Le abusivissime edicole favelas

lunedì 6 giugno 2011

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Le edicole di Roma somigliano sempre più a delle favelas. Ricettacoli di degrado e zozzeria, esempio lampante della caciottaggine romana. Un popolo burino e abusivo fino al midollo. Cartaccia appiccicata ovunque, occupazione abusiva di suolo pubblico, cartoni buttati per strada, in mezzo alle macchine che passano, in piena traiettoria. Che l'edicolante si guarda bene dal raccogliere, figuriamoci. In fondo a lui che je frega? Ne abbiamo parlato con un comandante dei Vigili Urbani, il quale ci ha assicurato che questi sono abusi belli e buoni che devono essere puniti, senza se e senza ma. Molti di questi edicolanti, quando vengono colti in flagrante, provano a cavarsela con la solita scusa, affermando che quella favela di cartaccia non l'hanno messsa loro, che "è una iniziativa degli editori, noi non c'entriamo". Una scusa a quanto pare molto ricorrente. Ma è una scusa che non regge. Secondo la nostra fonte l'edicolante è l'unico responsabile di ciò che accade nel perimetro attorno alla sua edicola. Il problema è che non sempre c'è la volontà di multare questa gente. Che non tutti i vigili urbani sono così "fiscali" (tra mille virgolette) da multare questi abusivi. Perchè, in fondo, "che te dà fastidio?". "E poi io Mimmo lo conosco, è una brava persona". Insomma, in Italia funziona così. Poi ci lamentiamo se Roma sprofonda nell'anarchia più totale. Tra bulli, writers, vandali e zozzoni. Questa è la generazione che stiamo tirando su. In un paese lurido, putrido, marcio e affumicato, questo è il minimo che possiamo aspettarci. Per la cronaca: qui siamo a Largo Alessandro Toja, all'incrocio tra Via Ettore Rolli, Via Ippolito Nievo e Via Portuense.

8 commenti:

Matteo ha detto...

La triste realtà, bisogna dasse 'na svejata.

Anonimo ha detto...

Non c'è voglia di cambiare le cose: ma che fastidio ti dà,
fatte l'affari tua, io nun c'entro niente...
Facendo questi discorsi si rischia di passare per alieni svizzeri, ma la città non è ancora pronta; troppo abituata al degrado, troppo assuefatta all'illegalità diffusa, in fondo ognuno fa come cacchio gli pare.
Tra l'altro c'è il comportamento colpevole dei Vigili Urbani, che oltre le multe per divieto di sosta non vanno: connivenze, pigrizia o ignoranza, il risultato è che non muovono un dito.


Mafie e corruzioni dietro i cartelloni

Riprendiamoci Roma ha detto...

Guardate i cartoni in mezzo alla strada... guardate guardate!

Les ha detto...

Date un'occhiata a questo post:

http://riprendiamociroma.blogspot.com/2011/02/le-affissioni-selvagge-delle-edicole.html

Quelli che portano i giornali sono gli stessi che attaccano i manifesti pubblicitari ai pali, parapedonali ed alberi.

Non escludo, però, che facciano qualcosa pure gli edicolanti.

Rinnovo la richiesta ai nostri lettori: spedite le foto delle edicole favelas, noi le pubbichiamo con l'indirizzo della municipale per segnalare le affissioni abusive.

Les ha detto...

ot:

Dopo che la giunta di centrodestra gli ha fatto la sanatoria, i venditori abusivi multati a Porta Portese minacciano di bloccare il centro storico.

http://www.rassegnastampa.comune.roma.it/PDF/2011/2011-06-06/2011060618866783.pdf

Dal Corriere della Sera:

La strategia del Comune è la seguente: «Noi multiamo i senza titolo. Loro versano il dovuto in municipio, ciascuno secondo i metri quadri occupati, e in questo modo rientrano» spiega la Modafferi (Cmandante XV gruppo V.U., ndr) Una sorta di «auto—sanatoria»? «Non dico questo, è chiaro che poi si dovrà trovare una soluzione ma, intanto, verrà almeno versata la tassa di occupazione di suolo pubblico. L'amministrazione da un anno ha dato mandato di perseguire gli evasori»

Stefano Pedica, dell'IDV, difende gli ambulanti:

«Multare chi come a Porta Portese non ha licenza per ragioni burocratiche, è un paradosso degno di Alemanno— sceriffo di Nottingham»

Anonimo ha detto...

E' VERO GLI EDICOLANTI CONCIANO I DINTORNI DELLE EDICOLE IN MANIERA VERGOGNOSA!!!!!

Mc Daemon

donata ha detto...

Medesimo problema si è verificato tempo fà in alcune strade del mio quartiere,il Flaminio, pali e alberi intorno alle edicole erano stracarichi di cartelli pubblicitari. Ho fatto una segnalazione scritta ai Vigili Urbani che sono intervenuti e da quella volta gli edicolanti o chi per loro si sono adeguati. E' l'unico caso a Roma? Di sicuro è che la sottoscritta è stata l'unica del quartiere che ha fatto la segnalazione.......

Riprendiamoci Roma ha detto...

Poi quando tira vento i fogli si staccano, quando piove si bagnano, aggiungendo degrado a degrado.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO