Le immagini della nona edizione del Decoro Day nel XVIII Municipio. Tra impegno civico e progetti di recupero, il Parco del Pineto deve tornare a vivere.

venerdì 5 ottobre 2012












Sabato scorso si è tenuta la nona edizione del Decoro Day nel XVIII Municipio. Come testimoniano le foto (altre le trovate nell'articolo di Basta Cartelloni) è stata una bellissima giornata di impegno civico. Ecco, in sintesi, gli interventi effettuati al Parco del Pineto:

  • Pulizia radicale di una vasta area con raccolta di grandi quantità di rifiuti (come potete vedere dalle foto ho trovato pure una cassaforte smurata addirittura con gli stop divelti dal muro);
  • Sfalcio dell'erba (con i mezzi dell'AMA) DOPO aver raccolto i rifiuti per evitare il loro trituramento come accaduto in passato. Abbiamo liberato una vasta area che potrà ora essere utilizzata per passeggiare o per giocare e soprattutto sarà sottratta a bivacchi improvvisati di personaggi equivoci, diciamo così;
  • Potatura di piante sotto le cui chiome si svolgevano attività di prostituzione maschile;
  • Sensibilizzazione dei cittadini che in alcuni casi si sono uniti a noi.





















Finalmente è intervenuto il presidente di RomaNatura Livio Proietti accompagnato da ben due guardiaparco di Romanatura (ente che ha in gestione il Parco regionale Urbano del Pineto). Il presidente Proietti, colpito dalla cospicua partecipazione di cittadini, ha promesso:

  • VIGILANZA da parte dei guardiaparco anche per dissuadere gli accampamenti abusivi, l'aggregarsi di bande di disperati e l'abbandono di rifiuti da parte degli utenti del parco;
  • CASSONETTI PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI nell'area prospiciente l'ingresso di Via Albergotti, che è sempre la più sporca anche a causa dei bivacchi di gruppi di senza fissa dimora perennemente ubriachi e a volte molesti;
  • PERIODICO taglio dell'erba per scoraggiare accampamenti di fortuna e traffici illeciti e per abbellire la parte più frequentata del parco.

Abbiamo presentato le nostre proposte:

  • Realizzazione di orti urbani da affidare ad anziani del quartiere;
  • Sistemazione di alcuni sentieri che potrebbero trasformarsi in piste ciclabili in terra battuta di collegamento con la Stazione di Valle Aurelia (dove poi andrebbero collocate delle rastrelliere);
  • Aumento delle visite guidate per migliorare la vivibilità del Parco anche in zone poco frequentate e prese d'assalto dai recuperanti che ci costruiscono alloggi di fortuna vivendo in condizioni igieniche spaventose.
Il Parco finalmente ripulito

Ha partecipato anche il dott. Marco Visconti, omonimo dell'assessore, che ha promesso un rapidissimo intervento per salvare la caratteristica palma aggredita dal maledetto punteruolo rosso. Daniele Giannini mi ha comunicato che verrà eseguito un sopralluogo per valutare gli interventi da fare.

Infine a giorni farò un sopralluogo in Largo Boccea per organizzare la piantumazione della quercia in ricordo del caro Francesco Fiori nell'aiuola centrale della piazza. Vorrei organizzare la cosa per Sabato 13 ottobre a un anno dalla scomparsa del nostro amico.

Un abbraccio a tutti! (Franco)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Complimenti ancora !

Anonimo ha detto...

Iniziative ottime, ma non credete che recintando il parco sarebbe possibile risolvere il problema all'origine?

Simona Puddu ha detto...

I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 55.000€ senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO