Ecco chi sono i Romani di serie A

martedì 6 settembre 2011

Ciao a tutti, mi chiamo Fabrizio. Seguo il vostro blog e volevo condividere con voi la soddisfazione che ho provato nel dedicare due giorni a ripulire via Oderisi da Gubbio e il lungotevere che va da ponte Marconi incluso il ponte, fino a ponte di ferro da tutti gli adesivi principalmente di serrande e traslochi, nonchè vari vendesi, corsi di lingue, imbianchini etc. Ho sinceramente perso il conto di quanti adesivi ho rimosso per cui ho deciso di andare a peso. Ne ho raccolti 2.5 chili, per un totale di 8 ore di lavoro che ho fatto da solo ed insieme alla mia ragazza. E' stato incredibile alla fine notare il colpo d'occhio tra il prima ed il dopo.

Un commento sulla reazione della gente (mai negativa). All'inizio ho iniziato ad operare munito di spatola e unghie (le mie) di notte a negozi chiusi anche per il fresco. Successivamente ho deciso di agire di giorno a negozi aperti, ero curioso di vedere la reazione della gente anzi l'ho cercata. Per la maggior parte la gente passava e faceva finta di non vedere quello che facevo oppure dava una fugace occhiata. Altri si complimentavano, ma mai si fermavano ad aiutare. Solo un paio (due donne sulla sessantina) si sono incuriosite e hanno commentato positivamente e si sono fermate. Una di queste mi ha detto che aveva pulito da affissioni il muro sotto casa sua e qualcuno le ha detto che non poteva. Io le ho spiegato che anzi doveva e che l'affissione abusiva è un reato penale e le ho enunciato gli articoli (663 e 664 del cp). Stupita mi ha chiesto se lavoravo per il comune le ho risposto di no e che ero un semplice cittadino. Mi ha abbracciato e mi ha chiesto di scriverle gli articoli così da poter rispondere la prossima volta che qualche idiota le dice di non staccare. Ho ripulito di tutto: bidoni della spazzatura, centraline dell'enel e dell'ACEA, muri, serrande (quelle non verniciate), spartitraffico, segnaletica verticale e ahimè anche gli schifosi cartelloni abusivi, pali della luce, buche postali, tutto. Ho goduto.

Soddisfatto e per festeggiare sono andato a farmi una passeggiato con gelato al centro di Roma, dove ovviamente ho ripulito ormai con disinvoltura e come se fosse la cosa più naturale del mondo via dei Coronari ed un pezzo di via dei Giubbonari. Non posso più fare a meno di staccare adesivi quando ne vedo uno. E più ne stacco più mi incazzo, forse è per questo che mentre lo faccio incuto un po' di timore ai passanti. Stacchiamo stacchiamo, informiamo informiamo. Anzi non sarebbe il caso di costituire dei gruppi di persone, che "adottino" una o più vie di Roma (tipicamente quelle del loro quartiere)? Che ne dite? Dai, dai! Magari potete pubblicare sul vostro blog questa e-mail per esempio per chi ancora si "vergogna" un po a staccare.

Un abbraccio, Fabrizio.

Ps. dimenticavo di dire, che siccome mi trovo a Vienna dove lavoro e al momento vivo, ho usato due dei miei giorni di ferie per fare questo. Due veri giorni di godimento! Torno una volta al mese, quindi un giorno al mese lo dedicherò a questo. Fatemi sapere se organizzate qualche giornata di pulizia in gruppo. Sarebbe bello partecipare, soprattutto se queste azioni si fanno di giorno in tanti e sotto gli occhi di tutti. Magari indossando un bella T-shirt con scritto a caratteri cubitali "invece di guardare dacci una mano, l'affissione abusiva è un reato". Ciao Grandi!

14 commenti:

Anonimo ha detto...

MA SEI UN MITO!!!!!!

n@po ha detto...

Tu sei un grande! Hai raccolto 2,5 kg di adesivi...davvero tanto, complimenti! Anch'io adesivi e locandine abusive ho iniziate a rimuoverle in pieno giorno. In fondo cosa abbiamo da temere?

Fabrizio ha detto...

ragazzi, quando andiamo a pulire Via Arco del Monte vicino Campo de Fiori??

Riprendiamoci Roma ha detto...

Quando sei a Roma fabrizio! Noi siamo sempre disponibili, facci sapere :)

Anonimo ha detto...

Grazie raga. Rimbocchiamoci le maniche. Io prevedo ti tornare per tre o quattro giorni a cavallo del prossimo week-end (15-17 Sett.) sono disponibile per una giornata intera (ma anche due) ditemi voi. Di quartieri da ripulire ce ne sono a bizzeffe. per esempio San Giovanni tutta è messa veramente male, quasi peggio di Via O.da gubbio (e ce ne vuole...).
Pensavo anche che forse sarebbe il caso di utilizzare una strategia direi "militare". Cioè creare delle teste di ponte, o delle "oasi" anti degrado che tali vanno mantenute sempre, monitorata da una persona che in quella zona vi abita o comunque ci passa spesso (questo in teoria dovrebbe essere il lavoro del municipio/vigili).
E della serie non c'ho un cazzo da fare ho chiamato con Skype 3 dei traslocatori: non scrivo i nomi di questi, poi capirete perchè.
I nomi sugli adesivi sono nomi di fantasia, infatti hanno risposto sempre stranieri (dall'accento e dall'italiano approssimativo)
Io mi sono presentato come un abitante di zona marconi e, senza incazzature ho chiesto se erano loro che avevano messo tutti quegli adesivi. Mi hanno risposto di si.
Gli ho chiesto se si rendevano conto del casino che stavano combinando ed enrambi si sono scusati ed hanno detto che adesso il comune ha detto che non lo possono piu' fare e quindi hanno smesso. due di questi hanno detto che la "ditta" gli aveva detto di non farlo piu'. E uno di questi mi ha detto che lui ha dovuto pagare una multa (non la "ditta") ai vigili.
Quindi gli ho chiesto ma chi è che va in giro ad attaccare gli adesivi. risposta loro stessi.
Domanda: per conto di chi?
Risposta: la "ditta". Ma adesso "abbiamo smesso (al plurale)
Domanda: Ma chi è questa "ditta"
Risposta: non te lo posso dire.
Domanda: Gli adesivi sono tutti uguali, cambia solo il nome ed il numero.
Risposta: lavoriamo tutti per la stessa "ditta".
Ho chiuso dicendo che noi del "comitato Marconi" (inventato) non tollereremo piu' questo schifo.

La cosa piu' interessante è stato comunque che tutti erano disposti a parlare, infatti saro' stato al telefono per cinque o dieci minuti con ciascuno. In particolare uno sembrava quasi contento di parlarne ma impaurito ogni qualvolta cercavo di carpirli indicazioni su sta cazzo di "ditta".

Mi sembra di capire che c'è una o poche ditte che si avvalgono di un esercito di disperati, facendogli fare concorrenza tra di loro (chi appiccica piu' adesivi, sull'adesivo c'è il nome del disperato e chi riceve la chiamata si becca il lavoro). Gli stessi che appiccicano gli adesivi sarebbero (secondo quello che mi dicono sti tizi) gli stessi che fanno i traslochi sgomberi. Ma allora sta cazzo di "ditta" che funzione ha? La conclusione (mia) è che siccome non è che ci voglia chissà quale capitale per andare a fare un trasloco/ sgombero, la fantomatica ditta altro non è che la camorra/mafia, o comunque un gruppo di teste di cazzo criminali che a fronte del pagamento del pizzo da parte di poveracci gli "permette" di lavorare nel business dei traslochi. Tra l'altro facendogli fare concorrenza tra di loro. Anche perchè ma quanti cazzo di trslochi ci saranno a Roma (oltretutto con la crisi economica)?

La secondo teoria, perchè penso sempre non male ma malissimo, è che se considerate l'invasività impressionante di questi cazzo di adesivi, mi sembra pubblicità di un'offerta assolutamente sproporzionata rispetto all'effettiva domanda di servizi trasloco/sgomberi di roma . Ma allora chi ha interesse a questo? La risposta potrebbe essere La parola "ricatto" al comune: Tu comune di roma, se vuoi che tutto questo finisca hai da pagà...

Non lo so. So solo che in entrambi casi di sicuro c'è una cosa giusta da fare....STACCARE!!

FABRIZIO

Anonimo ha detto...

Dimenticavo Giusto per distinguermi dall'altro Fabrizio delle 23:10. Io sono Fabrizio Vienna.

Anonimo ha detto...

Cazzo avevo scritto un post bello lungo. non me l'ha postato
Comunque in sintesi: io torno 3-4 giorno a cavallo del week-end 15-18 settembre. Si organizza una bella passeggiata antidegrado?

Ho chiamato con skype alcuni dei numeri, ho scoperto delle cose abbastanza interessanti. casomai ne discutiamo alla prossima passeggiata.

Fabrizio Vienna

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ma certo fabrizio! Per quel weekend organizziamo qualcosa a Viale Marconi e dintorni, che ne dici? ;-)

Fabrizio Vienna ha detto...

Perfetto. Cmq Non deve essere necessariamente Marconi. altri quartieri stanno messi ugualmente male (per es. San giovanni). Mi va bene tutto.

Anonimo ha detto...

Caro Fabrizio sono strafelice di aver letto il tuo articolo!!
Non sai quante volte mi trovo a togliere quei maledetti adesivi dal cancello della mia abitazione. Ora anche per me è diventata una mania, appena possibile mi fermo e inizio a staccarli; secondo te è possibile denunciarli? e dove?
A presto vale

Anonimo ha detto...

Complimenti a Fabrizio "Vienna" (dove dubito sia necessario mobilitarsi per staccare gli adesivi), anche io prima agivo di notte ma ora mi sono stufato di fare il sorcio e stacco senza complimenti alla luce del sole.
Fra l'altro in questi giorni gli adesivi vengono via molto meglio perche' si ammorbidiscono con il caldo.
Segnalo che l'ACEA ha cominciato ad adottare pali rivestiti di vernice granulare anti-adesiva, gli adesivi vengono via senza sforzo, bastano due dita per toglierli.
Bravo Fabrizio!

Fabrizio Vienna ha detto...

Vale, secondo me siccome si tratta di affissione abusive, e possibile denunciare. Il problema è chi.

Ho continuato il "sondaggio" telefonico da skype, chiamando i vari traslocatori (di cui non faccio i nomi, capirete sotto perchè).
Chi risponde al telefono seppur qualificandosi col nome italiano scritto sull'adesivo era sempre straniero, dall'accento direi nordafricani e rumeni.

Mi sono intrattenuto telefonicamente con loro, senza incazzarmi (è stato difficile), ma per cercare di capire il meccanismo. Uno in particlare mi è sembrato spaventato da due cose: 1) dalla multa che lui dice di aver pagato ai vigile, e pertanto ha smesso di farlo 2) spaventato dall "ditta" per cui lavora. Piu' o meno è andata cosi':

Dom: sei tu stesso che attacchi?
Ris: Si siamo NOI.
Domanda: che vuol dire NOI siete piu' persone che lavorate insieme?
Ris: no, pero' lavoriamo per la stessa "ditta"
Dom.: che ditta?
Ris: eh non te lo posso dire.
Dom.: ma se uno ti chiama per un trasloco sei tu che prendi il lavoro?
Ris: Si.
Dom.: E allora tu sei la ditta?
Ris: No No io non sono la "ditta"
Dom.: Quindi ognuno di quelli come te, attacca gli adesivi col suo proprio numero di cell. e se prende la telefonata ottieni il lavoro. Chiaro. Ma vi siete resi conto del casino che avete combinato.
Ris. Si MI DISPIACE, ho anche preso una multa (lui non la "ditta"), il comune ha detto che non si puo' fare quindi ho smesso. Li ho anche levati (cazzata) e se ne trovi ancora uno ti pago quello che vuoi.

Ho concluso dicendo che appartenevo a una non meglio specificato comitato roma sud, e se vedevo ancora adesivi suoi in giro l'avrei denunciato.

Quello, che io penso, e' che si c'è una banda di poveracci (la solita capacità Italiana di attrarre cervelli) che appiccica adesivi a tutto spiano. Questi adesivi vengono dalla fantomatica "ditta" che glieli procura e che altro non è che criminalità direi organizzata (basti vedere in che modo sistematico ogni singolo angolo di questa città è piena di questo schifo) e che gestisce tutto il mercato dei traslochi/sgomberi di Roma. La "ditta" cioè il camorrista/mafioso ti garantisce di farti pubblicità come traslocatore e anzi ti fornisce gli adesivi, a fronte di questo tu rumeno/nordafricano mi devi pagare il pizzo. Semplice. Se non paghi non lavori.

L'Altra teoria (complottista direi) è semplicemente un ricatto al comune di Roma. Se vuoi che tutto questo finisca, devi pagarmi. Se no la città farà sempre piu' schifo. E magari sempre piu' opere d'arte verranno danneggiate etcc. (magari mi faccio troppi film ma è possible).

L'unica cosa certa è che dobbiamo pulire e mantenere pulito.

Quindi, direi che si è possibile denunciare il titolare del cellulare, ma sarebbe necessario fare anche una denuncia contro ignoti (la famigerata "ditta" cioè criminalità)

Fabiano ha detto...

Sei un grande!!
complimenti

Manuele Mariani varese ha detto...

fabrizio, anch'io sono come te :) a volte penso però che magari sto buttando via tempo della mia vita.. ma alla fine la soddisfazione è enorme e continuo a staccare e raschiare via con il taglierino_
Ps: bene la news sulla scelta dell'Acea di usare vernice granulosa, era ora ! adesso anche sui semafori la vogliamo !!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO