Non basta ripulire

mercoledì 30 novembre 2011


Il lupo perde il pelo ma non il vizio, e così anche i cani randagi. Nello specifico, il centro storico appena ripulito è di nuovo invaso da centinaia di migliaia di scritte. Cancellare le nuove scritte entro 24 ore, e sbattere in galera questi animali che attentano a un patrimonio dell'umanità intera!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

segateje le manine oppure spezzate un braccio !!!

Anonimo ha detto...

possibile che nessuna telecamera ha registrato le immagini ? altro che privacy ...

Rebel Yell ha detto...

Come non ho mai smesso di ripetere su questo e su altri blog, il primo passo (necessario) da fare è quello della denuncia da parte del proprietario / proprietari / condomini / etc. dello stabile imbrattato. Senza denuncia, infatti, per gli immobili privati (non quelli di interesse storico) non è possibile procedere ad alcun tipo di indagine. La denuncia può anche indicare semplicemente "ignoti hanno imbrattato con la scritta BOOM il muro". Le autorità, a mio avviso, dovrebbero però dotarsi di un database di tag (in alcune città europee, e anche a Milano credo) è stato già predisposto. In database deve essere pubblico così che i cittadini possano indicare e identificare le varie tag (che sono come la firma su un assegno). Misure collaterali possono ovviamente riguardare i controlli sulla vendita di vernici spray... per quanto alcuni divieti siano già in vigore e non vengano rispettati.

Anonimo ha detto...

purtroppo devono coglierli sul fatto, la denuncia serve ma non sempre si può abbinare una persona a una firma o "tag" con certezza

Anonimo ha detto...

TAGLIARE LE MANO!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO