Rassegna stampa natalizia

venerdì 9 dicembre 2011


Ci rivediamo qui il 9 gennaio. Riprendiamoci Roma si prende un mese di pausa, ma non chiude del tutto i battenti. Il blog continuerà ad essere aggiornato saltuariamente, con un post a settimana, per lo più per segnalazioni varie, breaking news e rassegna stampa. Insomma, non vi abbandoneremo del tutto. Nel frattempo cercheremo di goderci questo Natale, passeggiando tra le solite strade del centro infestate da ambulanti e pataccari, addobbate come alla sagra della sarsiccia di Sezze e ridotte alla stregua di una discarica dall'esercito di Unni compratori. Noi DOCUMENTEREMO TUTTO, e metteremo le immagini dell'orrore qui.

Ed ora qualche notizia "natalizia", tanto per farvi rodere ulteriormente il fegato. Nella classifica delle città più vivibili del mondo, Roma è al 52esimo posto. Al confronto con le altre capitali europee Roma fa l'ennesima, colossale figura di merda. Evidentemente non bastano più la mitezza del clima e la vita notturna a risollevare una città ridotta peggio di un cesso della periferia di Calcutta dai suoi triviali abitanti.

Ennesima tegola/colossale figura di merda: l'Authority boccia le piste ciclabili romane. Si rischia la vita anche solo a guardarle da lontano, figuriamoci a percorrerle. Sui servizi Roma si conferma su livelli da quarto mondo.

Malagrotta è satura, puzza e uccide. Ed ecco la geniale soluzione italica: creare una nuova discarica a ridosso della Villa Adriana, patrimonio dell'UNESCO. Contro questo abominio protestano i soliti quattro gatti. Per la puzza, mica per Villa Adriana.

Vi lasciamo con una cartolina di Natale. I radicali hanno protestato contro i partiti abusivi portando lasagne e carta straccia direttamente al Campidoglio. BRAVI! La peracottaggine si sconfigge solo così, con lo sputtanamento plateale. Un proposito per l'anno nuovo: Non votate chi insozza Roma. Non votate i peracottari.

Buon Natale a tutti

Riprendiamoci Roma

1 commenti:

Anonimo ha detto...

La giungla dei cartelli pubblicitari
finisce sul Guardian: «Capitale deturpata»
Anche il quotidiano inglese denuncia il proliferare di insegne
E sull'abbattimento degli alberi scrive: «Una macellazione»

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=174776&sez=HOME_ROMA

http://www.guardian.co.uk/world/2011/dec/26/rome-revolt-billboard-jungle

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO