Illeciti Ater? Ma che novità...

lunedì 21 marzo 2011


Io non capisco tutto lo stupore per le irregolarità Ater; come se fossero una novità. Non c'è bisogno di essere investigatori privati per conoscerne gli illeciti capillari, e senza scomodare grandi nomi. C'è quello che ha casa di proprietà a Labico e si è introdotto in un immobile al Flaminio, pagando il "condono" sottobanco, per avere un appoggio vicino al negozio; quello che all'Esquilino ha occupato un sei stanze e le donne di famiglia continuano a farsi ingravidare per evitare lo sfratto; quello che ha approfittato dell'assenza di una coppia di anziani e nessuno lo caccia via; quelli che hanno occupato gli immobili a San Saba e li tengono sigillati in attesa che i figli crescano o che l'Ater li venda per un'allegra speculazione. Non parliamo poi delle occupazioni abusive. Tutta la Nomentana da Piazza Sempione in su è in mano agli adepti di partiti e di centri sociali; a Trastevere commercianti e piccoli imprenditori dopo aver occupato un immobile storico hanno fatto una cooperativa (sic) e nessuno li può più spostare; a San Giovanni in un palazzone sulla tangenziale ci sta addirittura un politico, nell'ex scuola Castrenze una sola famiglia, e il comune ci manda l'Ama a fare le pulizie. Al Cinodromo ragazzotti perfettamente in grado di lavorare campano a spese del Comune. Ho un amico barbone che non riesce neppure a ripararsi sotto i ruderi di un ex caserma senza venire immediatamente ributtato alle intemperie. Che non ci facciano ridere con queste inchieste meramente politiche, che trascurano regolari controlli e repulisti che dovrebbero garantire gli immobili ai cittadini veramente bisognosi. (G. Biun)

8 commenti:

Noi Roma ha detto...

Ce ne sono tanti di esempi da fare come questi, poi però c'è il rovescio della medaglia, ci sono molte persone che davvero sono senza casa, quando a Roma ci sono migliaglia di appartamenti vuoti...

Anonimo ha detto...

Io da lavoratore e contribuente sono per l'abolizione immediata di tutte le istituzioni popolari.

I PARASSITI NON DEVONO VIVERE ALLE SPALLE DEL COMUNE DI ROMA O DELLA REGIONE, HO PAGHI L'AFFITTO COME TUTTI O TI PRENDO A CALCI IN CULO E TI STACCO LUCE E TERMOSIFONI.

Anonimo ha detto...

se non erro ho letto un articoletto molto simile su un altro blog....mah omologazione o sudditismo . Chissà !

Anonimo ha detto...

Un'altra cosa, ma li sotto un bel pup no ? ahahaha

fitzcarraldo ha detto...

Scrotino..ma perchè perdi ancora il tuo tempo a leggere i blog di stupidi come noi.
Un essere intelligente come te non può abbassarsi in questa melma..potrebbe sporcarsi i vestiti da principino.
Vai in vacanza..va, che è primavera.

Riprendiamoci Roma ha detto...

E' una lettera che ci è arrivata e abbiamo deciso di pubblicarla. Se l'ha pubblicata anche un altro blog, meglio così.

Anonimo ha detto...

Omologazione o sudditismo?! Forse una cosa vera condivisa?
Dovrebbero imporre la logica come materia scolastica, siamo invasi dalle zucche, più pericolose dei criminali.

Anonimo ha detto...

san saba via camuccini scala c ci sono inqulini senza contratto enon avente diritto alla casa ma quando fate un cotrollo.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO