Ogni tanto una buona notizia

venerdì 29 luglio 2011
Visita ai cantieri di Villa Torlonia

La foto è presa direttamente dall'account flickr del Sindaco Alemanno. Quella che vedete è una immagine del palcoscenico del Teatro di Villa Torlonia. Un gioiello ottocentesco dimenticato e caduto in abbandono per decenni, e oggi finalmente restaurato e restituito alla città dopo un lungo restauro. E' l'ultimo atto di un gigantesco intervento di recupero che già negli scorsi anni ha restituito a romani e turisti il Casino Nobile, il Casino dei Principi e la Casina delle Civette (al cui interno è allestito il Museo delle Vetrate Liberty), riportando agli antichi fasti e all'antico splendore una della più belle ville storiche di Roma. Oggi viene restituito il Teatro, insieme alla Serra Moresca, entrambi completamente rimessi a nuovo. Nell'account flickr del Sindaco potete vedere le primissime immagini del restauro concluso (qui il Teatro, qui la Serra Moresca). Altre foto potete trovarle su 06blog (in questa bellissima galleria di immagini). Entro la fine del 2011 tutti gli edifici saranno aperti al pubblico e l'intera Villa sarà completamente fruibile da romani e turisti. Ma ora viene forse la sfida più difficile: rimesso a nuovo il contenitore, bisogna ora riempirlo di contenuto. L'auspicio è che il Teatro possa tornare presto alla sua originale funzione, ospitando spettacoli. Un auspicio ancora maggiore sarebbe quello di riqualificare tutto il tratto di Via Nomentana che insiste sulle ville storiche (oltre a Villa Torlonia, anche Villa Paganini, Villa Albani e Villa Blanc), in maniera tale da trasformare l'area in boulevard di passeggio, anche in chiave valorizzazione turistica. Ricordiamoci che nelle adiacenze di Via Nomentana si trova anche il Quartiere Coppedé e il complesso di Sant'Agnese Fuori le Mura (tra i più importanti della Roma medievale), con la Basilica, il Mausoleo di Santa Costanza (famoso per il suo meraviglioso ciclo di mosaici) e le Catacombe.

7 commenti:

pennac ha detto...

qualcuna sa dire quando sono stati iniziati i lavori di restauro?

Anonimo ha detto...

Primi anni 90 e durati molto tempo, con i muri che si riempivano di scritte di ultradestra e manifesti abusivi dei partiti politici, specie quelli di centrodestra, quando avevano il primato delle affissioni abusive. Oggi invece sono stati "recuperati" dal centrosinistra che ha messo la freccia per superarli, quando si dice "prepariamoci ad andare al governo"...

Tornando alla Villa, bene il restauro (anche se leggo di fontanelle abbandonate e sporcizia nei prati) ma se Via Nomentana così com'è, l'effetto riqualificazione è annullato
in partenza.

Via le scritte sui muri, i cartelloni pubblicitari e le macchine parcheggiate in divieto e forse dopo ne possiamo riparlare, di Villa Torlonia.

-Les

manuele mariani (degradovarese) ha detto...

e da piazza di porta pia non c'è un solo cartello ad indicare tutte queste zone ! a londra trovi segnali turistici anche per le fermate della metro!!

Les ha detto...

ot:

Scritte sui platani del '600 a Villa Borghese

http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/07/29/foto/villa_borghese-19773656/1/

Gente cresciuta con le scritte sui muri, pensa che sia normale scrivere ovunque, anche sugli alberi.

Pasquino ha detto...

E magari fossero solo scritte..purtroppo esistono ancora persone che attaccano locandine pubblicitarie di plastica o legno INCHIODANDOLE sugli alberi.
Mesi fa feci un esposto contro un'agenzia immobiliare che aveva attaccato decine di locandine ai pini di Circonvallazione Aurelia con questo barbaro sistema e i Vigili del 18° elevarono una multa salata al titolare dell'agenzia così le locandine sparirono.
Ma ne ho notate molte altre, in tutta Roma..a volte mi sembra di svuotare il mare con il cucchiaino.
Se le notate fotografatele e fate un esposto ai Vigili di zona.
Nel frattempo sono di nuovo riapparse in tutta la città centinaia di grosse locandine cartacee che pubblicizzano spettacoli al "Teatro Romano di Ostia antica" appese ad ogni palo e semaforo (stavolta per il concerto degli Earth Wind e Fire..si Fire come il fuoco in cui gliele brucerei tutte!!!)

Les ha detto...

All'Eur stamattina abbiamo staccato molte locandine e adesivi, oltre a diversi annunci plastificati di Bed & Breakfast inchiodati agli alberi a tre metri d'altezza (c'avevamo appresso la scala!).

Ultima novità: il XII municipio pubblicizza i saldi attaccando locandine abusive ai pali della luce e dei segnali stradali!

Andrea ha detto...

fai bene ad alternare con qualche buona notizia ogni tanto..è rincuorante ;)

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO