Incivile a bordo

venerdì 9 settembre 2011


E' forse la novità più interessante del momento. "Incivile a bordo" è il nome di un nuovo blog che si propone di combattere la sosta selvatica a Roma facendo leva sulla vergogna. Gli ideatori hanno avuto una idea semplice e al tempo stesso geniale, che potrebbe davvero diventare un fenomeno virale. Propongono e distribuiscono gratuitamente un "adesivo statico" (che funziona cioè senza colla, e che quindi non lascia residui) con cui immortalare e segnalare gli incivili della sosta selvatica.

Quante volte ti è capitato di camminare sul marciapiede e trovarti intrappolato da una macchina parcheggiata sulle strisce pedonali, in curva, o perfino sul marciapiede stesso? Adesso puoi lasciare un messaggio a tutti questi parcheggiatori selvaggi!

Gli adesivi statici "Incivile a Bordo" aderiscono senza colla, dunque zero danni. Consigliamo di attaccarli sul parabrezza o sul finestrino lato-guida.

Al momento sono disponibili gratuitamente presso:

Fisheye Skateshop Viale Trastevere, 61-63 – Roma
N'importe Quoi Libreria Caffè Via Beatrice Cenci, 10 (Portico d’Ottavia) – Roma

Stiamo organizzando una rete di punti di distribuzione. Se gestite un negozio, un locale, un posto pubblico e volete diventare punto di distribuzione scriveteci!

Che dire, cominciamo a pubblicizzarli sui nostri blog antidegrado e ad usarli! Gli adesivi sono gratuiti e il messaggio che lanciano è inequivocabile e di sicuro effetto! Qui c'è anche la loro pagina facebook, alla quale dovete assolutamente aderire e che dovete pubblicizzare a dovere tra i vostri amici.

4 commenti:

Tom ha detto...

Bravi, aderisco

Alessandro64 ha detto...

Mah,così l'incivile lo rimuoverà, lo getterà in terra aggiungendo altro degrado.....

Traffico Matto ha detto...

E' necessario che i punti di distribuzione aumentino. Amici negozianti attenti al decoro delle vostre vie fatevi avanti1

francesco ha detto...

scusate fate una campagna contro l uso di adesivi e poi spingete la gente ad attaccarli sulle auto private?
se l auto è in doppia fila chiamate i vigili urbani.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO