Passeggiata anti-volantini a Monteverde

giovedì 24 febbraio 2011

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Passeggiata antidegrado estemporanea per le vie del quartiere Monteverde. A finire nelle nostre mani, un centinaio di volantini pubblicitari abusivi e altrettanti depliant di supermercati. Il materiale cartaceo "sequestrato", a fine giornata, è imponente. Segno che la delibera anti-volantinaggio da sola non basta affatto ad arginare un fenomeno di malcostume tanto radicato. Servono pene più pesanti e servono più controlli. Mentre eravamo all'opera, due vigili, intenti a passeggiare allegramente lungo Via Ozanam, ignoravano i volantini sui tergicristalli e perfino le auto in doppia fila, che quotidianamente creano ingorghi nel quartiere. Ulteriore segnale, qualora ce ne fosse ancora bisogno, del fatto che non possiamo contare sulla buona volontà delle forze preposte ad occuparsi di questi problemi. Ci affidiamo quindi solo ai cittadini, ed è per questo che continuiamo a chiedervi di contattarci e di proporvi anche voi personalmente per le successive passeggiate antidegrado. Ma non nutriamo particolare fiducia, se è vero che anche il cittadino romano medio è ormai completamente assuefatto da questo schifo. I depliant dei supermercati li abbiamo trovati abbandonati su un muretto, altri per terra, a fianco al tappetino davanti al portone di un palazzo condominale. Una signora esce dal portone proprio mentre stiamo sequestrando il materiale in questione. Ci chiede perché lo stiamo portando via, le rispondiamo che a noi non piace che i supermercati si sponsorizzino lasciando a terra decine di depliant, alla mercé del vento. Ci dà ragione, ma ci chiede ugualmente di lasciarle un depliant, perché "io devo fare la spesa e voglio vedere le offerte". Accettiamo. Ma è l'ennesima conferma che ai cittadini, tutto sommato, lo status quo va bene. Nel complesso, comunque, è stato un bell'intervento di pulizia. Si accettano proposte per la prossima passeggiata antidegrado. Contattateci!

15 commenti:

Anonimo ha detto...

non è esatto. Su questi blog si semplifica sempre . Il cittadino romano non è abituato allo schifo...ma ognuno pensa ai propri interessi. la signora con le offerte del supermercato accetta ben volentieri il degrado pubblicitario. Ma anche voi dopotutto accettate volentieri bandi di gara ...parcheggi , cemento e che vengano tagliati alberi "infestanti" (come sono stati definiti ). Chiaramente sto parlando in generale. Ognuno di questi punti per alcuni è dimostrazione di progresso (se come no) per altri no ma sicuramente è una fonte di guadagno (e che guadagno) per i soliti nomi !

Riprendiamoci Roma ha detto...

Bene, non facciamo i parcheggi interrati, e trasformiamo Via Fermi (e Via Albalonga) in un boulevard degno di una Capitale europea. E il primo che viene beccato in doppia fila o in sosta vietata si becca 1000 euro di multa e il sequestro del mezzo a sue spese. La macchina mettitela in salotto se vuoi.

Anonimo ha detto...

lo vedi che non vuoi sentir ragioni ? Il pup è l'unico rimedio ,il bando è l'unico rimedio e cosi via. La signora fa come te, solo che a lei il pup non serve, vuole il supermarket !
Senti cosa mi dici degli alberi "infestanti" abbattuti ?
Io dietro questi blog ci vedo strane cose !

Ps
ma quali 1000 euro di multa, qui le somme in gioco sono milioni di euro !

Anonimo ha detto...

milioni? miliardi! :-P

ma perché chi contesta quello che viene scritto nel blog non dice chiaramente a cosa allude ammiccando in modo subdolo e un po' vigliacchetto? ci fate capire quali sarebbero le "strane cose" dietro "questi blog"?

chiaramente, non mi attendo alcuna risposta seria...

alex

Anonimo ha detto...

quando dico strane cose, mi riferisco al fatto che bene o male si parla solo e sempre di bandi di gara ! A te pare normale ?
Si parla di degrado riconducibile a piccole realtà (che si definisce mafia) e notizia di ieri riportata da repubblica sono previsti 23 nuovi centri commerciali (qui niente mafia ?). Ed infine che si ripetono sempre le stesse cose. Nella lettera diretta a della valle si riportano una serie di blog...ma chi c'è dietro quei blog ? Se io faccio 10 blog a parlare sono 10 blog o una persona ?

Mentre sulla battuta sui milioni o miliardi non so cosa rispondere, non so quanto si guadagna con un parcheggio interrato ! Magari ci perdono pure! Boh !

Mi dispiace dirtelo io non alludo proprio a niente ma sottolineo di quello che si parla solo e sempre su questi blog ! Se tu credi che state combattendo contro la mafia avete ragione io esternamente mi pongo delle domande.
Sicuramente consideri la risposta non seria...
se vuoi faccio il serio come piace a voi:
Mafia e camorra dietro cartelloni e bancarelle !

Fabius ha detto...

Solo un appunto: ottima l'iniziativa della passeggiata anti-volantini, ma l'estensione del "sequestro" ai volantini pubblicitari nei condomini dovrebbe essere specificata nella propria motivazione. Traduco ;-)
Il volantino pubblicitario nella buca della posta o nel "raccoglitore volantini condominiale" credo sia legittimo. I punti critici a mio parere sono quindi due, uno di ordine "estetico" e uno di ordine ecologico (ma non solo):
- per l'estetica, il caso dei volantini messi nei raccoglitori condominiali e poi dispersi dal vento sulla strada e sul marciapiede, e allora questo è un caso di incuria;
- per l'ecologia, la diffusione a tappeto dei volantini, cestinati prima di essere letti (non ho percentuali, ma potrebbe essere a occhio e croce il 50%), e comunque anche dopo, diventando rifiuto da smaltire. E siccome su questo tema sono personalmente sensibile, qualche anno fa mi sono preso la briga di misurare il peso dei volantini che mi sono stati recapitati in un anno. Risultato: ben 22 kg di carta! Che se li moltiplichiamo per 1.000.000 (ipotetico numero di punti di recapito) da il risultato di 22.000 tonnellate di carta, ovvero rifiuto da smaltire, ovvero...costo per le nostre tasche!!! 22.000 tonnellate che, per intendersi, sono il carico portato da 1.100 Tir.
Certo, l'impatto ecologico di 22.000 tonnellate di carta non ha molto a che vedere con il degrado di una città, ma anche questo dovrebbe essere un elemento di riflessione.

Les ha detto...

ot:
Innamorati-attacchini sui muri del Giulio Cesare!

http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/02/23/foto/caterina_ti_amo-12811124/1/

Era stato pulito il 4 gennaio.

http://www.rassegnastampa.comune.roma.it/PDF/2011/2011-01-05/2011010517556718.pdf

E la Repubblica ci scherza pure.

Anonimo ha detto...

Monteverde è ridotto in uno stato PIETOSO: sporcizia dovunque, marciapiedi disconnessi, rattoppati, pieni di buche, cartelloni pubblicitari che coprono quasi tutte le vie principali e secondarie (fatevi un giro...), pubblicità attaccate sui molteplici pali, e tutto nel MENEFREGHISMO di chi deve controllare, sanzionare, tutelare. Spero che presto i responsabili di questo degrado tornino a casa, compreso i comandanti dei VV.UU. che non strigliano come si deve i loro sottoposti. MAI VISTI far nulla contro chi imbratta: con i miei occhi mettevano annunci vendesi e di discoteche ai semafori e una coppia di vigili fumava a 20 metri. ASSURDO.

Les ha detto...

E i marciapiedi sulla Gianicolense? Altezza Casaletto, sgretolati e recintati con la rete arancione, ma cos'è successo? Lavori in corso?

Riprendiamoci Roma ha detto...

Un centro commerciale sotto un parcheggio? Magari qualche attività commerciale? Si fa così in tutto il mondo, che c'è di male? Cosa porta di male alla cittadinanza l'eventuale apertura di un punto commerciale in un parcheggio interrato? A fronte di aree pedonalizzate e spazio restituito ai pedoni?

Anonimo, qui l'unico che non vuole sentire ragioni sei tu. Dicci un'alternativa ai pup e ti staremo volentieri ad ascoltare.

n@po ha detto...

Ogni stabile dovrebbe dotarsi della cassetta per la pubblicità, in questo modo è scongiurato il rischio che il depliant finisca a terra.
Per quanto riguarda il link postato da Les, a quanto pare gli innamorati stanno ricorrendo alle affissioni abusive. Nel mio paese molti pali della luce e qualche pino sono stati utilizzati nella notte di San Valentino per attaccare manifesti verticali con su scritto "I Love Ale". Non bastavano le scritte sui muri e sui marciapiedi...

Antonio ha detto...

Il problema volantino pubblicitario selvaggio credo sia presente in tutta Italia, qualche mese fa sono passato per un paesino del trentino e per terra davanti alle poche case c'erano decine di volantni di un supermercato locale sparsi...

Qui a Ferrara infilano sta robaccia ovunque ci sia una porta, non IMporta se sia un edificio abitato o meno o se sia una porta secondaria...scaricano i loro carichi di carta il più velocemente possibile, ne ho visti pure col motorino in centro contromano...ormai è giungla...e nonostante il nostro caro sindaco si sia espresso contro questo tipo di distribuzione selvaggia...dopo 2 mesi è tutto come prima anzi no, peggio...this is Italy.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Un Comandante dei Vigili ci ha confermato che il volantinaggio selvaggio è la prima causa di sporcizia delle strade e che togliere i volantini dai tergicristalli è del tutto legittimo, in quanto tutto ciò che viene "abbandonato" volontariamente in strada non è più di proprietà di nessuno e chi vuole può prenderlo. Era presente anche Les e può confermare.

Les ha detto...

Proprio così, a Roma l'ordinanza sui volantini prevede che questi siano soltanto consegnati a mano e non possano essere abbandonati sui davanzali, attaccati ai muri, pali, inseriti sotto ai tergicristalli.

E allora le cassette fuori dai portoni? Perché il Comune non le vieta? Attualmente, è vietato abbandonare i volantini per strada ma è permesso installare le cassette esterne che fanno cadere i volantini per terra. Un controsenso.

E i volantini dentro ai palazzi? Da quello che sappiamo, vanno solo nelle cassette personali visto che l'ordinanza in merito vieta il deposito negli androni delle abitazioni private.

Antonio ha detto...

@Les innamorati attacchini
qui siamo ancora indietro rispetto a Roma, iniziano adesso a fare dei graffiti apposta per san valentino ....oltre alle solite scritte sui muri e qualcuna sull'asfalto sempre di fronte o nelle vicinanze delle scuole...ma tra qualche anno ci arriveremo...purtroppo.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO