Blitz antidegrado all'Esquilino

giovedì 10 marzo 2011

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Rispondendo ad un appello del blog Degrado Esquilino, che denunciava l'invasione di stickers sui nuovi cassonetti dell'AMA, Riprendiamoci Roma ha voluto organizzare un blitz antidegrado nel Rione Esquilino. Un blitz dedicato non solo alla rimozione degli stickers, ma anche contro le affissioni abusive e i manifesti politici. Appuntamento domenica sera, alle 21 in punto, a Viale Manzoni, angolo Via Merulana. Abbiamo estirpato una settantina di stickers adesivi (eloquente i prima/dopo riferiti al palo del segnale stradale e alla centralina Telecom) e una trentina di affissioni e locandine di vendesi. Il percorso seguito si snoda lungo Viale Manzoni, Via Tasso, Via Galilei, Via Emanuele Filiberto e infine Via San Quintino. Ultimo atto della passeggiata antidegrado, la rimozione dei manifesti politici. Davanti alla "fermata modello" Manzoni, abbiamo strappato una manciata di manifesti abusivi. Alcuni ricoprivano totalmente l'ascensore della metro, altri infestavano un contenitore di vestiti usati. Purtroppo non avevamo con noi né i raschietti, né gli spruzzini ad acqua, né le spugnette abrasive. Ma siamo riusciti se non altro a rendere i manifesti illeggibili, e quindi inservibili alla causa. E dopo questa nuova passeggiata antidegrado, Riprendiamoci Roma rilancia. Proponete nuovi blitz, aderite al nostro movimento. Vi segnaliamo (con largo anticipo) che sabato 19 marzo alle ore 10 di mattina, ci sarà un intervento di pulizia alla Stazione della Storta. L'iniziativa è organizzata dai ragazzi dell'Istituto St. George's e da Retake Roma, i quali si autofinanzieranno per ripulire completamente gli ambienti della stazione. All'evento parteciperemo anche noi, e vi daremo ulteriori dettagli in seguito. Nel frattempo, lasciate qui i vostri commenti, le vostre proposte e riflessioni. Ci vediamo al prossimo blitz!

15 commenti:

manuele mariani (degradovarese) ha detto...

grandi :)

!! ha detto...

lasciate stare i manifesti

Anonimo ha detto...

se ti piacciono tanto perché non te li appiccichi dentro casa?

Noi Roma ha detto...

Chi parla così è evidente che non ha nemmeno stima di se stesso,
pensa se può avere rispetto per una città così legendaria come Roma. Complimenti ragazzi è notevole quello che fate.

Resistenza Attiva ha detto...

Necessita un salto di qualità: organizzare iniziative simili solo alla luce del giorno. Farle di notte serve a poco, solo alla soddisfazione di chi le compie. La maggior parte della gente sono convinto che la mattina dopo neanche se ne accorge che i pali sono ripuliti. Giocare sullo spirito di emulazione e sullo spirito di partecipazione della gente è l'unico futuro.

n@po ha detto...

Complimenti per l'opera di stacchinaggio portata avanti con grande successo. In quanti eravate? Concordo con l'ultimo commento, se le azioni sono portate avanti in pieno giorno, la risonanza sarà maggiore.
Approfitto di questo post, per ricordarvi che è stato lanciato il nuovo Forum Lotta al Degrado..iscrivetevi numerosi! Per maggiori dettagli: http://ripuliamoli.blogspot.com/2011/03/nasce-il-nuovo-forum-lotta-al-degrado.html

Paolo ha detto...

La cosa migliore sarebbe fare queste passeggiate durante il fine settimana, in modo da poter parlare con calma con i passanti ed i residenti.
Purtroppo i manifesti sull'ascensore della metro Manzoni sono tornati già il giorno dopo... Credo che in questo specifico caso sia necesssario farsi sentire dai responsabili di stazione e dalla Gestione della Metro: basterebbe applicare una superfice a rilievo per scoraggiare gli attacchini. Se lo hanno fatto per i pilastri della soprelevata, perché non farlo per l'ascensore di stazione?

Anonimo ha detto...

Arrestato per camorra
consulente di Alemanno
Giorgio Magliocca, ex An e oggi Pdl, sindaco di Pignataro Maggiore, secondo l'accusa sarebbe legato al clan Ligato-Lubrano. Dal dicembre 2010 è capi di gabinetto della segreteria del sindaco. Ha lavorato anche per il ministero delle telecomunicazioni ai tempi di Landolfi

Filippo ha detto...

Per rispondere a n@apo eravamo in meno di 10, troppo pochi per ripulire da soli le 8 strade della zona prescelta. Ma il messaggio è stato lanciato: una signora che ci ha visto all'opera si è avvicinata e ha raccontato che anche lei e il marito ogni giorno cercano di 'stacchinare' tutto il possibile. Le abbiamo raccontato dei blog antidegrado e inviata al passaparola. Ed è quella l'opera più importante: la sensibilizzazione. Se oggi eravamo in dieci.....domani saremo in venti......e poi......tanti da non poter più fare finta di niente

n@po ha detto...

@Filippo
Meno di 10 è, comunque, un buon numero per queste azioni di stacchinaggio. Suppongo che abbiate operato divisi per gruppetti. Il fatto che anche solo una persona abbia recepito il messaggio è già un vittoria!

Riprendiamoci Roma ha detto...

Purtroppo all'ultimo non ho potuto partecipare e ci sono stati un po' di problemi con l'organizzazione, causa pioggia, weekend di mezzo e altri impicci vari. Ora che viene la bella stagione ci sarà modo di organizzare qualcosa in grande ;)

Anonimo ha detto...

quello che mi domando è: questi attacchini fanno il loro sporco lavoro alla luce del giorno, su strade a grande scorrevolezza, possibile che non vengano mai visti da un vigile, un poliziotto, un carabiniere, un finanziere? basterebbe una multa fatta per bene per fargli passare una volta per tutte la voglia

Paolo ha detto...

Purtroppo anche i commercianti e i residenti fanno finta di non vedere nulla. Comunque adesso la nuova piaga qui all'Esquilino sono le agenzie immobiliari: pensate che vengono ad incollare ai pali persino annunci di case in vendita a Cesano! Oggi hanno incollato indisturbati vani cartelli anche lungo le scale della fermata metro Manzoni. Il problema è che utilizzano una colla molto resistente: chiederò che se ne occupino gli incaricati della pulizia della stazione, vediamo cosa mi risponderanno.

Les ha detto...

Dicci che ti dicono Paolo, io sono quasi certo che ti diranno una frase fatta e non faranno niente, perché - essenzialmente - non gliene frega niente che la stazione sia imbrattata. E poi secondo loro quello non è imbrattamento, è comunicazione legittima, visto che per il romano medio attaccare le cose sui muri è una cosa normale, anzi quasi un diritto inalienabile!

Anonimo ha detto...

Complimenti! Bellisiimo risultato. Fa stare meglio anche solo vedere una di queste facce da culo col loro bel manifesto strappato e reso inservibile (mi riferisco ovviamente al cassonetto giallo)!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO