Una delle tante discariche cittadine

martedì 22 novembre 2011


Il cartello sul portone recita "proprietà privata". All'interno un orrendo edificio in rovina, completamente circondato da una vera e propria discarica di rifiuti. Fuori, due megacartelloni oscurano le finestre (?) del suddetto immobile in rovina, a completare un quadretto di degrado urbano indegno di un paese del terzo mondo. Siamo in Via Aurelia, poco oltre Piazza Irnerio. A meno di 20 metri dalla sede del Municipio. Le immagini riprese da streetview testimoniano che questa discarica stava già lì quando fu riprese dalla telecamera di google maps, ossia all'incirca 3 anni fa. In 3 anni non è cambiato nulla. Ci chiediamo: chi è il proprietario di questo immobile in rovina? Perché nessuno ha chiesto conto al proprietario di questo abominevole scempio? Tutto questo accade a Roma, e solo a Roma (o in Italia, che dir si voglia). L'unico paese al mondo in cui un privato può tranquillamente ridurre una sua "proprietà" (?) a una sorta di discarica senza che nessuno gliene chieda conto.

8 commenti:

manuele mariani (degradovarese) ha detto...

hahahah orrore ! ma davvero è a 20 mt dalla sede del municipio ??! pazzesco

Riprendiamoci Roma ha detto...

Certo Manuele, basta che apri l'immagine streetview e ti sposti sulla sinistra con la freccia di 3-4 scatti, troverai il parcheggio della sede del Municipio, in Via Aurelia 470

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE!!!!

ISTALLAZIONE IN CORSO DI DUE MAXI IMPIANTI IN VIA MARMORATA QUASI DI FRONTE ALL'EDIFICIO RAZIONALISTA DELLE POSTE PUBBLICATO SU TUTTI I LIBRI DI ARCHITETTURA.
STAMATTIA ORE 10:15 cca la situazione era la seguente : del cartellone più prossimo all'edificio delle poste erano già stati conficcati al suolo i pali di sostegno neri; per il cartellone più prossimo a Viale Manlio Gelsomini invece erano già stati praticati i due fori sul marciapiedi con i tubi arancioni per il ricovero dei pali , con abbondante nastro bianco e rosso.

Purtroppo trovandomi in autobus non ho avuto modo di fare foto.
NON E' TOLLERABILE DIRE CONSENTIRE DI DETURPARE ANCHE QUESTA PROSPETTIVA.

URGE INTERVENTO IMMEDIATO!

Mc Daemon

Riprendiamoci Roma ha detto...

Mc Daemon, segnalalo a Cartellopoli e Basta Cartelloni a Roma con una foto in allegato!

Anonimo ha detto...

GIà segnalato sui siti antidegrado del "coordinamento", ovviamente Cartellopoli e Bastacartelloni in primis.
Come scritto, purtroppo, non ho potuto fare foto.

Mc Daemon

Anonimo ha detto...

Confermo, due tubi arancioni conficcati sul marciapiede di via Marmorata, di fronte l'ingresso della caserma dei pompieri (ma sul lato opposto rispetto a questa). Nastro bianco rosso sue due tubi, l'impianto pubblicitario non è ancora stato montato.

Anonimo ha detto...

BASTA CARTELLONI!
Incontro Pubblico
giovedì 24 novembre ore 17.00
Sala Consiglio del Municipio Roma XI
Via Benedetto Croce n. 50

Promuovono l’iniziativa:
I Presidenti dei Municipi:
Orlando Corsetti (I), Dario Marcucci (III), Ivano Caradonna (V), Giammarco Palmieri (VI), Roberto Mastrantonio (VII), Susi Fantino (IX), Sandro Medici (X), Andrea Catarci (XI), Gianni Paris (XV), Fabio Bellini (XVI) e Antonella De Giusti (XVII)
Associazioni e Comitati:
VAS - Comitato Promotore per la Modifica del Regolamento sulle Affissioni – Cartellopoli - Malaroma – Riprendiamoci Roma – Casetta Rossa – Italia Nostra – Legambiente Garbatella
Avv. Salvatore Russo

Anonimo ha detto...

Qualcosa si muove: http://www.romatoday.it/cronaca/adesivi-traslochi-sgomberi-cantine-anselmo-ricci-visconti.html

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO