5° Decoro Day nel XVIII Municipio

lunedì 26 marzo 2012

Si rinnova l'appuntamento con il Decoro Day nel XVIII Municipio. L'appuntamento è per Sabato 31 marzo alle ore 10 a Largo di Porta Cavalleggeri, angolo Via delle Fornaci. L'iniziativa è promossa dal XVIII Municipio, dai volontari e dal nucleo Decoro Urbano, da Cittadinanzattiva, ReTake Rome, Associazione Basta Cartelloni a Roma e ovviamente Riprendiamociroma. Venite, armati di spatolina, taglierino, sacchi della spazzatura e qualunque cosa possa essere utile per ripulire il quartiere. Vi chiedo di darvi da fare per diffondere il più possibile la notizia. Attualmente queste iniziative nel XVIII rappresentano il concretizzarsi delle idee di quel "movimento antidegrado" che, in maniera diversa, tutti noi abbiamo sempre sostenuto. Oggi, di queste dimensioni e con questa continuità, sono una unicità per Roma. L'obiettivo dichiarato è quello di diffonderle per tutti i municipi. Una fiammella l'abbiamo accesa, soffiamoci sopra se vogliamo che si propaghi. Ci vediamo sabato! Spargete la voce!

Dacci oggi il nostro sacco quotidiano

venerdì 23 marzo 2012

A Roma dove te giri te giri c'è sempre un po' de monnezza. Non è necessario nemmeno cercarla, basta ruotare lo sguardo a 360° e qualche sacchetto lo si trova sempre. Questo cumulino giaceva tra una macchina e l'altra, lungo Viale Trastevere. Probabilmente abbandonato da uno dei tanti animali che popolano questa città.

L'abituale sosta selvatica

giovedì 22 marzo 2012

Sulle strisce, alla fermata dell'autobus, perfino sugli scivoli per i portatori di handicap. La cafonaggine, la tracotanza, l'inciviltà romana non ha fine, e non si ferma davanti a niente. Questo perché, quasi sempre, la fanno franca. Le foto sono state scattate da Les a Viale Mazzini e Via dei Colli Portuensi.



Un nuovo fronte nella lotta ai cartelloni

mercoledì 21 marzo 2012
Mercoledì 21, alle ore 12.00, l'Associazione Basta Cartelloni-Francesco Fiori, assieme a Cittadinanzattiva, Fondazione Luigi Guccione, Associazione Disabili Visivi e Iica - Ist. Internazionale per il Consumo e l'Ambiente, terranno una conferenza stampa per annunciare importanti iniziative.

Si tratta di un nuovo fronte di lotta che si apre dopo le battaglie di questi mesi che purtroppo non hanno portato ancora ad una svolta. Sporadiche rimozioni e l'attenzione di una parte del corpo dei Vigili Urbani non sono sufficienti a ridare dignità e decoro alla nostra città.

Ecco perchè, in stretta collaborazione con altre importanti realtà romane, abbiamo aperto un nuovo fronte. Mercoledì mattina, tutti i dettagli e i documenti.

Qui l'invito stampa già spedito a tutte le testate giornalistiche romane e nazionali.

E presto torneremo a sollevare l'attenzione sullo scandalo cartelloni, anche a livello internazionale.

La buona politica?

martedì 20 marzo 2012

Segnalazione a blog unificati riportata anche da Malaroma e Basta Cartelloni

Parliamo oggi di buona politica, di ecologia e di libertà. Ci troviamo davanti al liceo Seneca, tanto per far capire subito ai ragazzi delle scuole che il bene pubblico è di chi se lo prende e l'unica regola rispettata è il "famo come ce pare". Qualcuno potrebbe sanare questa situazione (bastano un secchio di tintura ed un pennello), magari il Preside e le istituzioni scolastiche, magari il Municipio, forse gli imbrattatori stessi (come sarebbe auspicabile) presi da un momento di rimorso, forse i residenti con l'aiuto dei blog antidegrado. Chiunque lo farà, contribuirà ad avere un paese migliore ed avrà di certo la gratitudine della cittadinanza. (Stefano)

"AMA was here!" (e se vede)

lunedì 19 marzo 2012

Ogni volta che si parla di AMA è ormai come sparare sulla Croce Rossa (ricordate? e questo?). Basta girare per Roma per rendersi conto di quanto il servizio di pulizia delle strade sia inesistente. Ma l'AMA non solo non è mai stata in grado di pulire Roma. Addirittura giunge al paradosso di sporcarla ulteriormente. Qui siamo in Via di Porta San Pancrazio, la via che dal Gianicolo scende a Trastevere. La strada si presenta a noi ogni giorno come una discarica a cielo aperto. Ma l'ultima volta che siamo passati, abbiamo notato un particolare curioso. Il classico residuo di nastro bianco-rosso lasciato dall'incivile di turno. Ma attenzione, notate bene...

Incredibile ma vero! Si tratta proprio di un nastro dell'AMA! Dunque l'AMA è stata qui! Finalmente! Vediamo un po' se hanno pulito la strada...

Uhm... direi proprio di no. Il solito porcile a cielo aperto, la solita discarica in quel cantiere fermo da decenni, strade invase da volantini, cartacce, lattine, pacchetti di sigaretta. Insomma l'AMA non è venuta qui a pulire, E' VENUTA QUI A SPORCARE. Curioso constatare come il nome dell'azienda incaricata di pulire una città sia impresso in quel pezzo di nastro. Non sappiamo se sia stato lasciato lì effettivamente da un addetto dell'AMA, ma la cosa è quantomeno curiosa. A livello di immagine, in un paese civile, si sarebbe passati alla "pomodorazione" di piazza dei responsabili. Ma a Roma ormai non ci si stupisce di nulla.

E non c'è mai limite al peggio! Guardate questi cumuli di rifiuti abbandonati. Non vi fanno schifo? Non vi fa ribrezzo che nel 2012 si debba ancora ridurre una città in questo modo? Orrore e raccapriccio. Questi sono i frutti dell'inciviltà romana.


Ps. se passate di qui prendetevi un antiemetico, la puzza di urina è qualcosa di allucinante. I turisti, come sempre, ringraziano inorriditi.

Carcasse di auto che nessuno rimuove

venerdì 16 marzo 2012

Sta lì da settimane e nessuna la rimuove. Cosa stiamo aspettando? Che qualche bambino della scuola elementare qui accanto ci entri dentro e magari si ferisca?

Lasciare libero il passaggio

giovedì 15 marzo 2012

Almeno una piccola porzione di marciapiede per camminare l'hanno lasciata. Almeno quella. Ma se l'AMA non si sbriga a passare e a raccogliere questo schifo tra poco non si potrà nemmeno più camminare. Servizio di nettezza urbana da quarto mondo.

"...un grosso problema..."

mercoledì 14 marzo 2012

La mini-discarica di Via Luca Valerio cresce. Deborda tutto attorno alle auto in sosta. Circondati dalla monnezza. Dovremmo vergognarci, invece con questo schifo ci conviviamo benissimo. Hai mai visto qualcuno che si lamenta? Siamo a Marconi, e questi sono gli scenari bestiali, selvatici, raccapriccianti in cui viviamo.

"Abbiamo un problema..."

martedì 13 marzo 2012

Lo vedete il parco giochi? Appena alla sinistra, nella foto, rispetto al segnale stradale. Ecco, immaginate quei bambini a passeggiare per queste strade, invase di monnezza e di topi. E guardate le strisce pedonali. Riuscite a vederle? Ci vuole molta fantasia. Un bel quadretto di quotidiana inciviltà romana. Viviamo come le bestie.

Gruppo di volontari a Centocelle

lunedì 12 marzo 2012

Ci scrive Antonio, uno dei volontari che ha partecipato alle ultime passeggiate antidegrado in centro di questa estate. La proposta che lancia è quella di creare un nucleo di volontari nel suo quartiere (Centocelle) per poter replicare la positiva esperienza del XVIII Municipio. Ci sono lettori del blog di quella zona interessati?

Salve, ho visto che, grazie al Presidente Giannini, le passeggiate anti-degrado e gli eventi si sono concentrati nel XVIII municipio. Abitando a Centocelle, ho un po' di difficoltà a raggiungervi (anche se conto di farlo in una prossima occasione), e comunque anche il mio quartiere avrebbe urgente bisogno di iniziative come quelle che state conducendo lì. Volevo quindi sollecitare i lettori del blog del VII Municipio a costituire insieme a me un gruppo anche piccolo (2-3 persone) che una volta a settimana o ogni 15 giorni si dedichi alla bonifica del quartiere da adesivi, manifesti abusivi e quant'altro (anche per garantire una nostra maggiore sicurezza), con la prospettiva più in là di poter coinvolgere tutto il blog in un evento tipo passeggiata anti-degrado, raccolta segnalazioni sui cartelloni o di pulizia dei nostri parchi/giardini. Mi rivolgo a te perché sei la persona più indicata a fare da grancassa a questo mio appello. Ti ringrazio in anticipo. (Antonio)

Orrore all'EUR II (Reportage by Les)

sabato 10 marzo 2012
A Viale America, vasi-cartellone arrugginiti e senza targhetta di riconoscimento, tondini di ferro e nastri abbandonati, alberi nel degrado. La passeggiata panoramica sul laghetto, di fronte alla sede nazionale dell'Eni, è occupata - ancora - dalla vergognosa bancarellopoli che prima si trovava nell'area dove stanno costruendo il nuovo Centro Congressi.


















Il 18 giugno 2010, il Presidente del XII municipio, Pasquale Calzetta, sul Corriere della Sera, rassicurava un cittadino indignato che il municipio stava cercando una collocazione alternativa per il mercato davanti al laghetto. Dopo quasi due anni, la bancarellopoli è ancora lì davanti e il contrasto con il grattacielo dell'Eni, fa capire chi è a Roma il vero potere forte.


Questo, dunque, è l'Eur, il quartiere più moderno di Roma, sede di importanti enti pubblici e privati, di ministeri, luogo simbolo dell'architettura monumentale razionalista, futuro centro del polo fieristico-congressuale della Capitale d'Italia.



C'è da chiedersi cosa facciano al XII Municipio e se l'Eur S.p.A. sia consapevole che non sta valorizzando il patrimonio che ha la fortuna di gestire.

Intanto il quartiere del business, marcisce nel degrado.

Orrore all'EUR I (Reportage by Les)

venerdì 9 marzo 2012

Foto scattate ieri mattina. Partiamo dal piazzale antistante il Palazzo della Civiltà Italiana o del Lavoro. Macchine parcheggiate ovunque in divieto di sosta. Sempre sul viale che porta davanti al "Colosseo Quadrato", cassonetti aperti, macchine in doppia fila, bancarelle, cartelloni pubblicitari, nastri abbandonati.




Scritte sui muri della scalinata del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica e dell'Istituto Superiore Alberti (immaginate un turista che ci passi davanti per andare al Palazzo della Civiltà, che si trova lì a pochi metri).




Scendendo a Viale Europa, altra sosta selvaggia, affissioni selvatiche abusive, cestini danneggiati e arredo vandalizzato. Una vela pubblicitaria sosta davanti alle scalinata della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, rovinandone la veduta prospettica.




Continua... (Reportage e foto by Les)

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO