Orrore e raccapriccio all'EUR

giovedì 9 dicembre 2010

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Tra i tanti primati negativi di Roma, c'è anche quello di essere la Capitale europea con la rete metropolitana meno sviluppata. Appena 2 (DUE!) linee metropolitane, contro le 14 di Parigi, le 12 di Londra e Madrid, le 10 di Berlino, o le 4 di Lisbona (città che è 10 volte più piccola di Roma, che ha un quinto dei suoi abitanti e un quarto dei suoi turisti). Due linee metropolitane appena. Guardate qui e vergognatevi.

Dal 5 novembre il Comune di Roma ha iniziato a inviare diverse squadre antidegrado per pulire le stazioni della metro. Speriamo che passino anche ad Eur Fermi. Una fermata vergognosa, le cui entrate sono ridotte in un modo che manco alla periferia di Caracas, eppure ci troviamo nel quartiere degli uffici, che teoricamente dovrebbe essere tenuto alla perfezione. Cominciamo dal pozzo di aerazione, ricoperto di graffiti e manifesti abusivi di concerti, manifestazioni politiche e mobilifici. Stesso degrado sui muri delle scale: graffiti, tags, scritte ultrà e politiche, i soliti manifesti di concerti. Scritte persino sul tabellone blu recante il nome della fermata. Lo schifo dell'entrata non corrisponde all’interno della stazione, per fortuna i vandali di ogni età e colore politico si sono accaniti soltanto con le scale d'ingresso. Ma il degrado non si ferma qui: fuori dalla stazione c'è Viale America e guardate che roba: le bancarelle occupano il marciapiede davanti il laghetto dell'Eur. E questo sarebbe il business district? Guardate l’equivalente di Eur Fermi all’estero: Canary Wharf (Londra), Bankenviertel (Francoforte), La Défense (Parigi), Nuevos Ministerios (Madrid). Da noi graffiti, bancarelle e cartelloni abusivi.
(Les)

29 commenti:

TGR ha detto...

Bellissimo il confronto fotografico con le altre capitali. Ma non solo per i graffiti; guardate macchine e motorini sui marciapiedi, furgoni in seconda fila, ecc.

RiccardoMA ha detto...

Vorrei anche segnalare che la stazione Monti Tiburtini, ripulita 7 giorni fa, è stata già colpita di nuovo dai graffiti e dai manifesti abusivi.

Ma queste squadre anti-degrado hanno intenzione di controllare il loro lavoro, o pensano che in una città come Roma basti pulire una volta l'anno? Se la pensano così è meglio che smettono, è come scopare il mare.

Traffico Matto ha detto...

In teoria nelle squadre antidegrado c'è anche la polizia municipale, che dovrebbe sanzionare...Il problema è che la polizia municipale di Roma è
- scaricabarile / ogni volta hanno una scusa pronta.
- ignorante
- lavativa

Traffico Matto ha detto...

E' veramente indecente la situazione dell'EUR. E fa ancora più rabbia che esista una società EUR S.p.A. che sia chiamata, oltre tutte le società di manutenzione del comune, a supervisionare il decoro, la manutenzione, progetti, etc.

Tutti soldi buttati nel gabinetto...

RiccardoMA ha detto...

Anche la stazione Piramide (si vedevano i muri ripuliti) oggi l'ho trovata imbrattata di manifesti abusivi su tutti i muri.

Manifesti da sanzionare quotidianamente, non solo il giorno della ripulitura.

Les ha detto...

La verità è che al Comune di Roma - PDL e PD - non gliene frega nulla del decoro urbano.
Si capisce da tutto quello che fanno.
Gli interventi antidegrado devono essere quotidiani, al massimo settimanali, in una città come Roma, dove i cittadini sono abituati da decenni a scrivere e attaccare i manifesti sui muri.
Ma i politici hanno la volontà di tenere puliti i muri?
No, non hanno questa volontà.
Loro sui muri ci attaccano i manifesti abusivi.

Anonimo ha detto...

Bisogna anche ammettere che rispetto a due anni fa la quantità di manifesti abusivi è scandalosamente aumentata.

Les ha detto...

Eur SpA, un mistero. Cosa fa?
"Valorizza il patrimonio dell'Eur".
-
Quale patrimonio?
Risposta:
-Palazzo degli Uffici
-Palazzo dei Congressi
-Palazzo della Civiltà
-Piscina delle Rose
-la Nuvola di Fuksas (quando sarà pronta)
-l'hotel che sorgerà vicino alla Nuvola
-Palalottomatica
-TSP (il sistema di telecamere davanti ai palazzi)
-Progetto WI-FI
-Valorizzazione aree verdi
-Mare Nostrum Acquarium (quando sarà pronto)

L'Eur SpA si occupa della conservazione di questi palazzi e basta. Ecco perché ci sono le scritte sui muri del resto dei palazzi e le bancarelle su ogni marciapiede.
A loro non interessa.
E il muncipio XII che fa?

Cuore Giallo ha detto...

VOGLIAMO PARLARE DEL CAPOUFFICIO DEL DECORO URBANO?

Mirko Giannotta.
Le cronache ricordano che è stato arrestato nel 2003 insieme al fratello perché accusato di rapine ai danni di banche e gioiellerie, e che dal 2008 è diventato capoufficio del decoro urbano del gabinetto del sindaco.

A pagina 3 di questo interessante articolo dell'Espresso
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/roma-poltrone-ai-fascisti/2139913

Questo spiega almeno un paio di cose:
-perchè il decoro urbano di Roma fa schifo
-perchè i manifesti e le megascritte di estrema destra non vengono mai toccate (lo dico senza nessun intento polemico: chi gira per Roma sa che è così)

Les ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Les ha detto...

Cuore Giallo introduce un argomento vero: la persistenza sui muri di Roma di scritte estremiste che non vengono cancellate dall'AMA.

Al prossimo incontro con il Comune chiederemo che vengano incluse nella pulizia dei muri anche le scritte di odio politico.

Traffico Matto ha detto...

Quello è previsto da sempre... Io un'anno fa ho fatto cancellare un insulto contro gli ebrei. Sono venuti il giorno dopo.
Però bisogna segnalarglielo, altrimenti individuare scritte di odio politico/razziale, o anche contro un singolo individuo (se scrivono "LES sei uno stron*o" hai diritto a fartelo cancellare dal decoro urbano) a Roma è come cercare un ago in un pagliaglio con i miliardi di scarabocchi che ci sono...

Les ha detto...

Tutti i municipi devono avere un ufficio decoro che risponde alle segnalazioni e cancella entro una settimana le scritte sui muri, TUTTE.
Non solo graffiti e tags: anche le scritte di estrema destra e sinistra.

Les ha detto...

Leggete questo commento che ci è appena arrivato:
-
"La mia amica da New York è in visita in Europa e la sua prima tappa è stata a Barcelona e la sua seconda sosta era Roma. Mi dice che Roma è più sporca di Barcelona e molto graffiti a Roma. Si tratta di epidemia! Perche non si pulisce questa bella citta...Ciao da New York."
-
Avete capito?
Siamo la città più sporca e imbrattata d'Europa!

Frasco ha detto...

Anche un mio amico dalla Colombia si è meravigliato di quanto facciano schifo i muri di Roma. Non è che il capo dell'ufficio decoro urbano potrebbe mandare un paio della sua banda di rapinatori a pulire i muri?

Anonimo ha detto...

rip conosco la tua battaglia contro le scritte sui muri .
Che ne pensi di questa

http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/12/12/news/agguato_di_writers_nella_capitale-10101609/

Les ha detto...

L'agguato dei writers è sintomo della diffusione della cultura hip hop anche nelle sue forme peggiori come quella delle gangs di quartiere.
-
Ma rimane il problema: come possono i politici di casa nostra combattere il vandalismo quando sono i primi ad imbrattare i muri con i loro manifesti abusivi?

Anonimo ha detto...

per me invece è solo sintomo di violenza ! Di una cultura estremista che imperversa in questa città ! nulla c'entra hip e hop e hap ! Anche i blog , a volte, sono riempiti da una violenza verbale che non ha eguali . E guardate non mi riferisco ai cartelloni (o meglio solo ai cartelloni)...è sufficiente il tema dei parcheggi per scatenare una baraonda !

Riprendiamoci Roma ha detto...

Anonimo, ti riferisci per caso a noi? Perchè non mi pare che qui dentro si faccia uso di violenza verbale. Certo, usiamo spesso un linguaggio colorito ed estremo, ma non abbiamo mai preso nessuno a parolacce. Usare termini come "raccapricciante" e "abominevole" in riferimento al degrado cittadino non significa fare violenza verbale.

Anonimo ha detto...

assolutamente no . Però ti fa capire anche il declino di questa città, uno dice una cosa è deve rettificare subito.Tu mi sembri molto civile e una cosa che mi piace e che attacchi le scritte sui muri non certo i writers. E guarda che la cosa non è cosi pacifica.
Te lo dico esplicitamente ti stimo per il tuo senso civico e civile.
Anzi ritengo che dovresti dirlo senza problemi anche tu che questa città sta allo sfascio completo (gli ultimi casi sono atac e ama ).

Anonimo ha detto...

una cosa che mi ha lasciato perplesso è stato un litigio pesantissimo su un parcheggio . Come fanno a volare parole grosse per un parcheggio non si sà ! Comunque.

Les ha detto...

BREAKING NEWS:
Il sito del Corriere della Sera apre l'edizione romana con due articoli sul degrado!

-"Vince la lobby dei manifesti: oscurato il blog Cartellopoli"

-"Writers: assalto al Roma-Giardinetti, treno bloccato e coperto di scritte"

Alessandro ha detto...

Ottimo!

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_dicembre_12/writers-bloccano-treno-imbrattano-18158659168.shtml

Questo è veramente una vergogna! La Questura ora non potrà più far finta di niente mi auguro!

Anonimo ha detto...

Non mi stupisce che sia accaduto in quella fogna del Pigneto...il più imbrattato quartiere del mondo.

Pasquino ha detto...

se è per questo qualche tempo fa ci fu un omicidio per un parcheggio, a Roma..un uomo ucciso davanti al figlio di 3 anni..tutti contro tutti, ammaestrati dalla TV di "uomini e donne" e da programmi dementi di gossip.
Gli eroi della cultura ormai sono Maria de Filippi e Lele Mora.
Il senso del bene comune spazzato via da un'onda purulenta di stupidità e violenza..la banda della magliana ormai è un esempio , un cult..per tanti giovani grazie a film e serie televisive..d'altronde Renatino de Pedis riposa in S. Apollinare con la benedizione di S.romana chiesa..
Checcevoifà..è uno strano paese!

RiccardoMA ha detto...

Vabbè Pasquino, 30 anni fa ci si picchiava per strada per la politica e gli assassinii a Roma erano più di uno al giorno (oggi, 45 l'anno). C'erano i sequestri di persona e le macchine parcheggiate a piazza del Popolo. La periferia di Roma era una fucina di delinquenti (ora al massimo di coatti).

Se ragioniamo così non andiamo da nessuna parte! Invece direi di guardare il lato positivo: un movimento così forte anti-degrado non c'era mai stato in città (e più di uno tra quelli che lo animano è cresciuto con la tv spazzatura, non c'entra niente!).
Loro sembrano forti perchè nessuno li contrasta - ma invece di prendercela coi cervelli imputriditi dovremmo mettere sotto accusa l'eterna debolezza delle nostre istituzioni, che non hanno la forza o la voglia di fare nulla.

Ora noi anti degrado e anti inciviltà siamo tanti e qualche risultato lo otterremo. Quando mai l'abusivismo a Roma era stato al centro del dibattito pubblico? Era sempre stato accettato come parte del panorama della città (abusivi sono interi quartieri di Roma). Oggi non è così ed è perchè le mentalità stanno cambiando in meglio. Sarà per loro sempre più difficile ignorarci!

Alessandro ha detto...

Quoto Riccardo.

pasquino ha detto...

A Riccà
è vero che ci si ammazzava per strada di più negli anni 70-80, ma il senso di vuoto e di incertezza che caratterizza questa epoca non era immaginabile.
Non voglio fare retorica da 4 soldi ma nonostante tutto c'era più UMANITA' e rispetto per i più deboli, senso di appartenenza, e soprattutto PARTECIPAZIONE.
La politica, anche se spesso caratterizzata da estremismi, era ricca di ideali, proposte, dibattiti..
Oggi è solo arricchimento personale e comitati d'affari.
Concordo che COME SEMPRE la speranza sono i movimenti genuini che si muovono dal ventre della società..dal basso..
Io sono parte attiva di questo movimento..da tempo!
Ciao

Les ha detto...

Pasquino da come parli arrivi evidentemente da quella generazione, io che non ci arrivo la vedo diversa, la politica era ideologia, era abbattere il sistema.
-
Noi lavoriamo nel sistema per cambiare una cosa, il decoro urbano, che fino a qualche anno fa sarebbe stato visto come un inutile orpello borghese ma che invece, secondo noi è molto di più.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO