Fate come noi: staccateli tutti!

martedì 20 settembre 2011


La battaglia contro gli stickers dei traslocatori (e spurgatori, e serrandari, e zozzoni vari) comincia a dare frutti importanti. Negli ultimi mesi il settore ha subito una serie di colpi durissimi, tra operazioni di ripulitura in grande stile, multe salatissime e denunce penali. E ultimo arrivato, un bel servizio-denuncia del TG1 delle 20 (clicca qui per vederlo e scorri fino al minuto 25:23). Abbiamo visto nascere, finalmente, una squadra del decoro urbano (i PICS) che si dedica esclusivamente alla rimozione di stickers e locandine. Anche noi, nel nostro piccolo, ci adoperiamo ogni giorno per debellare questa piaga. Questa foto ce la manda per email uno dei collaboratori del blog. Un centinaio di stickers estirpati, pali su pali bonificati dagli zozzoni. Il tutto documentato con questa fantastica foto. Un lavoretto niente male!

9 commenti:

Les ha detto...

Ma ve l'immaginate Parigi tappezzata dagli adesivi dei traslocatori & serrandari?

SOLO A ROMA! (ancora per poco...)

Anonimo ha detto...

una foto cosi aiuta a cominciare meglio la giornata! avanti cosi, facciamoli fuori tutti! !!
manuele mariani

Anonimo ha detto...

mai vista tanta merda tutta insieme (non parlo solo degli adesivi...).

alex

Anonimo ha detto...

Tanta gente si è assuefatta al degrado e la prendono come una scusa per non muovere un dito

Fitzcarraldo ha detto...

Come sapete anche io sono un provetto stacchino ma penso che il problema vada risolto RADICALMENTE.
Per 100 adesivi che stacchiamo l'esercito del degrado criminale organizzato ne attacca 5.000
Anche ieri ho pizzicato uno schiavo con la borsa piena di adesivi all'opera e l'ho trattato poco urbanamente..ho provato a chiamare i vigili ma era sempre occupato.
Non potevo certo stare dietro all'imbrattatore seriale per ore. Certo se reagissero 10 persone insieme si potrebbe anche pensare di strappargli la borsa e chiamare i vigili, ma nessuno dei presenti ieri ha detto "a"..anzi guardavano me con sospetto.
Io mi auguro che al più presto le denunce penali portino ad un'approfondita indagine su questa ulteriore pagina nera del degrado romano.
Non basta staccare o prendersela con i poveracci che per sopravvivere sono disposti ad appiccicare 3.000 adesivi per 30-40 euro, VANNO COLPITI CON CONDANNE PENALI E CHIUSURA DELL'ATTIVITA' (ma saranno vere attività commerciali?..mah..)I MANDANTI..ops...I COMMITTENTI degli adesivi e le TIPOGRAFIE che li stampano.
Continuiamo a staccare, certamente..ma speriamo che presto arrivi la buona novella da Piazzale Clodio.

Anonimo ha detto...

STI ZOZZI

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Fitzcarraldo, togliere adesivi e' una fatica di Sisifo: piu' ne stacchi e piu' ce ne sono da staccare.
Solo una puntuale repressione dei mandanti puo' ridurre il fenomeno.
Pero'...la via della repressione e' lunga, prima che il meccanismo sia rodato ci vorranno anni.
Nel frattempo non resta che staccare senza pieta' e a ritmo continuo.
Ciascuno di noi dovrebbe "adottare" un paio di isolati vicino a casa sua e bonificarli completamente con calma.
A questo punto, eliminato il pregresso, ogni adesivo nuovo salterebbe agli occhi e potrebbe essere eliminato prima di diventare duro da staccare.
Io ho fatto cosi' nel mio settore e rimuovo gli adesivi nuovi entro 24 ore.
E' certo che il lavoro degli attacchini viene controllato dopo qualche giorno dagli "ispettori" dei committenti, che devono verificare l'efficacia dei soldi investiti.
Il danno maggiore che si puo' fare agli zozzoni e' rimuovere la loro mercanzia il prima possibile, come se non fosse mai stata attaccata.
Immaginate gli strilli con i caporali?

Fabrizio Vienna ha detto...

Sono d'accordo con te anonimo delle 23:38.
Come anche discusso con altri del blog. La via per avere un impatto ma anche visibilità è assolutamente adottare delle zone come oasi anti degrado. Un gruppo di persone (non so 3 o 4) che adottano una via e la mantengono priva di adesivi o Graffiti (e se il lavoro è troppo si chiede aiuto tramite il blog a piu' gente). Un muro pulito è psicologicamente piu' difficile da imbrattare di un muro sporco, specialmente se hai la certezza matematica che quel graffito di li ad una settimana sarà cancellato.

Altre idee? come per esempio organizzare e "reclutare paladini dell'antidegrado" perchè custodiscano una via od una piazza?

Anonimo ha detto...

IN OGNI MUNICIPIO SERVIREBBERO 3-4 PERSONE COME TE E ROMA TORNEREBBE A SPLENDERE :) basta adesivi !!!!!!!!
manuele varese

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO