Tutta Roma è incartata

martedì 8 marzo 2011

Your pictures and fotos in a slideshow on MySpace, eBay, Facebook or your website!view all pictures of this slideshow

Cittadini stacchini a rapporto! Come senz'altro tutti voi sapranno, il problema delle affissioni politiche abusive non riguarda solo la campagna elettorale. L'esercito degli attacchini lavora ininterrottamente 365 giorni l'anno per devastare la città. E i politici, e i loro partiti, che dovrebbero amministrare questa città e dare il buon esempio, continuano ad affidarsi a loro 365 giorni l'anno. A Roma la campagna elettorale non ha mai fine. Non appena un politico dice una mezza cosa, i suoi sgherri son subito pronti a scriverla su centinaia di migliaia di manifesti e ad appiccicarla su tutti i muri. Sui muri c'è di tutto, dalle riflessioni politiche a semplici attacchi diretti (e burinissimi) all'avversario, con il gergo triviale che contraddistingue il linguaggio politico di oggi, dal convegno al comizietto, fino alla festa del nonno a cui partecipa questo o quel politico per pigliarsi la sua buona dose di applausi. L'inutilità di questi manifesti che ormai nessuno più legge non basta a renderli illegali, tantomeno antieconomici. A Roma si continua a stampare manifesti su manifesti e ad appiccicarli ovunque. E pazienza se la Corte dei Conti denuncia evasioni e perdite per il Comune a sei zeri. A noi ormai queste cose non ci scandalizzano più. E per le multe non c'è problema, ci sarà sempre pronto un bel condono tombale ficcato in qualche "decreto milleproroghe". Mille euro e passa la paura. Al senzatetto che ruba un pollo al mercato si fa scontare 2 anni di galera. Mentre chi evade migliaia e migliaia di euro la fa franca. Eppure avete mai visto un cittadino indignarsi per di fronte a questo schifo? Invitiamo tutti a denunciare questo schifo ai vigili e a strappare via i manifesti abusivi dai muri. Per dovere di cronaca: qui siamo in Via Ramazzini, esattamente la stessa strada di cui vi abbiamo mostrato i marciapiedi nel post precedente.

12 commenti:

Degrado Apriliano ha detto...

colpa anche di chi ancora li vota.

Anonimo ha detto...

w i manifesti abusivi!

Noi Roma ha detto...

Ce ne sono talmente tanti che uno neanche li legge più.
Sembra una barzelletta, praticamente i menifesti li paghiamo tre volte, la prima quando li stampano, la seconda quando vengono multati e la terza quando mandano qualcuno a ripulire....che spettacolo.

Anonimo ha detto...

Non chiamateli attacchini. Chiamateli zozzoni!

Les ha detto...

Immaginate stasera i politici a Ballarò che faranno a gara per apparire più civili, più eticamente presentabili, più europei, più internazionali rispetto al nemico di turno seduto dall'altra parte e, poi, guardate queste immagini o più semplicemente, fate un giro in qualsiasi quartiere della città. Quando vedrete i manifesti di carta dei politici pagati con i soldi dei contribuenti, attaccati sui muri, sui cassonetti, sui cartelli parcheggio, sui 2x2 senza timbro, ovvero senza aver pagato la misera tassa di affissione del Comune di Roma, cosa penserete?

Ve lo dico io, penserete che nel 2011 siamo l'unico paese occidentale in cui accadono queste cose. E che non c'è uno che si salva. E che i manifesti sui muri sono una vergogna per la Nazione alla vigilia del 150° dell'Unità d'Italia.

Ah, la sapete l'ultima? Hanno ricominciato ad attacchinare anche le sigle di estrema destra!

Degrado Apriliano ha detto...

Qualche giorno fa sul blog MALAROMA, c'era un post in cui si metteva in evidenza come la situazione romana fosse più o meno come quella dell'Uganda:
http://malaroma.blogspot.com/2011/02/stamo-come-in-uganda.html

Anonimo ha detto...

Les l'estrema destra attacca manifesti abusivi dai tempi de mi nonno.

Les ha detto...

Sì ma ora hanno ricominciato come una volta ad invadere la città e la colpa è dei partiti maggiori che fanno come loro.

Anonimo ha detto...

I MANIFESTI POLITICI SONO L'EMBLEMA DEL VUOTO PNEUMATICO DEI PARTITI.

VI SI LEGGONO SOLO STRONZATE INVECE DI PROPOSTE SERIE SUI PROBLEMI (ENORMI) DI QUESTO PAESE.

Anonimo ha detto...

I più ridicoli sono questi dementi dei neofascisti, vi rendete conto di che arretratezza culturale si tratta.
Menti tarate con q.i. inferiore alla media.

L'UNICO FORO CHE RICORDO A VIA RAMAZZINI E QUELLO FATTO AD ANSELMI DOPO LA RAPINA A MANO ARMATA, SOLO CHE NON ERA 753 MA
657 AUTOMATICA.

Legione Monteverde ha detto...

Una vergogna vera io boicoto chi usa questo strumento di propaganda sia pubblicitario che elettorale.
Abito in quella zona è ed una vergogna vera, continuamente vandalizzata da questo schifo.
Pensare che quei muri cingevano ville nobili romane.

Anonimo ha detto...

Il Municipio XVI è abbandonato all'incuria e al degrado, si vedono sempre di più in giro nomadi e roma che frugano nei cassonetti. I Vigili Urbani sono scomparsi dal quartiere.

COMUNE E MUNICIPIO XVI CONTANO COME ER DUE DE COPPE QUANDO REGNA DENARA!!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO