Tornano i cittadini stacchini

lunedì 7 febbraio 2011

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

I cittadini-stacchini sono tornati. Non più solo in campagna elettorale, da oggi la nostra azione contro i manifesti abusivi sarà continua. Qui siamo nel casottino di accesso alla fermata Metro di Via Baldo degli Ubaldi, già trattato da noi in occasione di due diverse passeggiate antidegrado, quando avevamo rimosso le tag e le scritte dalla vetrata lato marciapiede (vedi qui e qui). Questa volta abbiamo pulito l'altra vetrata, quella perpendicolare al senso di marcia, costantemente devastata dalle affissioni selvagge (come già denunciato in questo post di qualche mese fa). Armati di secchi d'acqua e di spatoline, abbiamo completamente ripulito le vetrate oscurate dai manifesti politici abusivi. Un'azione dimostrativa, davanti alla gente che passava e che guardava incuriosita e interessata. Purtroppo non avevamo con noi le spugne abrasive, che ci sarebbero tornate molto utili per rimuovere anche lo spesso strato di colla, "residuo bellico" di migliaia e migliaia di affissioni abusive. Ma tant'è, c'è sempre qualcosa da imparare e da migliorare, e la prossima volta torneremo senz'altro a completare l'opera. Per intanto, godetevi le foto del casottino ripulito. Ma non limitatevi a guardarle. Il problema delle affissioni abusive c'è in ogni quartiere di Roma, in ogni strada, in ogni piazza, in ogni angolo. Due-tre persone, armate di buona volontà, e in una sera si riesce a toglierne parecchi. Fate come noi, organizzatevi, scendete in strada e cominciate a strappare, strappare, il più possibile, tutto ciò che viene abusivamente affisso sui muri dei vostri palazzi e lungo le vostre strade. Tutto ciò che vi fa schifo e che non tollerate più. Se volete partecipare alle nostre passeggiate antidegrado e/o ai nostri blitz, contattateci.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

'N tu culu agli stacchini!

Franco XVIII ha detto...

ammiro stupito cotanta educazione e capacità poetica.
Anonimo..ma perchè non ti firmi?
Potremmo perorare la tua candidatura al Premio Nobel per la poesia..

Traffico Matto ha detto...

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_febbraio_7/writer-spagnolo-imbratta-treno-metropolitana-san-donato-181417020533.shtml

Ci vorrebbe un De Corato pure a Roma. Gli agenti della municipale che fanno il raffronto con il database delle tag per addebitargli tutto l'addebitabile ce lo sogniamo!

antitag ha detto...

Eppure riconoscere i writer dalle tag non dovrebbe essere difficile! È la loro firma!

Darei non so quanto per trovarmi tra le mani BESO.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO