Affissioni abusive a Roma Tre

lunedì 29 novembre 2010

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Questo post non vuole entrare nel merito della protesta studentesca per la riforma Gelmini. Le posizioni dei vari membri del blog sono diverse, spesso non nette e sfumate. In generale, sotto alcuni (pochi o molti) aspetti della riforma, le critiche sono abbastanza condivise. C'è chi ne apprezza alcuni aspetti, chi solo alcuni interventi marginali. In generale, comunque, non ci interessa trattare l'argomento in questa sede. Qui ci occupiamo solo ed esclusivamente di degrado.

In un'ideale classifica degli imbrattatori, i graffitari sono al primo posto. Al secondo i cartellonari. Al terzo? Politici e studenti, a pari merito. Ebbene sì, gli studenti si lamentano dei politici ma si comportano come loro. I politici ricoprono i muri di manifesti abusivi e gli studenti universitari fanno altrettanto. In più, gli universitari incartano i pali e gli alberi di annunci e volantini che alla prima pioggia diventano una poltiglia di carta e scotch. Un degrado pazzesco creato dagli studenti in ogni quartiere universitario, da San Lorenzo all’Ostiense non c'è un palo senza gli "affitto camere" o "vendo libri". Di mettere gli annunci su apposite bacheche all’interno delle facoltà, non se ne parla nemmeno. E quando ci sono le manifestazioni, gli universitari a Roma spendono centinaia di euro per stampare inutili manifesti che incollano abusivamente sui muri dei palazzi circostanti. Qui le elezioni per il Consiglio Nazionale Studenti a Roma Tre e qui alla Sapienza. Pochi giorni fa c'era un'assemblea a Roma Tre, gli studenti non hanno trovato di meglio che attaccare un manifesto sotto il ponte della metropolitana. (Les)

52 commenti:

Anonimo ha detto...

questo è uno dei post piu stupidi che avete mai scritto.

degradodivarese ha detto...

http://www.time.com/time/world/article/0,8599,2032022,00.html#ixzz165oju7M6

Anonimo ha detto...

Concordo, un post veramente idiota... ma lo vedi il muro su cui l'hanno attaccato? Ti pare che senza quel manifesto sarebbe stato presentabile? Ma fatemi il piacere...

fitzcarraldo ha detto...

In effetti confondere le pisciate di cane delle tags insulse con la pubblicizzazione di un'iniziativa degli universitari mi sembra una cosa un pò discutibile..
Come sapete odio il degrado..ma almeno dietro questa affissione c'è una voglia di partecipare e discutere e non solo il teppismo demente che si autocelebra!

Les ha detto...

A me una frase come "Contro la scuola d'eccellenza" fa soltanto che ridere, non ci trovo dietro alcun pensiero costruttivo, positivo. Soltanto ideologia stantìa che serve a non cambiare niente, a lasciare le cose come stanno.

Les ha detto...

E comunque avevo chiesto che venissero pubblicate pure le foto che mostrano i pali e gli alberi incartati di fronte all'università.

Anonimo ha detto...

ma quale idiologia?! gli studenti cercano di protestare.e lo fanno con i pochi mezzi che hanno a disposizione.
les sei un mediocre,dici cose mediocri in modo mediocre

Simone ha detto...

Non ho capito il senso di questo post.

Les ha detto...

Il senso è che gli studenti si comportano come i politici che tanto criticano.

Anonimo ha detto...

Gli alberi è sbagliato incartarli, non ci vedo granchè di male...

Anonimo ha detto...

*Gli alberi è sbagliato incartarli, per il resto non ci vedo granchè di male...

n@po ha detto...

Almeno risparmiate gli alberi!

Les ha detto...

Vuoi dire che è normale che attaccano la roba sui muri e sui pali?

sochisei ha detto...

per quanto mi riguarda ogni mezzo è lecito per manifestare contro questo governo cialtrone che sta trasformando l'italia in un pentolone pieno di ignoranti.
che si facciano sentire gli studenti, che protestino come e quando vogliono.atacchino cartelli ovunque muri pali pure sul colosseo. è assai piu degradante il nostr ogoverno che qualsiasi graffite o flyer gettato a terra.

caro les, ignorante da quattro soldi, quando pubblicherai le foto dello scempio che quelle merde di casa pound fanno, o di quei fascistelli mentecatti di trieste salario?forse che sei vicino aquell'area?forse che in fondo in fondo i manifesti inneggianti al duce e le svastiche ti sembrano meno indecorosi?
menomale che non valete un cazzo e che non vi caga nessuno, con un idiota come te non potrebbe essere altrimenti.merde siete e merde rimarrete anche se leccate il culo a mezzo esquilino.....

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo, si può anche incartare tutta Roma per denunciare lo scempio che governa l'Italia e la città stessa... Se il Pdl può permettersi di incollare dove gli pare, perchè gli altri dovrebbero essere da meno? Una guerra si combatte ad armi pari.

Anonimo ha detto...

Poi vorrei sottolineare che le foto dei pali riguardano soprattutto pubblicità per aiuti alla preparazione della tesi di laurea... non sono attaccati dagli studenti, ma da istituti specializzati, in maggior parte.

Antonio ha detto...

Ma sono pazzi questi qua o sono io che sono nato nel paese sbagliato??? cioè siccome i politici imbrattano sporcano e rubano allora per combattere contro di loro bisogna fare...le stesse cose che fanno loro? Perchè non ve li attaccate addosso i manifesti e i volantini??? Perchè dovete prendere possesso di muri e palazzi, alberi e pali?? Quale legge obbliga chi protesta ad impossessarsi di tutto quello che cè per strada?? ma l'avete mai sentita nominare la parola rispetto?? che schifo di paese davvero, dai politici agli studenti. Lo schifo non si combatte con altro schifo, in un PAESE CIVILE.

Anonimo ha detto...

Ma che cazzo di articolo è questo? Al primo posto i writers al secondo i cartelloni e al terzo l'uomo cattivo, les ma cresci...

Anonimo ha detto...

Peò anche essere vero che queste "affissioni" fanno degrado ma l'argomento è trattato con una superficialità imbarazzante

Anonimo ha detto...

E perchè non al terzo posto la sosta abusiva, chi l'ha fatta questa classifica?

degradodivarese ha detto...

cari studenti, provate a comportarvi così in città universitarie inglesi, americane, irlandesi, canadesi o anche del sud america.. e poi vediamo se vi lamenterete ancora che in italia non vi sia abbastanza democrazia. provate a fare le stesse cose che fate qui da noi (dall'applicare il volantino selvaggio su ogni palo e albero nella zona di p.le aldo moro e s.lorenzo, all'occupare il colosseo come in questi giorni).. in quesit paesi fortemente democratici ve la farebbero passare subito la voglia di "lottare ad armi pari" o di fare come vi pare.. e lo farebbero prima a suon di multe, poi di botte e carcerazioni ! alla fine non osereste nemmeno più gettare una gomma da masticare per terra.

Anonimo ha detto...

caro degradodivarese
credo che ad essere degradata sia la tua testolina di cazzo.parli di botte e repressione incarceramenti per quello che per costituzione (in paesi democrastici) è un diritto, cioè sciopero e protesta!mi sa che non sei mai uscito da quel buco di culo che è varese, perchè altrimenti sapresti che in latinoamerica le democrazie sono spesso dittature camuffate, in usa (in alcuni stati) la libertà personale è talmente negata che, faccio solo un esempio, se fai una cena a casa e mezzanotte non haispento tutto ti arriva la polizia e ti porta una notte in galera (Boston).....e dire che qualche leghista del cazzo della tua terra ogni tanto occupa il campanile di san marco o occupa spazi riservati alla costruzione di moschee.....dovresti essere pratico tu, minchione.
gli studenti non contano un cazzo, è solo gente parcheggiata all'università (che paga profumatamente) e se non fa azioni eclatanti come occupare il colosseo non se li fila nessuno. e gli studenti sono il nostro futuro. o preferisci una società di ebbeti silenziosi che ingoiano tutta la merda che viene proposta?
tu e quell'altro pirla di les, fate una bella coppietta di fascitelli del cazzo,ignoranti e poco inteligenti. rapresentate per me il punto di riferimento per l'idiozia.
so che quello che affermate voi e la merda che esce fuorti dalla testa di cazzo media di un pirla medio. nel tuo caso sei pure di varese......porello

Antonio ha detto...

Grande anonimo!! Tu si che sei l'esempio del classico italiota, e complimenti per il linguaggio civile e rispettoso.

Siam messi male davvero.

Anonimo ha detto...

caro antonio

focalizza la tua attenzione sulla sostanza e non sulla forma, se non è troppo difficile per te

fitzcarraldo ha detto...

C'è una scala di priorità nelle scelte che si fanno.
Scusa Les ma stavolta proprio non sono d'accordo.
Viviamo in un paese dove l'istruzione, garantita dalla Costituzione, sta diventando un privilegio.
Ci sono scuole fatiscenti, dove bisogna portarsi la carta per le fotocopie e per..il bagno ma nel frattempo si erogano milioni di euro a favore delle scuole parificate e tu guardi la pagliuzza dei volantini?
Ideologia stantia? I fatti parlano chiaro, amico mio..negli ultimi anni sono aumentate le tasse, peggiorati i servizi, le città sono sempre più insicure e pericolose, i giovani non vedono prospettive di stabilità, l'informazione è vergognosamente manipolata, LA CASTA CONTINUA A RUBARE (VEDI INCHIESTA SU atac E TRAMBUS..)..e questa sarebbe ideologia stantia?
MAH!

Anonimo ha detto...

Coglioni, le scuole cadono a pezzi e questi pensano a uno striscione attaccato sul muro

Les ha detto...

Per me attaccare i volantini sui pali è sbagliato, sia che lo faccia l'agenzia immobiliare o lo studente universitario.

fitzcarraldo ha detto...

Mi riferivo allo striscione, ovviamente!

Les ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Les ha detto...

I tazebao, gli adesivi, i manifesti attaccati al muro sono un modo vecchio di fare politica, inutile e deturpante.

Antonio ha detto...

Son stati bravi a fare lo striscione, perchè di solito scrivono direttamente sui muri, protestano perchè la scuola cade a pezzi e intanto l'imbrattano...mah...qui a Ferrara fanno il mercoledi universitario e riducono il percorso pedonale-ciclabile dal centro ad uno noto locale di bottiglie bicchieri sacchettini e sporcizia varia, e poi loro protestano contro il marciume? Ridicoli. Perchè non iniziano dal basso a cambiare il mondo, o sanno solo protestare e sporcare?

Anonimo ha detto...

les e chi dice che i manifesti sono inutili? se il manifesto sul muro fosse uno strumento inutile nessuno li attaccherebbe, e probabilmente questo blog non esisterebbe, invece come ben sai lo strumento cartellone funziona assai.
e soprattutto quale sarebbe secondo te un modo nuovo di fare politica? invece di criticare distruggendo, critica proponendo, sennò non serve anulla quello che dici
ma poi siamo sicuri che scendere in piazza contro la riforma voglia dire "fare politica?" personalmentese credo che si possa lottare contro una rifroma del cacchio anche senza necessariamente fare politica. les mi sai che hai le idee un po confuse.
ultima cosa, trovi i tazebao (come li chiami tu, in maniera moooolto anacronistica) deturpanti, forse. ma personalmente li ritengo un male necessario.
les accetta le numerose critiche e ammetti che questa volta ti sei spinto troppo, forse hai scritto alla svelta (come spesso fai) e hai pubblicato senza contare fino a 10 (nel tuo caso sarebbe meglio 100)
mi piacerebbe tanto vedere qualche volta le foto di svastiche, e cartelloni tipo propaganda del ventennio, che giorno dopo giorno aumentano sempre di piu nella capitale.
san lorenzo è terra di nessuno (o meglio di quattro finti artistoidi sgrammaticati) e giustamente ne parlate spesso (la citate appena ne avete occasione...) ma perchè non parlate mai dei quartiere in mano alle destre estremiste che violentano i muri, parchi, giardini ecc... site mai pasati a piazza gondar? perchè da secoli esiste quella orribuile scritta "paolo vive" col fuan? sai quante ce n'è a roma di schifezze siomili? mai una volta che ne abbiate parlato.....strano davvero.
so che non risponderai a questo commento oppure sproloquerai, in genere quando vieni pizzicato fai il vago o rispondi aggredendo in maniera spocchiosa. ma la gente lo leggerà.

Anonimo ha detto...

Ricordo che le affissioni servono eccome: tutte le manifestazioni di questi giorni sono spesso state promosse anche grazie ai manifesti, non affissi certo sul campidoglio, ma in luoghi dove il cosiddetto degrado già abbondava. Per quanto riguarda il celerino fascistoide varesino, inviterei questo simpatico emulatore dei blog anti-degrado romani per puro cazzeggio, di guardare le proteste degli studenti in Inghilterra. Durante la distruzione e l'assalto di palazzi la polizia è stata molto meno invadente. Poi chi pensa di menare la gente e di sbatterla in galera per due volantini è meglio che si vada a nascondere, perchè non è un essere umano, ma una merda.

Anonimo ha detto...

Caro degradodivarese (il degrado è rappresentato dalla tua presenza?) se vuoi si possono attaccare su casa tua i manifesti

Anonimo ha detto...

degrado di varese
ma ti rendi conto che hai ripetuto le stesse identiche parole pronunciate da emilio fede??
che dio ti aiuti

Anonimo ha detto...

Come facilmente vaticinato, dopo le critiche ed i commenti, vige da parte dell'autore del post il piu totale silenzio.
forse non sa cosa dire?forse non è capace di ammettere che ha scritto una cazzata?non vuole rispondere per non cadere ancora piu in basso (inconsciamente riconoscendo i propri limiti)?o semplice codardaggine?
secondo me un po di tutto questo

Anonimo ha detto...

a dimenticavo, fra un po diranno che siamo dei troll
così eviteranno la risposta

degradodivarese ha detto...

ah, non volete essere considerati dei "troll" ?
bene, allora cominciate dal non postare più i vostri contributi come "anonimi" !
..Coglioni, le scuole cadono a pezzi e questi pensano a uno striscione attaccato sul muro..
haha questa è proprio bella ! ovviamente voi non avete nessuna responsabilità sul fatto che le strtture scolastiche (dentro e soprattutto fuori) siano malconce e che cadano a pezzi, vero ??! quindi cosa fate per combattere questo problema ? nulla, ed anzi, non contenti, tentate di far "cadere a pezzi" pure i nostri monumenti nazionali più belli ! (allucinante usare i fumogeni dentro al colosseo..!) complimenti vivissimi!
infine, visto che siete dei cittadini che non hanno visto nulla al di fuori del vostro paese o città (non dico i paesi da me citati) vi ricordo e rinfresco la memoria sul fatto che per queste stesse azioni dimostrative e di protesta (pur con meno prepotenza, vandalismo e teppismo di adesso), negli anni '60 e '70, qui in italia, la polizia non solo manganellava liberamente molto più di quanto non lo faccia adesso, ma vi sparava pure contro_
non dico che facessero bene, ci mancherebbe, ma almeno saputo questo, spero vi possa far riflettere e rivedere le vostre posizioni e pretese attuali.
oltretutto allora, forse, aveva anche più senso protestare.
pertanto, comportandovi (e rispondendo ai commenti) così, dimostrate solo di essere dei teppistelli che seguono come pecore ciò che gli viene detto da altri.
non è così che si risolvono i problemi e incominciate a pensare con la vostra testa !

Anonimo ha detto...

programma troppo ambizioso, amico mio...

alex

Anonimo ha detto...

cavolo degrado di varese, ma allora sei proprio un coglione!
non mi ero accorto che ei proprio senza speranza

degradodivarese ha detto...

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_novembre_29/scuole-lombarde-1804268445965.shtml
soddisfatti ?

Anonimo ha detto...

caro amico confuso di varese

chi ti scrive è un insegnate (perenne supplente ahimè) che vive dal didentro tutto il degrado delle scuole. nel mio caso le superiori. posso assicurarti che le pareti esterne sono un problema assai marginale rispetto allo schifo che accade dentro le aule. contratti da fame rinnovati di mese in mese per gli insegnati, materie cui viene falciato il programma,spariscono sezioni intere,materiale sempre scarsodi pessima qualità e antico, prove di profitte empre piu carse e a modello test e crocetta..... potrei continuare per ore facendoti la lista delle schifezze che ci tocca ingoiatre tutti i giorni, a studenti ed insegnanti. qualcuno deve fare qualcosa, qualcuno deve farsi sentire. ben vengano gli striscioni e i fumogeni, perchè lo striscione si stacca, il fumogeno se lo porta via il vento, ma il degrado delle scuole italiane è un processo inarrestabile.
sorvolo sui tuoi esempi sconclusionati sugli anni 60,70 che evidentementi non conosci perchè non li hai vissuti nè li hai studiati, altrimnti sapresti che le pistole venivano usate in alter occasioni, non certo per impedire graffiti e cartelloni. allora i problemi era diversi caro mio, c'erano i terroristi rossi e neri, la gente girava armata per strada....ma che te lio dico a fare, mi sa che proprio non puoi capire. studia per favore, studia tanto e cerca di parlare con cognizione di causa

Anonimo ha detto...

soddisfatti de che??? ma che stai a dì??
solo a milno?? e il resto di italia???
bella la foto co quelle due scope vestite, una accntio all'altra

a varese, vattelapianderculo

Les ha detto...

Per essere chiari, noi siamo contro le affissioni abusive che siano di destra o sinistra e Manuele ha fatto un esempio sbagliato e totalmente fuorviante, le repressioni di polizia negli anni '60 e '70 non avevano nulla a che vedere con il degrado urbano, cosa di cui stiamo parlando qua.
-
All'anonimo che dice di essere un insegnante voglio ricordare che imbrattare i muri di una scuola significa mancare di rispetto a quella istituzione che a parole si vuole difendere.
-
All'altro anonimo chiedo di smettere d'insultare gli utenti del blog, altrimenti dovrò pensare che sei un troll.

Anonimo ha detto...

mi piace pensare che anche i cartelloni appicciacati malamente sulle pareti delle scuole siano sefvite a generare questo
http://www.corriere.it/cronache/10_novembre_29/protesta-ricercatori-svizzera_4b55088e-fbaf-11df-bfbe-00144f02aabc.shtml

Anonimo ha detto...

e già proprio tanti teppsiti stanno protestando.......
ci manderei la celere a sparagli addosso a sti farabbutti teppisti imbratta pareti!specie poi quelli che addirittura si arrampicano sui tetti.....
vero degradodivarese? dico bene?
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_novembre_29/studenti-blitz-occupazioni-de-santis-1804269553627.shtml

Anonimo ha detto...

AVETE CANCELLATO UN COMMENTO!!!!!!!!1
AVETE CANCELLATO UN COMMENTO CON UN LINK AD UN ARTICOLO!

VERGOGNA!

adesso faro il giro dei vostri blog amichetti e vi sputtano

Anonimo ha detto...

bene

hai cancellato anche questo secondo link
adesso mi dedicherò a scrivere commenti a tutti i vostri blog amici per raccontare come fate ad evitare commenti che non vi piacciono...........

Anonimo ha detto...

guardate qui
http://www.corriere.it/cronache/10_novembre_29/protesta-ricercatori-svizzera_4b55088e-fbaf-11df-bfbe-00144f02aabc.shtml

Anonimo ha detto...

Proprio non vi capisco... quà si parla di degrado non di altro o politica. Certo che in Italia ci sono problemi più gravi!! ciò non toglie che possiamo tenere le città pulite, non costa niente. Anche da queste cose si vede il livello di una società, e noi siamo veramente in basso, quindi non lamentiamoci poi se tutto va a rotoli. Anche il linguaggio è indice di come si affrontano i problemi a Roma.

Antonio ha detto...

Quindi non ci sarà mai nessun interesse a mantenere i muri puliti delle scuole visto che la situazione della scuola italiana versa in uno stato di degrado e ogni anno è sempre peggio...ma non avrebbe invece più senso ridare dignità alla scuola partendo dalla sua immagine esterna per poi cambiare anche il "dentro"...continuando cosi cosa cambierà?? avremo sempre più edifici sporchi ed imbrattati e la situazione della scuola in italia uguale ad oggi. Mah.

gicci ha detto...

Per quanto possa sembrare ovvio, questo blog non si occupa dei problemi della scuola, ma di quelli del degrado urbano. Saranno senz'altro meno importanti - chi potrebbe sostenere il contrario ? - ma sono quelli sui quali Riprendiamoci Roma ha scelto di poter dare il suo contributo per migliorare la città in cui viviamo. Tanti altri romani non hanno scelto né la scuola né il degrado urbano, ma i fatti propri. I risultati di questo menefreghismo sono di fronte agli occhi di tutti.
Chi dice (anzi grida) di lottare per un futuro migliore protestando contro le iniziative del governo in materia di scuola dovrebbe rispettare tutte le altre persone che si impegnano per qualcosa da cui non traggono alcun vantaggio personale... o forse non si crede che sia possibile ?
Les e suoi amici possono fare tutti gli errori possibili nel condurre le loro battaglie contro il degrado, ma non li si può criticare perché non conducono altre battaglie ! Il "benaltrismo" è stato inventato dai politici: chi li contesta dovrebbe pensarci bene prima di adottarlo come metodo di ragionamento.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO