Alberi e fiori al posto dei cartelloni

mercoledì 9 maggio 2012

"Alberi e fiori al posto dei cartelloni". E' questo lo slogan con cui si potrebbe riassumere il Sesto Decoro Day, svoltosi sabato scorso in Piazza Irnerio alla presenza dei volontari del XVIII Municipio, Cittadinanzattiva, i blog antidegrado e il presidente Giannini. L'intervento più importante è stato la rimozione di un cartellone irregolare posizionato sullo spartitraffico e la piantumazione al suo posto di due alberi e una pianta. Ecco le foto dell'intervento, condotto alla presenza del Presidente Giannini.






Ma il Decoro Day ha visto anche interventi di spazzamento della piazza e delle strade limitrofe, la bonifica di aree degradate ricoperte di sporcizia e foglie secche, la rimozione di affissioni abusive dalle edicole, manifesti elettorali dei partiti politici, decine di stickers degli immancabili traslocatori, e anche la cancellazione di un paio di tag da un muro in marmo grazie al nostro prodotto antigraffiti.













La sesta edizione del Decoro Day è stata un successo e la crescente partecipazione mostra un popolo di volontari che sta crescendo e che sempre più chiede decoro e cura per il territorio. Per ulteriori dettagli vi invito a leggere il post su Basta Cartelloni, corredato anche di un video esplicativo della riuscita dell'intervento. Ci vediamo al prossimo decoro day!

22 commenti:

Anonimo ha detto...

E' stata veramente un'ottima iniziativa, che ha avuto un buon riscontro di partecipazione. Tuttavia, senza il supporto costante delle istituzioni (Municipio, PICS) i risultati saranno solo temporanei. Se andate a Piazza Irnerio potrete constatare che l'edicola ha già provveduto a risistemare in tutta l'area circostante i propri cartelloni pubblicitari, inoltre, sono stati già attaccati adesivi di un trasportatore (Davide 3392501353)!

Anonimo ha detto...

Grandi!

Anonimo ha detto...

Il trasportatore davide l'ho notato anch'io, li ha messi pure sui cassonetti nuovi appena sostituiti.

Manuele Mariani ha detto...

toglieteglieli tutti questi porci adesivi !

Franco XVIII° ha detto...

Invito tutti a non desistere e a partecipare al prossimo decoro-day.
nel frattempo ho "adottato" 3 cassonetti e 5 pali della luce vicino casa mia e stacco in continuazione gli adesivi che questi stronzi continuano imperterriti ad attaccare.
Stacchiamo, stacchiamo, stacchiamo..col caldo che sta arrivando se ne possono togliere anche 100 in un'ora.
L'onda sta crescendo..esigenza di bellezza, esigenza di armonia...BASTA ESERCITO DEL DEGRADO!!!!
Stiamo continuando a controllare il Pineto per evitare che tornino le baracche e la monnezza a tonnellate dei "recuperanti".

Anonimo ha detto...

speriamo solo di non vedere in futuro un articolo PRIMA-DOPO con il confronto tra la prima foto raffigurante cittadini attivisti anti degrado e un ipotetica seconda con uno scooter accartocciato al fusto di un albero... non sarebbe decisamente unabuona pubblicità per il movimento.

Anonimo ha detto...

Apprezzo il piantare gli alberi. Però attenzione che non diventi un alibi per la cricca: è pur sempre un'opera non a costo zero (raccolta foglie che ostruiscono tombini, ecc.), potrebbero usarli come scusa che aumentano le spese della nettezza urbana (lo so che detto da chi va in auto blu appare una scusa ridicola, ma abbiamo a che fare con dei "professionisti del malgoverno", non con dei "dilettanti").
Cominciamo col rafforzare barriere antitraffico divelte, segnali stradali abbattuti, ecc.

Anonimo ha detto...

ma perchè un segnale od una barriera antitraffico non costano?
alberi tutta la vita e meno "seghe mentali".
Grandi tutti i partecipanti del decoro day

Manuele Mariani varese ha detto...

ben detto franco VIII ;) !
W Piante & fiori, abbasso adesivi e manifesti !

Anonimo ha detto...

ma... se uno muore addosso ad un cartellone abusivo o addosso ad un'albero piantato da voi che cosa cambia?
non ci avete pensato?
"non mi sembra solo una "sega mentale"
bene i fiori le i prati, bene staccare manifesti abusivi, cancellare graffiti ma...piantare un albero su di una banchina, la cui larghezza è praticamente uguale a quella del tragico incidente, che solo pochi mesi fa, ha fatto tanto indignare e discutere proprio su questo e altri blog romani, mi sembra alquanto paradossale; davvero, non posso credere che non vi sia neanche passato per la mente il fatto che potesse rappresentare un pericolo in caso di incidente stradale.
Soprattutto; avevate i permessi adatti a piantare un albero nel mezzo di una strada tra le più trafficate di roma?
domanda

Anonimo ha detto...

La domanda dell'anonimo non è del tutto sballata ma facciamo rispondere innanzitutto la statistica: alberi piantati: 1
cartelloni abusivi : 250.000 (o forse il doppio)
Fai un po' il calcolo delle probabilità.
Inoltre gli alberi fanno parte dell'arredo urbano ed i cartelloni no.
Gli alberi abbelliscono la città con benefici per tutti, i cartelloni no.
Infine quell'alberello almeno per i prossimi 20 anni nel caso di un'eventuale incidente potrà solo attutirne l'impatto

Anonimo ha detto...

Cambia che l'albero almeno ha una sua utilità

Anonimo ha detto...

Allora: alberi piantati(da voi):1
alberi gia esistenti in posizioni pericolose:svariate migliaglia
cartelloni abusivi:250.000
hai fatto i calcoli un pò alla carlona e come te faceva comodo ma vabbè siamo tutti figli del berlusconesimo..
alla fine avete ammesso che fra due anni potrebbe uccidere un centauro uno scherzetto del genere.Che aspettate per toglierlo.
La vostra azione di sabato è meravigliosa ma rendersi conto di aver fatto un errore e rimediarvi non danneggierà affatto il vostro movimento; anzi acquisterebbe valore.

E soprattutto (domanda ancora caduta nel vento); avevate i permessi adatti a piantare un albero nel mezzo di una strada tra le più trafficate di roma?
A chi devo rivolgermi per saperlo se non rispondete?

Anonimo ha detto...

Si parlava di 20 anni e non di 2 ma "vabbè siamo tutti figli del berlusconismo", quindi prima che diventi pericoloso c'è tutto il tempo di riflettere sulla tua proposta e sull'errore fatto (al contrario del cartellone presistente che era già pericoloso). Quale comodo possa tirar fuori da quei calcoli non lo afferro comunque comunica i tuoi se più precisi e meno alla carlona. Giusto il tuo interessamento alla legalità dell'iniziativa, vieni alla prossima così potrai vedere tutte le carte.

Pasquino ha detto...

Gli alberi, i semafori, i segnali stradali HANNO UNA UTILITA' SOCIALE.
I CARTELLONI NON HANNO ALCUNA UTILITA' e servono solo ad ingrassare le mafie.
Il tuo, caro "amico", è solo uno stucchevole modo di provocare che conosciamo da anni.
I "permessi"? Forse nel tuo delirio non ti sei accorto che l'iniziativa vede la partecipazione del presidente del Municipio, dell'AMA e di tanti cittadini volontari.
Chissà perchè gente come te sta sempre appollaiata sugli alberi (oddiooooo) a cacare sentenze ma non è capace di regalare al prossimo neanche i propri escrementi.

Anonimo ha detto...

scusate mi sono sbagliato erano 20 anni e ho scritto 2.

Nel mio "delirio" mi sono accorto che l'iniziativa
comprende la partecipazione del municipio e dell'AMA
ma questo non toglie che il municipio e l'ama per piantare un albero in mezzo ad una strada debbano comunque seguire delle procedure (o mi sbaglio?). Conoscendo la preparazione e l'attenzione alle regole di questa classe politica e l'assoluta competenza e meritocrazia che porta le persone a capo di organi come l'AMA ,siete sicuri che queste procedure siano state seguite?

DOMANDA

e perfavore signori io sono contro i cartelloni di qualunque genere non fatemi passare per il contrario di quello che sono solo per screditarmi cazzo!

e aggiungo
non sono capace di regalare al prossimo niente perchè non ho un prossimo
cerco lavoro da un anno, non ho tempo per queste stronzate
la vostra generazione mi ha privato del futuro
voi si che avete tempo per pulire il marciapiede di casa
io no
devo mangiare

Pasquino ha detto...

Se non hai tempo per queste "stronzate" alle 2 di notte dormi invece di girare su tutti i blog a denigrare, provocare e insultare per poi fare la vittima, così domattina potrai alzarti presto e cercare un lavoretto.
E continui ad aggiungere perla a perla..il tuo diritto al futuro non te l'ha tolto la nostra generazione (ma quale poi..come vedi c'era anche gente giovane) ma il sistema del capitalismo criminale che si sta mangiando con gli interessi tutte le conquiste del movimento operaio degli ultimi 2 secoli..Svejate!

Anonimo ha detto...

cerchiamo di essere uniti, alla fine sono molte le cose che ci vedono pensarla allo stesso modo. il tecnocapitalismo e le mafie collegate si combattono con la comunità di popolo, partendo dai rapporti umani tra coloro che si riuniscono attratti da una stessa visione del mondo. Nessuna lotta di classe ma lotta di popolo.
E difendiamo tutti gli alberi, magari insegniamo alla gente a rispettare i limiti di velocità e nessuno si schianterà. ELEONORA

Anonimo ha detto...

Ok, ok ci hai convinto , non siamo sicuri delle procedure e hai fatto bene a segnalarcelo. Ci hai fatto sorgere molti dubbi per l'alberello e non ne serve aggiungere altro. Abbiamo recepito il messaggio. Adesso, visto che ti preoccupi per i centauri, che ne diresti di dare una mano alla causa e di usare le tue doti di persuasione per convincere a rispettare le regole anche le ditte che piantano i cartelloni?
Certo che se per un alberello hai mandato 4 mail rispettando la stessa proporzione per ogni cartellone ti aspetta un duro lavoro. Grazie per il tuo aiuto

Riprendiamoci Roma ha detto...

@ Anonimo: l'unico che non aveva le autorizzazioni era colui che ha piantato il cartellone, risultato abusivo. L'operazione è stata condotta dal Municipio, non da noi. Noi ci siamo limitati a scattare le foto e documentare il tutto.

Franco XVIII° ha detto...

Caro Rip
mi dispiace ma non mi sembra corretto dire che noi ci siamo limitati a scattare le foto e documentare.
Abbiamo fatto un lavoro di pulizia ENORME.
Abbiamo staccato centinaia di stickers di traslocatori
Abbiamo ripulito completamente due aree sommerse dai rifiuti da ANNI.
Abbiamo cancellato scritte sui muri.
Abbiamo acquistato le piante e il concime con nostri soldi.
L'unica cosa condotta al 100% dal municipio, per ovvie ragioni, è stata la rimozione dell'impianto pubblicitario irregolare.In quel caso ovviamente, dopo aver gioito il giusto, abbiamo solo scattato foto per documentare.
Forse era questo che volevi dire, ma ti assicuro non dobbiamo nessuna spiegazione al troll che da sempre viene qui a provocare.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Si, franco, mi riferivo all'intervento sul cartellone, del quale il troll chiedeva conto.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO