Questa qui è Via del Corso!

martedì 19 giugno 2012

Si, avete capito bene, si tratta proprio di Via del Corso, la principale avenue del passeggio e dello shopping del centro storico di Roma. Quelle ignobili pecette di catrame che vedete nella foto sono il simbolo del menefreghismo, della villania, dell'ignoranza romana. Non sappiamo se sia una soluzione transitoria in attesa (sic) di un intervento di ripristino, e sinceramente non ce ne importa poi molto. I lavori pubblici devono essere condotti a regola d'arte, con materiali di prima qualità, per cui la buca sull'asfalto non deve essere nemmeno contemplata come eventualità. Gli interventi di ripristino sul marciapiede devono avvenire nel giro di qualche giorno dalla segnalazione, utilizzando gli stessi identici materiali preesistenti al danno. Inoltre, in centro storico ogni intervento di rifacimento dei marciapiedi deve prevedere un arredo urbano riqualificante. Non è possibile rattoppare la strada simbolo del centro di Roma come fosse la rampa di un garage. Non è proprio possibile. E stendiamo un velo pietoso sull'auto in sosta vietata. Vergognatevi.

4 commenti:

Markyyyy ha detto...

I sloliti lavori del CA..O fatti da ditte che non rispettano la città e il Comune che permette tutto a tutti non interviene per farsi rispettare....che sindaco di MERDA!!!!

Anonimo ha detto...

MAGNAROMA!

Les ha detto...

Immaginate se a Parigi o Berlino fanno una cosa del genere: il giorno dopo la ditta "colpevole" di questo scempio, viene obbligata a rifare i lavori gratis e poi, con buona probabilità, gli viene revocato l'appalto che ha con il Comune.

A Roma, sapete che fanno? NIENTE. Il più delle volte le strade rimangono così. Ci sarebbe anche un'ordinanza in merito:

http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/ordinanza_buche_scheda.pdf

Ma la rispetta qualcuno?

@Riprendiamoci: che punto è di Via del Corso? La foto è recente? Potremmo controllare se il ripristino con i materiali originali verrà poi effettuato.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Les, con tutta la buona volontà, se dovesse capitarmi di ripassarci controllerei pure, ma abbiamo talmente tante cose da fare che se ci mettessimo a controllare pure ogni cosa non ci resterebbe nemmeno il tempo per respirare.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO