Riqualificato vs. non riqualificato

lunedì 23 maggio 2011

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Roma è l'unica Capitale al mondo ad aver conservato le proprie mura di epoca romana. Mura che, purtroppo, oggi versano in pessime condizioni. Qualche anno fa un piccolo tratto delle Mura Aureliane è stato riqualificato. Carlo, un nostro lettore, ci propone un confronto tra la parte riqualificata e quella ancora da riqualificare.

Cari amici, probabilmente vi sarete interessati alla cosa ma volevo indicarvi un posto splendido in cui sono capitato ieri per caso in bici: è il tratto riqualificato delle Mura Aureliane lungo viale Metronio, un esempio ineguagliabile di come - con la volontà e con il rispetto per la Storia - si possa cambiare il volto di Roma e risarcirla dei tanti sfregi commessi. Ecco come si è restituito dignità alle sacre mura, allargando il prato, trasformando il viale da mini-tangenziale a stradina di quartiere, difendendole dall'assalto delle auto e permettendo quindi agli abitanti - e a tutti i cittadini del mondo - di poter godere della maestosità dell'opera. Altro che grande muraglia cinese! Guardate invece in che condizioni versa il tratto successivo alla fine del parco, fa paura nella sua desolazione. Per non parlare poi di come sono ridotte Porta Latina e Porta San Sebastiano, sottoposte al costante assedio di barbari motorizzati. Ma io sono ottimista e credo che quel poco che è stato fatto possa aiutare le menti del luogo a chiedere di estendere il parco oltre il deserto di lamiere. Ho fiducia. Qualcuno sa qualcosa in proposito?
(Carlo)

7 commenti:

Luciano ha detto...

Per il pezzo riqualificato bisogna fare i complimenti a Veltroni (sindaco da me odiato, ma non in questo caso). Ora aspettiamo Alemanno per il pezzo che manca...

Antonio ha detto...

Be cè una differenza colossale tra il tratto riqualificato e quello abbandonato...sembra un'altra città...nel primo caso le Mura fanno parte del quartiere e delle persone che ci vivono...nel secondo sembrano solo un ammasso di pietre ai lati di una strada...peccato che a Ferrara nonostante il riconoscimento dell'Unesco alle nostre Mura interi tratti e baluardi vengano lasciati marcire nell'incuria con tratti transennati manco fossero delle buche in una strada e crolli a ripetizione...aspettando i fondi per il restauro...

Les ha detto...

Antonio, sappi che una parte consistente del Parco degli Acquedotti, tra la Via Appia Nuova e la Tuscolana, è da sempre abbandonato al degrado, con baracche e scritte sulle murature esterne.

Alessandro ha detto...

Andate tra piramide e san saba, lì ci sono parecchie scritte e graffiti sulle mura aureliane. Una vera vergogna!

Il tratto riqualificato è buono, ma si notano già piccoli segni di cedimento da mancata manutenzione. Speriamo che rimanga in condizioni ottimali.
Il tratto da riqualificare, nonostante sia previsto, la vedo molto dura. La sosta selvaggia sparirebbe ma dove finirebbero le centinaia di auto parcheggiate abusivamente ogni sera? Non ci sono parcheggi sotterranei, le autorimesse sono piene e non vedo prospettive di cambiamento degli abitanti di quartiere (vendere 1 auto su 3 di media che hanno le famiglie).

Anonimo ha detto...

molto bello...da sottolineare che non hanno usato nessun recinto/barriera/sbarre come stanno facendo a via statilia (dove i costi sono notevolmente più alti)

Les ha detto...

Un'immagine del Parco degli Acquedotti:

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Roma-parco_degli_acquedotti03.jpg

Da un articolo del Messaggero veniamo a sapere che oggi verranno inaugurati "il laghetto e il nuovo Canale dell'acqua Mariana all'interno del parco, per troppo tempo abbandonato a se stesso."

Inoltre "E' iniziato ieri mattina, e proseguirà nei prossimi giorni, la riqualificazione del Parco degli Acquedotti, polmone verde della Capitale (zona Tuscolano) troppo spesso abbandonato al degrado e meta di sbandati e senza tetto".

"Si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria — ha spiegato l'assessore all'Ambiente Marco Visconti - che si va ad aggiungere alle normali operazioni di pulizia del parco che avvengono cinque volte a settimana."

Cosa incredibile è che ci sono delle scritte sui ponti dell'acquedotto:

"L'intervento proseguirà oggi e anche la prossima settimana. quando è in programma la cancellazione delle scritte che imbrattano la storia di uno dei parchi più suggestivi di Roma, ad opera delle squadre antiwriters dell'Ama oltre ad altri interventi sulle alberature."

Dopo la pulizia del parco servirà l'aiuto dei cittadini, come dice Visconti, per segnalare i casi di degrado e monitorare l'area.

Anonimo ha detto...

Il più grande patrimonio archeologico del mondo, siti che tutto il mondo ci invidia affidati a RUTELLI,VELTRONI,ALEMANNO...MARAZZO,POLVERINI,STORACE.

che vergogna ROMA IN 15 ANNI è sprofondata grazie a questi camorristi ignoranti incompetenti.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO