Scenari urbanistici da quarto mondo

giovedì 17 novembre 2011


Una invasione incontrollata di cartelloni, manifesti e pubblicità selvatica. Un intero ponte incartato, manco fossimo nell'America Latina anni '90. In violazione di chissà quante norme del Codice della Strada. Una città imbarbarita in maniera ignobile. Siamo all'uscita della Stazione Termini, e sembra di essere nel cuore di una città del quarto mondo. Invece siamo a Roma.

2 commenti:

Urelianu ha detto...

l'uscita della Stazione Trastevere... E ci sono scenari ben peggiori di questo a Roma...

Fluvio ha detto...

Sì ma l'odore dei sottopassaggi ha pochi rivali, così come lo squallore delle strade subito a destra verso piazzale della Radio.
Un vero schifo, poco illuminato, pieno di macchine e di sosta selvaggia, sempre sporco, e ora riempito anche di cartelloni.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO