"Buone" notizie: la rassegna stampa estiva

lunedì 30 luglio 2012

E fu così che si scoprì l'acqua calda. La mafia è arrivata anche a Ostia, sul litorale romano. Tra un po' si scoprirà l'acqua tiepida, e cioè che la mafia ha ormai le mani in pasta anche a Roma città. Intanto i quotidiani fanno uscire una notizia talmente allucinante da sembrare uno scherzo.

Lo scandalo dell'Aula Gotica chiusa

venerdì 20 luglio 2012
Oggi siamo qui a denunciare, per la seconda volta, uno scandalo allucinante. Sono ormai quasi 6 anni che il meraviglioso ciclo d'affreschi dell'Aula Gotica del Monastero dei Santi Quattro Coronati (definito dalla stampa di mezzo mondo "la Cappella Sistina del Medioevo" per la sublime qualità della pittura) è chiuso al pubblico. 


Scoperto quasi per caso nel 1996 sotto uno spesso strato di intonaco e affiorato in tutta la sua bellezza dopo oltre dieci anni di restauri, il ciclo di affreschi è incredibilmente ancora inaccessibile al pubblico. Uno scandalo colossale che poteva scoppiare solo nella città Capitale del più zotico, triviale e culturalmente arretrato paese dell'Occidente. La portata di un ciclo d'affreschi del genere a Roma è colossale, tale da riscrivere interi capitoli della storia dell'arte. Non esistono a Roma testimonianze storico-artistiche di rilievo databili a quel periodo. Si tratta di un unicuum vero e proprio. Questo scandalo assoluto fa il paio con quello della Collezione Torlonia, che un tempo era uno dei più importanti musei d'arte antica di Roma, certamente la più importante galleria privata del mondo dedicata alla statuaria greca e romana, e che dal 1979 è chiusa, con le opere d'arte accatastate in un seminterrato. Due scandali colossali su cui, nel tempo, è calato un silenzio tombale. Non un'inchiesta che sia una. Nei giorni scorsi è uscito un timidissimo articolo di Repubblica a rilanciare (in minima parte) la questione. Ma la storia è talmente allucinante che meritava ben altro tenore che non un semplice accenno in un articolo che parla di un fantomatico "itinerario della Roma medievale" che nessuno può seguire né visitare. Le uniche immagini dell'aula gotica sono quelle (bellissime), pubblicate tempo fa da Repubblica, e che vedete qui riportate. E l'unico articolo serio, di indagine, sulla questione dell'Aula Gotica resta quello del Tempo, il quotidiano romano, che tre anni fa ha pubblicato una interessante inchiesta su questo gigantesco scandalo, rompendo un silenzio che durava da anni. Vi raccontiamo qui sotto, in breve, tutta la storia. Allucinante.


Era il lontano 1996, quando a Roma, in occasione dei restauri di un'aula del Monastero dei Santi Quattro Coronati, venne scoperto, in maniera del tutto fortuita, uno sbalorditivo ciclo pittorico duecentesco. Gli affreschi erano nascosti sotto uno spesso strato di intonaco bianco. Ci sono voluti quasi dieci anni per rimuovere ogni centimetro di intonaco, ma il risultato oggi appare straordinario. Al momento della presentazione degli affreschi agli studiosi l'Aula fu definita "la Cappella Sistina del Duecento". Al di là della qualità eccelsa degli affreschi, l'importanza storica di questo ciclo pittorico è tale da obbligare studiosi e storici a riscrivere intere pagine di storia dell'arte. Di questo ritrovamento ne ha parlato, con toni entusiastici, la stampa di tutta Europa (qui un articolo). Gli affreschi sono attribuiti al Terzo Maestro d'Anagni, lo stesso autore degli affreschi della Cripta della Cattedrale di Anagni, uno dei più importanti e amminirati cicli pittorici medievali dell'Italia intera. Ma ora arrivano i problemi. L'Aula Gotica si trova all'interno di un monastero di suore di clausura che non possono avere contatti con nessun'altra persona. Per aprire l'Aula al pubblico si rendeva quindi necessaria la realizzazione di una porticina di accesso secondaria. Nel dicembre 2006, l'allora Ministro Francesco Rutelli annunciò la fine dei lavori di restauro, rimandando l'apertura al pubblico al marzo 2009. Ma ad oggi i lavori necessari per la costruzione dell'accesso esterno non sono ancora iniziati. Da una indagine del quotidiano romano Il Tempo è emerso che la responsabilità dei lavori è dell'A.p.s.a. (Amministrazione Patrimonio Sede Apostolica), un organo del Vaticano al quale il giornale si è rivolto senza ottenere risposta. E così l'Aula Gotica è destinata a rimanere chiusa. Tutto bloccato. Per una porticina.

Ora la speranza è che su questa storiaccia non cali di nuovo il silenzio. Riprendiamoci Roma intende spezzare questo silenzio assordante e umiliante. Invitiamo tutti i blog romani antidegrado a rilanciare un articolo su questo scandalo enorme. Facciamoci sentire almeno noi. Perché i quotidiani, le riviste, i critici d'arte continuano a tacere sull'argomento? La responsabilità è loro, è tutta loro. Vergogna.

Alberi al posto dei cartelloni!

giovedì 19 luglio 2012

Contro l'avanzata degli Unni, che continuano a impalare impunemente Roma, i comitati di quartiere e i blog antidegrado si mobilitano. Contro la volgarità burina dei 4x3 pubblicitari, contro chi si permette di ammazzare otto alberi con la sega elettrica, de notte, de nascosto, come i rubagalline, svegliando tutto il quartiere, per "far vedere meglio" la pubblicità incollata sui catafalchi. Contro questa orda barbarica famelica i romani sono scesi in piazza per manifestare tutto il proprio sdegno e per riprendersi la città. I barbari non passeranno. ROMA E' NOSTRA.

Link e foto: Associazione Basta CartelloniComitato di Quartiere Serpentara

Ma cos'è, un campo rom?

mercoledì 18 luglio 2012

No, è Via Ramazzini. Infestata dall'incuria, dai cartelloni selvaggi, dalla sosta abusiva. Negli ultimi tempi  spuntata anche una discarica. Panni bruciati che NESSUNO rimuove DA SETTIMANE. Nell'indifferenza e nel menefreghismo generale di un popolo abituato a vivere come le belve selvatiche. Siamo la vergogna del mondo intero.

Mercoledi in piazza per fermare i barbari

martedì 17 luglio 2012























L'episodio agghiacciante accaduto qualche giorno fa non può rimanere impunito. Due alberi sono stati assassinati con la sega elettrica de notte, de nascosto, per "far vedere meglio" i cartelloni dietro. Una vicenda allucinante, denunciata dai maggiori quotidiani nazionali, dal Corriere della Sera a Repubblica, che testimonia come Roma sia ormai ridotta a un Far West in cui i banditi scorrazzano liberamente. Una vicenda su cui il Sindaco, come di consueto, non ha speso una parola.


Tuttavia la gente si è rotta i coglioni di vedere la propria città martoriata dalla calata dei moderni Unni. Il Consigliere Athos de Luca ha presentato una denuncia penale contro ignoti e una interrogazione urgente al Sindaco, mentre il Comitato di Quartiere Serpentara ha presentato un esposto contro i segaioli di turno al IV Gruppo della Polizia Municipale. Lo stesso Comitato, in collaborazione con l'Associazione Basta Cartelloni, ha organizzato per domani mercoledi 18 luglio alle ore 17:30 una manifestazione di protesta in Via Titina de Filippo. Una manifestazione per dire NO alla barbarie e all'inciviltà di uno stupro reiterato nei confronti della nostra città. Sparecchiate la tavola e buttate fuori di qui gli incivili. (Foto Cartellopoli).

Iniziativia ReTake Roma alla Metro B1

lunedì 16 luglio 2012





L'associazione ReTake Roma ha organizzato un intervento di pulizia della scalinata di Via Massaciuccoli, vicino alla nuovissima fermata della Metro B1 Sant'Agnese-Annibaliano. Questa è la fermata in cui molti turisti scendono per visitare la Basilica di Sant'Agnese Fuori le Mura, che con l'annesso Mausoleo di Santa Costanza (famoso per il suo meraviglioso ciclo di mosaici) e le Catacombe di Sant'Agnese, forma uno dei complessi archeologici e monumentali più interessanti della Roma paleocristiana e medievale. Attualmente la scalinata è ridotta in condizioni ripugnanti, devastata dall'incuria e dalle scritte, come ben mostrano le orribili foto qui sopra. L'evento si svolgerà martedi 24 luglio, di mattina, e sarà anche l'occasione per fare un po' di pulizia (defissione di pubblicità e stickers abusivi, pulizia di marciapiedi, ecc.). Per chi fosse interessato a partecipare a questo blitz antidegrado, vi daremo presto tutti i dettagli, con l'ora e il luogo dell'appuntamento. Continuate a seguirci!

Scandalo Bancarellopoli a Piazza di Spagna

venerdì 13 luglio 2012

C'era da aspettarselo che presto o tardi sarebbe successo. I pataccari hanno invaso Piazza di Spagna. Per la precisione, si sono piazzati a Piazza Mignanelli, davanti alla facciata barocca (berniniana) del Palazzo di Propaganda Fide e proprio sotto alla Colonna dell'Immacolata. Come mostra il post di Malaroma, un osceno, abominevole banchetto adibito alla vendita di monnezza, con annessa discarica di ferraglia, stampelle e cartoni di banane, da qualche tempo staziona in questo pregiatissimo angolo del centro storico di Roma. Uno dei quadranti più eleganti del mondo, tempio della moda e del lusso, nonché dell'arte e della cultura barocca. Uno scandalo colossale che non può rimanere impunito. Chi li ha autorizzati a insudiciare uno degli angoli più preziosi di Roma? Il Comune? Venditore di calzini, mutande, borsette, cappelli e patacche. Fuori dalle palle. (foto by Malaroma Blog)

I banditi hanno segato due alberi

giovedì 12 luglio 2012

De notte, de nascosto, come i banditi. Con una motosega. Hanno segato due alberi perché davano fastidio a un cartellone. Hanno svegliato un intero quartiere, che per non so quale motivo non è sceso in strada a cacciarli a calci in culo. E' una guerra. Leggetevi l'articolo di Repubblica. Le foto dello scempio le trovate su Cartellopoli.

La denuncia di Montezemolo

mercoledì 11 luglio 2012
In un paese incivile come il nostro c'è il rischio di assuefarsi allo schifo. Per fortuna, ogni tanto, qualche imprenditore illuminato alza la voce e si ribella alle stantie e volgari regole del vivere italico. Un paese mentalmente e culturalmente arretrato, zotico fino al midollo, fermo all'età della pietra. Il campionario di orrori quotidiani si arricchisce ogni giorno di più. La Stazione Tiburtina mai finita che già cade a pezzi, la demenziale gabbia di polli a Ostiense che impedisce ai viaggiatori di poter transitare da una parte all'altra (e di raggiungere Eataly) sulla base a non so quale cafonissima logica commerciale di bottega. Scenette ridicole, grottesche, perfino comiche. Come la scia impressionante di guasti e malfunzionamenti della Metro B1, inaugurata nemmeno un mese fa e per la quale servirebbe forse l'intervento di un esorcista. Per fortuna, ogni tanto, qualcuno che conta si ribella.

Stasera tutti a Castel Sant'Angelo

martedì 10 luglio 2012

Dal blog Bastacartelloni: Un'occasione per approfondire, discutere, ascoltare e soprattutto intervenire. A "Invito alla Lettura", la tradizionale manifestazione che si tiene nel periodo estivo a Castel Sant'Angelo, stasera alle 21.00, un interessante confronto tra l'assessore Davide Bordoni (che speriamo partecipi) e l'Associazione Basta Cartelloni-Francesco Fiori. Interverrà anche l'architetto Bosi (Vas).

Tutti coloro che amano Roma e che sono indignati per come è stata ridotta, sono invitati a partecipare. L'incontro è stato promosso dalla presidenza del XVII° Municipio.

(Nella foto sopra, l'ignobile cartellone rimosso qualche settimana fa).

La lunga e calda estate

lunedì 9 luglio 2012
Riprendiamoci Roma si è presa una settimana di "vacanza". Ma niente paura, siamo tornati e vi terremo aggiornati per tutta l'estate, seppure con una frequenza di post inferiore al solito. Sarà un'estate lunga e caldissima. Preparatevi!

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO