Ancora inferno a San Paolo

giovedì 16 dicembre 2010

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

La carrellata degli orrori metropolitani romani continua. Marco ci invia queste foto scattate alla fermata della metro San Paolo. Una fermata utilizzata ogni giorno da centinaia di turisti provenienti da ogni angolo del mondo civile che si recano a visitare la Basilica. La stazione è in queste condizioni. Il solito pessimo biglietto degno della città più incivile del mondo. Graffiti, scritte e affissioni abusive, ovunque. Vernice e cartaccia si mangiano ogni centimetro di spazio libero. Lo abbiamo denunciato parecchie volte (se volete farvi un'idea migliore dello stato di indescrivibile degrado che regna a San Paolo, guardate qui, qui e ancora qui) ma la situazione continua a non cambiare. Scritte sui muri ovunque, affissioni abusive, c'è di tutto. Inutile stare a fare un confronto con le stazioni metropolitane dei paesi civili europei (tutti, ma proprio tutti, dall'Albania alla Moldova, dalla Macedonia al Montenegro, tutti meno che l'Italia). Siamo unici al mondo anche in questo, nella nostra cronica inciviltà. I nuovi barbari siamo noi, il popolo più incivile, anarchico e puzzolente d'Europa. La soluzione? Ne abbiamo una, funziona e non costa nemmeno tanto. Ve la facciamo vedere subito. Provate a cliccare qui. Ci troverete una foto di un edificio completamente pulito. La foto che vedete si riferisce al mercato di Via Catania, recentemente trattato con vernici speciali protettive antigraffiti e antiaffissioni. Un anno e mezzo fa, forse di più. Guardate le condizioni delle mura esterne al mercato. Sono perfette. E 'troppo chiedere che tutte le stazioni della metropolitana siano trattati con questi speciali prodotti protettivi? E' troppo chiedere questo investimento? E perché non imporre questo genere di trattamento anche alle saracinesche dei negozi e alle mura esterne degli edifici comunali? Non si tratta di un costo, bensì di un investimento. La soluzione c'è, si tratta solo di volerla applicare.

4 commenti:

Gino ha detto...

Io sono romano e uso la stazione di San Paolo, mi fa schifo e mi ribolle il sangue a vedere com'è ridotta. Deve essere riqualificata e mantenuta pulita al più presto, sempre se il sindaco non è troppo impegnato ad assumere gli amici degli amici all'Atac.

Les ha detto...

Ieri ci sono ripassato, nuovi manifesti a imbrattare il muro e la sporcizia delle bancarelle che restringono il marciapiede di fronte all'entrata.

Flavio Gioia ha detto...

Secondo me questa stazione non entrerà mai nell'elenco delle ripuliture del gruppo Degrado dell'Ama, perchè sennò dovrebbero porsi il problema delle bancarelle abusive, pericolosissime per la sicurezza in caso di incidenti, e indegne di una capitale.

Molto meglio fare finta che non esistano, come ora.

Anonimo ha detto...

Grazie amici per avere evidenziato il degrado della stazione San paolo che è presente da molto tempo,bancarelle di cui non sappiamo se in regola con le autorizzazioni e licenze e innumerevoli manifesti affissi in maniera abusiva,il comitato di quartiere L'Ostiense ribadisce la sua condanna per quanto accade e chiede ai cittadini di denunciare quanto avviene alle autorità preposte. saluti.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO