IMPORTANTE: Cartellopoli oscurato!

giovedì 2 dicembre 2010


Cartellopoli non c'è più. Come comunica il blogmaster direttamente dalle colonne di Degrado Esquilino, il blog non è più raggiungibile a causa di un provvedimento giudiziario d'urgenza. Perché accusato di "istigazione a delinquere", e sulla base di "gravi indizi", se ne è richiesto l'oscuramento preventivo. Perdiamo uno dei blog romani più seguiti e partecipati. Credo che una riflessione sia d'obbligo.

La galassia dei blog antidegrado nasce come aggregatore sociale di cittadini virtuosi, per canalizzare ed offrire una valvola di sfogo al malumore della gente di fronte all'inciviltà che quotidianamente siamo costretti a subire. Centinaia di cittadini stremati dal degrado hanno preso a ritrovarsi in questi blog, portando all'attenzione della "ggente" certe problematiche che nessuno aveva mai affrontato direttamente. Il degrado urbano, che Roma racchiude e ingloba in sé in ogni sua forma. Una città che non ha eguali nel mondo civile. Una città ridotta a una latrina, che marcisce nell'indifferenza e nel menefreghismo generale. A questo serviva Cartellopoli. A questo serve il nostro blog, come tanti altri blog, da Malaroma a Roma fa Schifo, da 06blog a Migliora Roma. Per questo sono nati i nostri blog. Per difendere ROMA e i ROMANI dall'inciviltà, in qualsiasi forma essa si manifesti. Per difendere la nostra storia, la nostra cultura, per il DIRITTO che abbiamo di vivere in una città occidentale con tutti gli standard di servizi, sicurezza, arredo urbano e vivibilità di una città occidentale. Per il DOVERE che abbiamo di tutelare le nostre bellezze, l'arte, la storia, la cultura e tutto ciò che ci rende ancora orgogliosi di vivere in questa città, nonostante tutto. Invece cosa è successo? E' successo quello che accade sempre in Italia. Arriva lo scandalo (i cartelloni, i manifesti abusivi, il degrado, quello che è), finisce sui giornali, la gente legge e si indigna. Poi passa un giorno, ne passa un altro, e dopo un po' non se ne parla più. Non segue nessuna indagine, non cade nessuna testa, lo scandalo finisce nel dimenticatoio. Il cittadino alza le spalle e rassegnato se ne fa una ragione. Così sono rimasti solo i blog, che quotidianamente snocciolano articoli, foto, riflessioni, organizzano iniziative, passeggiate antidegrado, pulizia di parchi giochi. Siamo rimasti noi. A difendere la nostra città, a denunciare lo schifo, l'inadempienza cronica dei nostri amministratori e di chi dovrebbe occuparsi di questo e non fa nulla o lo fa male. E a cercare di cambiare le cose. Parlo a nome di tutti i blog. Non abbiamo mai preso una lira da nessuno, non abbiamo mai avuto una sponda da nessuno. Nessuno ha mai raccolto la nostra sfida.

Qualcuno ha fatto notare che indicare la luna è maleducazione. E forse noi tutti abbiamo perso un'occasione.

Redazione Riprendiamoci Roma

22 commenti:

Riprendiamoci Roma ha detto...

Permettetemi di quotare una frase da Roma fa Schifo

"A sequestrare un cartellone abusivo ci impiegano dieci anni, a far fuori un blog civico, esattamente dieci giorni."

Facciamolo sapere in giro.

Anonimo ha detto...

io ho l'idea che lo sapevano tutti da giorni....il silenzio della stampa non è un caso.

Les ha detto...

E in questo momento, continuano a mettere nuovi cartelloni sui marciapiedi e gli spartitraffico di tutta la città.

Anonimo ha detto...

UNIAMO IL COORDINAMENTO BLOG ANTIDEGRADO CONTRO QUESTA VERGOGNA.
DEVE DIVENTARE UNO SCANDALO NAZIONALE!

Anonimo ha detto...

Una vergogna, ma naturalmente non ci fermerà.

fitzcarraldo ha detto...

Questa incredibile vicenda DEVE ARRIVARE su tutti i giornali!
Ma non nelle cronache locali..IN PRIMA PAGINA!
Anni e anni per rimuovere un cartellone (quei 6x3 che ancora poco tempo fa troneggiavano con l'ordinanza di sequestro del 2004!!!) e pochi giorni per oscurare Cartellopoli?
MA VI RENDETE CONTO IN CHE PAESE VIVIAMO?
Che fine hanno fatto tutte le denunce alla procura della Repubblica fatte da esponenti politici e rappresentanti di movimenti ambientalisti? Per quelle non si muove nessuno?
Rivolgiamo un APPELLO a tutti i cittadini romani e organizziamo una manifestazione a Piazzale Clodio coinvolgendo veramente TUTTI!! Sono disposto a contribuire alle spese legali per la difesa..sono schifato e indignato, ma non penso di far mancare il mio sostegno a questa causa di civiltà.

Anonimo ha detto...

Forse i cartellonari non hanno fatto bene i loro conti. Il fatto che la magistratura cominci ad interessarsi alla questione dei cartelloni abusivi, seppur partendo da cartellopoli, potrebbe ritorcersi contro di loro. Vi ricordate il film slepeers con brad pitt, ecco potrebbe accadere qualcosa del genere. Da parte nostra attiviamo tutti i ns contatti per diffondere la notizia.
In questo momento sarebbe anche auspicabile un coordinamento dei blog per mantenere alta l'attenzione sull'argomento.
Forse da tutto questo potrebbe uscir fuori qualcosa di positivo.
Stefano

Anonimo ha detto...

Tutti uniti contro il nemico comune, Roma non può perdere questa battaglia.

Andrea D ha detto...

e la libertà di informazione??

Anonimo ha detto...

Cartellopoli come Gomorra!

Spezziamo il muro del silenzio, che se ne parli il più possibile. Avanti con le lettere ai media!!

IENA RIDENS ha detto...

Sarebbe interessante capire il Comun da che parte starebbe. Se a fianco di Cartellopoli e dei cittadini che protestano per una Roma migliore oppure con le ditte di cartelloni.

n@po ha detto...

Mi auguro che il provvedimento preso dal magistrato sia solo provvisorio. Nessuno può negarci il diritto all'informazione!
Per quanto riguarda il Coordinamento nazionale anti-degrado, ricordo a tutti che esiste il Forum Lotta al Degrado, nato per volontà di alcuni blogger (tra cui i ragazzi di Riprendiamoci Roma). Non lasciamolo morire, facciamo in modo che diventi "un luogo" in cui poterci confrontare quotidianamente sulle tematiche che più ci stanno a cuore.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Hai ragione n@po, purtroppo tra esami e lavoro ultimamente ho trascurato parecchie cose, tra cui il forum. L'ultimo mio intervento riguardava la rimozione dei graffiti dalle varie superfici, come ci era stato chiesto da Giuseppe. Abbiamo in programma di contattare una ditta per consulenze (alcune ci hanno pure scritto), ma tra impegni e casini vari il tempo è sempre di meno. Lo faremo senz'altro cmq.

Anonimo ha detto...

Segnalate la cosa a Beppe Grillo o al MoVimento 5 Stelle di Roma.

Anonimo ha detto...

Continua lo scempio : OGGI MARTORIATA VIA G. BACCELLI (DIETRO LE TERME DI CARACALLA !!!!) DA NUOVI CARTELLONI CON L'ADESIVO DEL COMUNE DI ROMA: ERA UN ALTRO SPLENDIDO PEZZO DI ROMA ORA DETURPATO !!!!
Proprio come è toccato a Via della Greca (Bocca della Verità!!!!) la settimana scorsa

AIUTO, SE C'E' UN DIO....


Mc Daemon

Anonimo ha detto...

Facendo un giro per la rete e sfogliando i giornali mi sono accorto della desolazione che regna. Repubblica e Corriere si sono arricchiti e hanno riempito pagine con foto e notizie dei nostri blog ed oggi manco na riga. Non una testata locale. Tre siti soltanto hanno parlato dell'argomento, 06blog, romatoday(unica testata giornalistica), giornalettismo.
http://www.06blog.it/post/9872/cartellopolicom-sotto-sequestro-i-cartellonari-fanno-anche-le-vittime

http://www.romatoday.it/cronaca/chiuso-blog-cartellopoli-com-sequestro-preventivo.html


http://www.giornalettismo.com/archives/100931/cartellopoli-chiuso-blog-degrado-roma-tribunale/

Les ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Les ha detto...

Come immaginavo anonimo, sono tornato mò a casa e volevo cercare sui giornali se fosse uscito qualcosa su cartellopoli, ancora niente?
Ma so che nei prossimi giorni uscirà qualcosa, forse anche domani..
Sui cartelloni che dice Mc Daemon faremo un controllo per verificare se quelli in zona Circo Massimo sono gli "SPQR" originali - di proprietà comunale adibiti a pubblicità istituzionale - oppure quelli falsi delle ditte private che nonostante la dicitura "SPQR" pubblicizzano prodotti e servizi non istituzionali: abbigliamento, compagnie telefoniche, automobili etc.

Les ha detto...

l'invasione dei cartelloni si estende ad Aprilia
-
http://degradoapriliano.blogspot.com/2010/12/impianti-pubblicitari-il-regolamento.html

fitzcarraldo ha detto...

trafiletto di Valeria Forgnone pagina VII Repubblica Roma.
Nessuno, NESSUNO, dovrà mancare all'incontro da Catarci.
Dobbiamo cominciare a organizzare una manifestazione..non è possibile che i cartellonari continuino a installare i loro catafalchi nell'impunità assoluta (forse quache multa..ma poi le pagano??) e il Comune nonostante le promesse NON RIESCA A FERMARE L'INVASIONE SELVAGGIA.

Les ha detto...

e il Messaggero, "il giornale di Roma" ?
e il Corriere della Sera?
e il Tempo?
che l'invasione dei cartelloni non interessi ai loro lettori?
non ci credo.

Anonimo ha detto...

dal post di tonelli 8/2009
"E noi che, paradossalmente, stiamo più a destra della destra che governa la città e che non ha la capacità, l’autorevolezza, il piglio e il polso di fare la destra per davvero.
Dalla destra cosa ci si aspetta? Durezza, rigidezza, pugno di ferro, determinazione, risolutezza, velocità, effizienza, rispetto delle regole sopra ogni altra cosa."
uno così va oscurato a priori. so popo conento. magari però se dà na rispolverata,nasconde il fez e va ribussarea casa di rutelli....chissà..

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO