Mercoledi in piazza per fermare i barbari

martedì 17 luglio 2012























L'episodio agghiacciante accaduto qualche giorno fa non può rimanere impunito. Due alberi sono stati assassinati con la sega elettrica de notte, de nascosto, per "far vedere meglio" i cartelloni dietro. Una vicenda allucinante, denunciata dai maggiori quotidiani nazionali, dal Corriere della Sera a Repubblica, che testimonia come Roma sia ormai ridotta a un Far West in cui i banditi scorrazzano liberamente. Una vicenda su cui il Sindaco, come di consueto, non ha speso una parola.


Tuttavia la gente si è rotta i coglioni di vedere la propria città martoriata dalla calata dei moderni Unni. Il Consigliere Athos de Luca ha presentato una denuncia penale contro ignoti e una interrogazione urgente al Sindaco, mentre il Comitato di Quartiere Serpentara ha presentato un esposto contro i segaioli di turno al IV Gruppo della Polizia Municipale. Lo stesso Comitato, in collaborazione con l'Associazione Basta Cartelloni, ha organizzato per domani mercoledi 18 luglio alle ore 17:30 una manifestazione di protesta in Via Titina de Filippo. Una manifestazione per dire NO alla barbarie e all'inciviltà di uno stupro reiterato nei confronti della nostra città. Sparecchiate la tavola e buttate fuori di qui gli incivili. (Foto Cartellopoli).

1 commenti:

Fitzcarraldo ha detto...

i criminali infami cartellonari ne hanno segati 8 di alberi e se non fossero stati messi in fuga dagli abitanti del quartiere la strage avrebbe avuto dimensioni ancora più grandi.
NON E' PIU' IL TEMPO DELLE PAROLE INFUOCATE.

E' IL TEMPO DELL'AZIONE!

NON PERMETTEREMO CHE ROMA VENGA STUPRATA E SACCHEGGIATA DA QUESTE MERDE.

CHE NESSUNO MANCHI DOMANI PERCHE' QUANTO ACCADUTO E' UNA SFIDA MAFIOSA A TUTTA LA CITTA' CHE CREDE NELLA CONVIVENZA CIVILE E NELLA LEGALITA'.

BASTA DELEGARE AI SOLITI CHE SI AMMAZZANO DI IMPEGNO DA ANNI.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO