Scandalo Bancarellopoli a Piazza di Spagna

venerdì 13 luglio 2012

C'era da aspettarselo che presto o tardi sarebbe successo. I pataccari hanno invaso Piazza di Spagna. Per la precisione, si sono piazzati a Piazza Mignanelli, davanti alla facciata barocca (berniniana) del Palazzo di Propaganda Fide e proprio sotto alla Colonna dell'Immacolata. Come mostra il post di Malaroma, un osceno, abominevole banchetto adibito alla vendita di monnezza, con annessa discarica di ferraglia, stampelle e cartoni di banane, da qualche tempo staziona in questo pregiatissimo angolo del centro storico di Roma. Uno dei quadranti più eleganti del mondo, tempio della moda e del lusso, nonché dell'arte e della cultura barocca. Uno scandalo colossale che non può rimanere impunito. Chi li ha autorizzati a insudiciare uno degli angoli più preziosi di Roma? Il Comune? Venditore di calzini, mutande, borsette, cappelli e patacche. Fuori dalle palle. (foto by Malaroma Blog)

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho visto Berlino, Parigi, Londra, Helsinki, ma anche Milano e Trento: solo nella Roma di Alemanno succede ancora questo schifo da terzo mondo.

Anonimo ha detto...

Noooooooooooooooooooo non è possibile! Che qualcuno gli dia fuoco!

Fabrizio ha detto...

Vorrei segnalare lo stato INDEGNO di un Paese civile che hanno le stazioni della Roma-Lido (Vitinia, Acilia ecc.)...
a parte i treni senza aria condizionata, che offrono un viaggio insopportabile, e indegno di una città europea (ma che figura ci facciamo coi turisti che vanno a Ostia Antica?),
ma è mai possibile che una città intera sia schiava di quattro imbecilli coi brufoli che si fanno chiamare writers? E non mi dite che sono mille persone perchè vedo quasi sempre le stesse tag....io non approvo certo la mafia e la camorra ma almeno è comprensibile, anche se non giustificabile, che la gente abbia paura di loro, sono migliaia di persone e armate...ma come è possibile che una città invece, con migliaia di vigili urbani, si sia arresa a 10-20 imbecilli armati di bomboletta?

Anonimo ha detto...

In estate i treni sono peggio dei vagoni bestiame

Les ha detto...

OT Fabrizio hai confermato il mio sospetto riguardo alle stazioni della Roma-Lido, vedendo com'erano ridotti i treni che per la maggior parte costituiscono la sua flotta: risalenti a 20 anni fa, pieni di graffiti e senz'aria condizionata. Non uso quella tratta da molti anni, speravo che le stazioni fossero migliorate, senza crederci, ma ora lo so: fanno ancora schifo.

Che dire: l'Assessorato al Turismo che fa? I lavori pubblici? E il presidente del XIII municipio? Tutti completamente indifferenti a questa colossale figura da stracciaroli pezzenti ignorantoni che stiamo facendo con i turisti di tutto il mondo, oltre al pessimo servizio che danno ai loro cittadini?

Di questi ultimi, chissà quanti contribuiscono al degrado delle stazioni gettando rifiuti sui binari, scrivendo sui muri, attaccando manifesti...

ROMA 2012: IL PEGGIOR WATERFRONT D'EUROPA.

Fabrizio ha detto...

Caro Les ti garantisco che qualche anno fa le stazioni della Roma Lido erano abbastanza pulite, questa idiota moda degli scarabocchi è scoppiata credo da non troppi anni

Fabrizio ha detto...

e naturalmente le autorità preposte a quanto pare non riescono a reprimere il fenomeno: qualche anno fa era molto meno diffuso non perchè queste ultime facessero qualcosa, ma semplicemente perchè questi idioti la notte passavano il loro tempo in qualche altro modo
ma quando facciamo una bella manifestazione sotto al Campidoglio?

Anonimo ha detto...

OSTIA E' UN WATER CLOSE FRONT. UN LUNGOMARE DEMMERDA!

Les ha detto...

Alla manifestazione dei blog e delle associazioni antidegrado, prima o poi arriveremo, ne sono certo. Ma dovremo spiegare bene quale degrado intendiamo: non le buche sulle strade o i rifiuti che vengono abbandonati dagli stessi che poi si lamentano. Noi parliamo di scritte sui muri, tutte, senza distinzione di corrente artistica e ideologica. Di annunci e foglietti e locandine e adesivi sopra ogni cosa. Di manifesti abusivi. Di cartelloni pubblicitari ovunque. Di sosta selvaggia, il più grave problema sottaciuto dalla classe politica. Di bancarelle che invadono i marciapiedi, sporcano e abbrutiscono i nostri quartieri, facendoli sembrare dei mercati da terzo mondo. E poi le antenne sui tetti, gli spazi verdi abbandonati etc.

QUESTO E' IL DEGRADO CHE VOGLIAMO COMBATTERE. PER UNA CITTA' PIENAMENTE OCCIDENTALE.

Anonimo ha detto...

Sostengo la manifestazione sotto al Campidoglio!

Les ha detto...

INTANTO C'E' LA MANIFESTAZIONE CONTRO IL TAGLIO CRIMINALE DEGLI ALBERI DA PARTE DELLE DITTE CARTELLONARE, DOMANI ALLE 17:30, VIA TITINA DE FILIPPO, CERCA DI ESSERCI!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO