su quanto stava accadendo, insomma dal nostro punto di vista una bella giornata di impegno civico, ed è stato bello vedere tante divise diverse lavorare assieme per ridare un po' di dignità a questa povera città. Ci sono state però anche delle critiche con le quali dobbiamo confrontarci come "movimento antidegrado" (per migliorarsi è importantissimo ascoltare anche il punto di vista degli altri!). Non è la solita critica che talvolta ci fa il traslocatore o il centro sociale quando stacchiamo i loro adesivi o i loro manifesti. Stavolta la critica ci viene da un importante partito nazionale, quindi da tenere doppiamente in considerazione. Molti tra i manifesti rimossi dagli arredi urbani (affissi il giorno precedente) appartenevano al PD. Il responsabile del circolo PD Aurelio è venuto di persona a spiegarci che con tali azioni impedivamo il diritto ai cittadini ad essere informati su dove era possibile votare per le primarie. Ha spiegato inoltre che il bollo non è necessario in quanto esiste un vuoto normativo in materia di affissioni a causa del quale il PD Roma, tramite i suoi avvocati, non ha pagato finora un euro di multa. Inoltre la necessità di affiggere anche al di fuori degli spazi previsti è nata dall'emergenza delle primarie. Ha comunque garantito che tali affissioni, presenti per tutto il quartiere, verranno rimosse terminata l'emergenza. Naturalmente quanto da me riportato come persona presente alla conversazione può essere stato frainteso, il circolo PD ha naturalmente la possibilità di rettificare o meglio specificare il tutto. E' importante che su questi temi ci sia la massima chiarezza in quanto se il movimento antidegrado vuole porsi come interlocutore con i partiti per promuovere la tematica del decoro in città sappia precisamente le intenzioni di ciascuno. A titolo di cronaca, il giorno successivo le affissioni tolte sono state rimesse. (Stefano)





Sabato scorso, per la prima volta, si sono uniti il Decoro Day (alla sua undicesima edizione) organizzato dal XVIII municipio, e il Clean-UP! della Fondazione Insieme per Roma e Retake Roma, con la partecipazione dei cittadini, associazioni e blog antidegrado, i volontari del XVIII Municipio e il supporto dell'AMA. Da Piazza Irnerio alla stazione Valle Aurelia, passando per Via Baldo degli Ubaldi, volontari e semplici cittadini hanno dato il loro contributo al decoro della zona, defiggendo affissioni abusive, spazzando i marciapiedi e le strade, raccogliendo i rifiuti abbandonati e parlando con gli abitanti sensibilizzandoli al rispetto della città. Oltre a questo, sono stati potati alberi e siepi sullo spartitraffico e si è piantato un albero sul marciapiede, con la collaborazione del presidente Giannini, come sempre presente all'iniziativa. Infine, sono stati rimossi i manifesti politici abusivi che ricoprivano lo spazio legale per graffiti sotto al ponte di Via Angelo Emo. Il Decoro Day & Clean-UP! è stato l'ennesimo successo a dimostrazione della vitalità del movimento antidegrado e delle istituzioni che lo appoggiano, coscienti che il decoro urbano è la priorità per restituire a Roma la sua dignità, il suo prestigio e la sua bellezza. (Les)













MARUCCIO, CHI ERA COSTUI? ROMA FA SCHIFO PESCA UNA FOTO DI DUE ANNI FA CHE SPIEGA BENISSIMO PERCHE' NON BISOGNA VOTARE CHI PRATICA AFFISSIONI ABUSIVE SUI MURI

mercoledì 28 novembre 2012

Ecco una foto scattata a Via Nazionale, sulle mura di Villa Aldobrandini, poco prima di un intervento di stacchinaggio organizzato da Riprendiamoci Roma, Degrado Esquilino, Roma fa Schifo e Tolleranza Punto Zero. Noi cittadini stacchini ve lo avevamo detto per tempo, NON VOTATE CHI PRATICA AFFISSIONI ABUSIVE! Perché non ci avete dato ascolto?

IL DOCUMENTARIO SUI WRITERS CHE STA GIRANDO PER IL WEB. CANI SCIOLTI CHE DISTRUGGONO ROMA NEL MENEFREGHISMO GENERALE. SENTITE COSA RACCONTANO...



"Roma è una scena molto ambita, molto conosciuta, per due fattori. Uno sicuramente è il lato stilistico, perché a Roma ci sono stati dei writer che sono stati estremamente innovativi, dando un approccio molto diverso al writing. Questo sicuramente è stato possibile grazie al fatto che la metro di Roma, eccetto per brevi periodi, specie la metro B ha sempre girato dipinta. Questo ovviamente è il massimo per qualsiasi writer che dipinge illegalmente perché sai, è il playground ideale. C'è stato questo gruppo di writer a Roma che in particolare ha adottato un approccio estremamente violento alla questione, ossia loro non gli interessava fare una cosa così una volta ogni tanto, ma per anni anni e anni hanno distrutto totalmente la linea".

Tra le mille cose allucinanti che vengono raccontate in questo video, vorrei soffermarmi sulla frase in neretto. IL MOTIVO PRINCIPALE PER CUI ROMA E' COSI' AMBITA E' CHE QUANDO I WRITERS INSOZZANO NESSUNO PULISCE! Meditate gente, meditate.

LA FONTANA NON E' ILLUMINATA MA I BIDONI DELLA MONNEZZA SI! SUPERCAFONATA A ROMA, HANNO MESSO TRE BIDONI ADDOSSO A UNA FONTANA! MA NON SI VERGOGNANO?

martedì 27 novembre 2012
Ennesimo capolavoro trash dell'AMA. Attorno alla Fontana dell'Acqua Paola ormai al buio da mesi assistiamo alle solite scenette supercafone a cui Roma ormai da tempo ci ha abituato. Oltre all'immancabile auto in sosta selvatica addirittura ADDOSSO alla fontana (sistematicamente ignorata dalla Municipale) come non notare quei tre ridicoli, dementi cassonetti della monnezza, osceni residuati bellici incomprensibilmente piazzati su uno dei lati del monumento, QUESTI SI, ILLUMINATI DA NON UNO, BENSI' DUE FARI! E pensare che da qui, da quella scalinata che vedete nella foto, si accede a una piccola arena in cui d'estate si organizzano concerti di musica classica. Che altro dire? Viviamo in una città infestata da bestie selvagge. Una città in cui i monumenti vengono lasciati morire per mesi e mesi perché non si riesce nemmeno a cambiare una lampadina e addirittura vengono contornati da immondizia. Vergognatevi tutti!

LA FONTANA DELL'ACQUA PAOLA AL BUIO DA MESI PERCHE' NESSUNO MUOVE IL CULO PER CAMBIARE UNA CAZZO DI LAMPADINA!





Una delle più belle e romantiche fontane di Roma si trova sul Colle del Gianicolo e domina uno dei piazzali panoramici più straordinari del mondo. Stiamo parlando della Fontana dell'Acqua Paola, volgarmente chiamata "Er Fontanone" dal popolo di peracottari che abitano questa città. Ebbene, questo luogo meraviglioso, che in qualsiasi altro angolo del pianeta sarebbe un fantastico piazzale romantico dove poter passeggiare, qui a Roma è semplicemente ridotto a una strada di passaggio. Ci passano le maghine, proprio davanti a questa meravigliosa fontana. D'estate, nello slargo dietro ai fornici, si tengono i concerti di musica classica di FontanonEstate, tra rumori di clacson e motori. Una vergogna. Ma quello che vogliamo segnalarvi qui è qualcosa di ancora più agghiacciante e incomprensibile. La fontana infatti è parzialmente al buio da settimane, se non mesi! Come potete vedere dalla foto, scattata senza flash, è illuminata solo la parte bassa, a pelo d'acqua, mentre tutta la sagoma marmorea è al buio. Basta girarsi per capire l'origina del problema: una lampadina fulminata. Una cazzo di lampadina fulminata! Uno dei monumenti più affascinanti di Roma (quando è illuminata la fontana si vede anche dal lungotevere e perfino da alcune prospettive di Trastevere) lasciato così, al buio, per colpa dell'indolenza, della sciatteria, del menefreghismo romano.

Un problema di pigrizia oppure mancano i soldi pure per cambiare una lampadina? Un problema burocratico? Non lo sappiamo. Fatto sta che il piazzale, come potete ben vedere, è totalmente deserto. Una desolazione unica. Guardate le panchine, tristemente vuote.

SCANDALO CAMION BAR: LA COLOSSALE PRESA PER IL CULO PER FAR CREDERE CHE TUTTO CAMBI QUANDO IN REALTA' RESTA TUTTO COM'E'. UN TEATRINO DA QUATTRO SOLDI

lunedì 26 novembre 2012


Qui di seguito l'articolo di Repubblica sullo scandalo bancarellopoli. In neretto evidenziati i punti salienti.

Da Repubblica.it - Otto bancarelle al Colosseo, otto bancarelle e tre camion bar su via dei Fori Imperiali, due camion bar e tre bancarelle in piazza Venezia. Le proposte elaborate dalla commissione congiunta Campidoglio-Mibac col tavolo tecnico sul decoro evidenziano che nell'area archeologica centrale il commercio ambulante di camion bar e bancarelle è stato ridotto ma non del tutto azzerato come invece ribadisce la recente direttiva sul decoro del ministro Lorenzo Ornaghi. In piazza del Colosseo i camion bar vengono eliminati dall'area, rimangono 8 bancarelle delle 14 attuali disposte intorno all'Anfiteatro Flavio.

"Ne tolgono quindi solo 6 che vengono spostate, con altre 2 che sono attualmente in via di San Gregorio davanti al Palatino, in una fila ininterrotta sull'altro lato di via di San Gregorio davanti all'Antiquarium, tutte a pochi metri le une dalle altre - racconta la consigliera Nathalie Naim - A queste si aggiungerebbe un camion bar attualmente davanti all'entrata del Palatino. Una fila quindi di 9 postazioni".

Su via dei Fori imperiali rimangono otto bancarelle. La proposta prevede che 5 bancarelle delle 7 attuali rimangano allo stesso posto, mentre una verrebbe spostata di alcune decine di metri, così come rimangono anche le due bancarelle nell'area vicino al Campidoglio. "Una stranezza è che la bancarella su rimorchio di frutta della famiglia Tredicine in via del Tulliano angolo via dei Fori Imperiali con licenza rilasciata nel '90 per la zona periferica di Roma e poi spostata nel '92 nell'area archeologica senza pareri della soprintendenza sembra non essere considerata dalla proposta".

"Sul fronte camion bar, dei 7 attuali, lì dagli anni '90 senza acquisire il parere della soprintendenza o con parere negativo - precisa Naim - ne rimangono tre, uno di questi davanti alla visuale dei Fori".

Sull'area di piazza Venezia, tra area archeologica, piazza San Marco e Madonna di Loreto, su tre camion bar ne rimangono due, insieme a tre bancarelle: "Il camion bar che verrebbe tolto è quello che occupa abusivamente da anni piazza Venezia sulle strisce pedonali", sottolinea Naim.

"Colpisce il permanere delle bancarelle intorno al Colosseo, area inibita dall'ex Soprintendente Adriano La Regina nel 1986 - riflette Naim - Se questo è un lavoro congiunto con la Soprintendenza archeologica non si capisce perché questa dovrebbe tornare indietro sulle sue posizioni, ribadite dalla Barbera a marzo. Fin dal 1939 le leggi prevedono la tutela di queste aree e il decreto del Mibac consente di liberare definitivamente il Colosseo e via dei Fori Imperiali. Consentire che queste occupazioni permangano è contrario alle leggi".

Eppure, il condizionale in questo piano di riordino è doveroso, perché dopo sei mesi di riunioni tecniche i documenti non sono stati ancora ratificati da atti amministrativi: "Mi è stato specificato dalla Sovraintendenza capitolina che le schede fino ad ora elaborate non sono atti formali ma solo una proposta ancora soggetta a variazioni e che le riunioni si sono svolte in modo informale e non è stato redatto alcun verbale".

(23 novembre 2012)

PIAZZA VENEZIA E' ORMAI UN SUQ DA QUARTO MONDO! LA GROTTESCA MANGIATOIA DELLA MAFIETTA ROMANA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI





Scene semplicemente grottesche. Piazza Venezia è ormai ridotta a un demenziale, ignobile suq da quarto mondo. Una sfilza infinita di marocchini si spartiscono il territorio pezzo per pezzo, sistemandosi in bella vista su tutto il percorso pedonale con i loro trespoli di cartone per esporre la propria merce contraffatta arrivata a Roma chissà come e chissà da dove. Senza autorizzazioni, senza aver pagato una lira di tasse, si piazzano lì e vendono merce tarocca della peggior specie. Un business colossale che si sta mangiando tutta la città E LA MUNICIPALE PASSA E IGNORA! Da chi hanno ricevuto l'ordine di far finta di nulla? EH? Guardate che scene vergognose. Una vera e propria mangiatoia a cielo aperto di bassissimo livello. Volgarità che solo a Roma è possibile osservare. La vecchina chinata col rosario sulle mani e il santino sul piatto di plastica è ovunque. Ce ne sono a centinaia buttate per terra in ogni angolo del centro. Sono anni che denunciamo questo schifo e per anni chi dovrebbe reprimere queste porcate se ne è allegramente fregato. Disposti a tutto, perfino a sopportare uno stillicidio quotidiano di denunce, foto spiattellate ai media, plateali figure di merda, pur di difendere questo business, semplicemente ignorandolo e facendo finta che non esiste. Come i musicanti del Titanic che suonavano mentre la nave affondava. Presto tutto questo finirà, e nel modo peggiore possibile.

PRIMARIE PD: RICORDATEVI DI NON ANDARE A VOTARE! SOLO COSI' CAPIRANNO CHE INCARTARE ROMA NON SERVE A UN CAZZO!

sabato 24 novembre 2012


Questa domenica ricordatevi di NON andare a votare! Una bella passeggiata in centro, una bella gita fuori porta, ma, mi raccomando, disertate i gazebo! Solo così capiranno che le affissioni abusive sortiscono l'effetto contrario a quello sperato. Non andata a votare. Risparmierete anche un euro.

SCORDATEVI I TACCHI A SPILLO, PASSEGGIARE PER ROMA SIGNIFICA RISCHIARE L'OSSO DEL COLLO! LAVORI PUBBLICI FATTI CON I PIEDI

venerdì 23 novembre 2012
I sampietrini "alla romana"

Passeggiare per Roma è come addentrarsi in una selva. Guardate in che modo sono ridotti i sampietrini. Immaginatevi una vecchina, che rischia il femore (se va bene) o addirittura l'osso del collo (se va male) semplicemente cammminando per le strade del centro storico. Immaginatevi un povero coglione che decidesse di andare in bici. Per le donne, rigorosamente vietata la scarpa col tacco. Una vergogna. Gli antichi romani furono i primi a costruire le strade con tecniche all'avanguardia. I moderni romani non riescono nemmeno a infilare quattro serci in maniera corretta e garantirne la funzionalità per qualche decennio. Alla prima pioggia salta tutto per aria. Sta ridotta meglio l'Appia Antica.

ENNESIMO DOSSIER SULLE VERGOGNE ROMANE: PARCHEGGIARE "NDO COJO COJO", E AL RITORNO NON TROVARE NEMMENO UNA MULTA! #SOLOAROMA

giovedì 22 novembre 2012


Altre foto che testimoniano il barbaro modus parcheggiandi romano. Il livello di selvaticità di queste foto sfiora il grottesco. Siamo in Via della Magliana, nel raggio di 50 metri ci sono ben 5 autovetture posteggiate sul marciapiede. Inutile dire che nessuna di queste aveva la benché minima traccia di una multa sul cruscotto. MA I VIGILI URBANI, CHE CONOSCONO BENISSIMO LA SELVATICA USANZA CHE C'E' DA QUESTE PARTI, DOVE SONO? COSA FANNO? PERCHE' NON LAVORANO? Domande che probabilmente non avranno mai  una risposta. Siamo all'anarchia più totale. Facciamo un po' come cazzo ci pare!

LA SCALINATA RESA INUTILIZZABILE DALLA SMART IN SOSTA E DAL SUV SUPERCAFONE. OVVIAMENTE NESSUNA MULTA. #SOLOAROMA



Scenari a cui siamo purtroppo abituati. Qui una scalinata a Trastevere resa totalmente inutilizzabile a causa di due auto in sosta fuori dalle strisce blu. Anche qui, la causa dell'abuso è la mancanza di un arredo urbano atto a proteggere la scalinate. Passano gli anni, i lavori pubblici si susseguono, ma i problemi non si riesce mai a risolverli. E' un problema culturale.

SABATO PROSSIMO TENETEVI LIBERI: "DECORO DAY" & "CLEAN-UP!" PER LA PRIMA VOLTA INSIEME! OVVIAMENTE AL XVIII MUNICIPIO

mercoledì 21 novembre 2012


Sabato mattina tenetevi liberi, perché si preannuncia una giornata davvero ricca di iniziative! Per la prima volta il CLEAN-UP! organizzato da Retake Roma e dalla Fondazione Insieme per Roma si svolgerà in concomitanza con il Decoro Day nel XVIII Municipio!

Sabato 24 novembre alle ore 10 appuntamento in Piazza Irnerio (angolo Via Boccea) per l'ottavo CLEAN-UP! Giovani romani e non, cittadini e volontari, insieme hanno deciso di rimboccarsi le maniche per combattere il degrado e diffondere una cultura del FARE e del MANTENERE. Giovani, bambini, anziani, genitori, insegnanti che hanno ripulito chilometri di muri, scalinate, vetrine, angoli della città completamente imbrattati da scritte, micro affissioni e rifiuti.

CLEAN-UP Creare Arte SI… Vandalismo NO non si ferma! Non arrenderti anche tu e riappropriamoci di questa meravigliosa città!

CLEAN-UP Creare arte SI...Vandalismo NO! è una iniziativa promossa dalla Fondazione Insieme per Roma e da Retake Roma

Ottavo appuntamento realizzato grazie alla collaborazione di:
- Associazione Basta Cartelloni Francesco Fiori
- Cittadinanzattiva
- CO.SP.A. Comitato Spontaneo per l’Ambiente
- Riprendiamoci Roma
- Romaltruista
- Volontari del XVIII Municipio

e al supporto di:
- AMA S.p.A.
- XVIII Municipio Roma Aurelio

Vi aspettiamo numerosi! Metro A - Fermata Baldo degli Ubaldi

LA MODA IMPAZZA PER TUTTA ROMA: DAGLI AL BIDONE, BUTTALO PER TERRA! I GIOCHI DEI GIOVANI BARBARI CHE INFESTANO ROMA?


Ancora non siamo riusciti a capire il senso di questa cosa. Se si tratti cioè di un nuovo gioco oppure se sia tutta opera di rom o sbandati che rovesciano e sconocchiano i cassonetti per poterci rovistare meglio dentro. Fatto sta che assistere a simili scene, nel 2012 e in una capitale europea, è qualcosa di semplicemente inaccettabile. Questa città ha condizioni igieniche talmente infime da far temere malattie ottocentesche, come il colera o la leptospirosi. A Marconi sono arrivati i topi, e di questo dobbiamo ringraziare l'AMA e il suo demenziale servizio di raccolta rifiuti. Ma tutta la città rischia di fare la stessa fine. I cassonetti per le strade devono sparire! Sono un attentato alla salute, esteticamente fanno vomitare e impediscono qualsiasi forma di differenziazione dei rifiuti. Vergogna!

ORRORE E DEVASTAZIONE AL GIANICOLO: QUANDO PENSI DI AVER VISTO IL PEGGIO DEL PEGGIO, ROMA RIESCE A SORPRENDERTI... IN NEGATIVO! I TRATTURI DI MONTEVERDE

martedì 20 novembre 2012


Continua il nostro viaggio dell'orrore lungo i tratturi di Monteverde Vecchio, uno dei quartieri più eleganti e nobili di Roma. Guardate cosa non c'è in questi 20 metri di "marciapiede". Sembra che ci abbiamo sganciato sopra una granata. SCENARI CHE NEMMENO A BAGHDAD. Marciapiede triturato, letteralmente sbriciolato, piatti di plastica per dar da mangiare ai gatti, abbandonati. Un roulotte di un senzatetto. Bidoni della monnezza che quasi chiudono il passaggio, ostruendo il marciapiede e costringendoti a fare una gimcana tra atroci miasmi ed esalazioni malsane. Condividete questo schifo.

I TRATTURI DI MONTEVERDE VECCHIO: UNO DEI QUARTIERI NOBILI ED ELEGANTI DELLA CITTA' RIDOTTO A UNA FAVELA BRASILIANA!



Monteverde Vecchio è senza dubbio uno dei più bei quartieri di Roma. Palazzi e villette nobiliari, bei negozi, tanto verde, il Gianicolo e Villa Pamphili a due passi. Un appartamento d'epoca in queste strade arriva tranquillamente a superare il milione di euro. Qui siamo all'angolo tra Via Carini e Via Poerio, proprio sotto alle Mura Gianicolensi. Guardate in quali tremende condizioni di degrado versano i marciapiedi. Una roba indegna di una favela brasiliana, SIAMO IN UN VERO E PROPRIO TRATTURO! Il livello di devastazione è talmente alto da risultare quasi grottesco. Asfalto in condizioni pietose, sampietrini sconocchiato, crateri enormi, foglie secche, fango, melma, immondizia. C'è di tutto in questo minestrone di schifo. Ma ai residenti sta bene tutto questo? Gli sta bene pagare fior di appartamenti, IMU da rapina, per vivere in un quartiere ridotto come un qualsiasi fogna di Calcutta?

ANCORA CASSONETTI BUTTATI A TERRA: LO "SCONOCCHIA IL BIDONE" E' DIVENTATO IL GIOCO DEFINITIVO DI MODA A ROMA!

lunedì 19 novembre 2012

Ennesimo cassonetto rovesciato: ormai a Roma sta diventando una moda. Abbiamo cresciuto una generazione di Unni e questi sono i risultati. Bestie, che la notte si divertono a devastare la città. Nella foto notare anche il campionario di orrori tipicamente romani. Monnezza, macchie di vernice e percolato, tags, affissioni abusive (di altissimo livello: "compro appartamento, pago in contanti"), auto in doppia fila, ecc. Che città di merda.

LA FERMATA DELL'AUTOBUS SCONOCCHIATA E INCRICCATA DAI VANDALI: STA COSI' DA MESI, IN ATTESA DI CASCARE IN TESTA A QUALCUNO!



La fermata dell'autobus incriccata dai vandali, piegata a 45°, se ne sta lì da mesi, in attesa di cascare in testa a qualcuno, fracassandogli il cranio. Nessuna segnalazione è arrivata, o se è arrivata, chi di dovere se ne è allegramente fregato. Forse non ci sono i soldi per ripararla, quei soldi li abbiamo già spesi.

MONNEZZA MONNEZZA! E VIUUULEEENZA DILAGANTE! IL CONSUETO BOLLETTINO DI GUERRA SETTIMALE FOTOGRAFA UNA CITTA' ALLO SBANDO. TRA GIUNGLA E FAR WEST

sabato 17 novembre 2012


Rassegna stampa ricca di orrori. Cala il livello del Tevere dopo la piena e riemergono i rifiuti. Chissà per quanto tempo resteranno in bella vista.

Il perfetto biglietto da visita per il turista in arrivo a Roma: Fiumicino annega nella monnezza per lo sciopero degli addetti alla pulizia. Scene raccapriccianti.

In barba alla tanto sbandierata sicurezza, a Roma crescono i delitti! Secondo il rapporto, presentato dall'assessore agli Enti locali e sicurezza Giuseppe Cangemi, dal 2006 sono aumentati stupri e crimini legati alla droga. Nella Capitale quasi ventimila reati in più. Litorale e provincia le zone più a rischio.

Un esempio fresco fresco che testimonia tutto il degrado morale e sociale di Roma: Omicidio a Roma, fermata una guardia giurata. "Ha ucciso un romeno per una squillo contesa". Il 25enne freddato in pieno giorno nel quartiere Prati Fiscali.

Un altro esempio del livello animale raggiunto da Roma: Ottantaduenne presa a bastonate per una banale lite condominiale. L'anziana è in gravi condizione all'ospedale San'Andrea. E' stata picchiata dalla vicina di 38 anni, ora arrestata, che l'ha lasciata in una pozza di sangue sul pianerottolo.

Un ulteriore esempio: Ostia, ragazzino di 13 anni accoltellato davanti a scuola. La vittima è un romeno, aggredito da un connazionale di 16 anni. Alle origini dell'episodio probabilmente una lite per una bibita.

Colpiscono i futili motivi, segno di una barbarizzazione della società ormai incontrollata. IL DEGRADO URBANO GENERA DEGRADO SOCIALE.

Infine un appello: "Tutti a cena alla Locanda dei Girasoli, il locale dei giovani disabili non deve chiudere".

WE WANT YOU! IL TUO QUARTIERE FA SCHIFO? INVIACI LE FOTO DENUNCIA, VERRANNO PUBBLICATE SUL NOSTRO BLOG!

venerdì 16 novembre 2012

Questo blog vive e funziona anche grazie alle TUE segnalazioni. Non rassegnarti a vivere nel degrado, sommerso di monnezza come gli animali. Scendi in strada e documenta lo schifo del tuo quartiere! Le condizioni indegne in cui ti costringono a vivere! Clicca qui e inviaci le tue foto denuncia, le pubblicheremo qui sul blog. E condividete i nostri post sulle vostre bacheche facebook!

Riprendiamoci Roma

PASSA IL TEMPO, LA SITUAZIONE NON CAMBIA: HANNO RIPRISTINATO IL POLLAIO, E IL CARTELLO DEL BAMBINO GESU' STA ANCORA LI' PER TERRA! NESSUNO MUOVE IL CULO?


La storia la conoscete. Un cancello rotto, e da più di un mese (almeno) il Gianicolo è ridotto in queste condizioni sconce. L'emblema della peracottaggine romana si sublima in queste immagini emblematiche. Invece di aggiustare il portone, un lavoretto di qualche ora, si è preferito allestire un demente pollaio arancione per transennare l'area, in attesa di non si sa bene cosa, che si trovino i due spicci per pagare il fabbro o che qualcuno forse si decida a muovere il culo. Fatto sta che ogni giorno, da settimane, facciamo una immane figura di merda con i migliaia di turisti che affollano la passeggiata panoramica più bella di Roma. Sono passate 5 settimane esatte dalla nostra prima segnalazione (il 10 ottobre), da quando cioè abbiamo avvistato il pollaio per la prima volta. Rispetto ad allora c'è stato un ulteriore sviluppo. Il pollaio è stato allargato, forse per ospitare altre galline, mangiandosi anche il passaggio pedonale, con il risultato che ora, di notte, un avventore deciso ad entrare a piedi al Gianicolo deve rischiare la vita tuffandosi nel passaggio riservato alle auto e sperando di non essere asfaltato. E siccome il degrado porta sempre con sé altro degrado, la sostanziale chiusura del passaggio pedonale ha di fatto regalato altri tre posti auto improvvisati ai cafoni della sosta selvatica.













In una segnalazione successiva (datata 22 ottobre) vi avevamo mostrato le immagini del pollaio vandalizzato, con gli spunzoni di ferro (pericolosissimi!) rimasti piantati in terra e le reti arancioni e le fettucce abbattute. Ebbene, a quanto pare è stato mandato qualcuno a risistemare il pollaio, ma del fabbro per aggiustare il portone ancora nessuna traccia. Ovviamente le fettucce sgarrate sono state lasciate lì per terra.




Ma non è tutto. La nostra seconda segnalazione, quella relativa al cartello dell'Ospedale Bambino Gesù, ha sortito il seguente effetto:


Il cartello è stato sollevato da terra e appoggiato a un palo. Qui il lavoretto sarebbe stato di pochi secondi (bastava avvitare un cazzo di bullone), e invece ancora niente. Dopo quasi due settimane.

E A TORREVECCHIA L'ASSOCIAZIONE NOI X ROMA RIPULISCE UN PARCHEGGIO E UN'AREA VERDE! LA LOTTA AL DEGRADO NON SI FERMA

giovedì 15 novembre 2012


Queste immagini ce le manda Stefano, reduce da un veloce blitz a Via Torrevecchia, dove l'Associazione Noi X Roma ha organizzato un evento di pulizia. E' stata ripulita una vasta area di parcheggio in Via di Torrevecchia, la bonifica di aree verdi adiacenti (totalmente invase da rifiuti di ogni genere) e il taglio delle siepi. All'iniziativa, che ha visto la partecipazione di una cinquantina di volontari, ha partecipato anche Daniele Giannini, oltre ad alcuni consiglieri del XVIII Municipio, co-promotori dell'iniziativa.

Il fatto che vi siano attivisti politici che in tempi di prossime elezioni si attivano per pulire piuttosto che per sporcare (attaccando manifesti abusivi), è un segnale molto importante. Speriamo che sia la volta buona, e che anche i politici capiscano che pulire piuttosto che sporcare paga (anche elettoralmente).



ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO