Un paese a pezzi

giovedì 7 ottobre 2010

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Un altro edificante biglietto da visita del nostro paese. Guardate come sono ridotte le lampade su Viale del Ministero degli Affari Esteri. Rotte e usate come cestini per l'immondizia! E poi: vi pare possibile che lì vicino sostino da tempo immemorabile camper di gente che la domenica fa il parcheggiatore abusivo in occasione delle partite di calcio?

Queste foto ce le manda Franco, uno dei membri del nostro gruppo. A guardarle bene, non ci sarebbe molto da commentare, ma qualche parolina vogliamo comunque spenderla. Perché non si può più tollerare un simile schifo in silenzio. Un vecchio proverbio dice: "il pesce puzza dalla testa". E mai frase fu più adeguata a descrivere quel che accade nel nostro Paese. Guardate i palazzi del potere. Il Ministero degli Affari Esteri. Immaginatevi una delegazione di un Paese civile accolta in questo porcile, con il parcheggiatore che tenta di scucirgli i soldi. E' quello che accade in un Paese governato da pezzenti, idioti, incapaci, corrotti. Gente che aspira alla poltrona non per migliorare le cose ma per sistemare parenti, amici, grane e cazzi vari. Abbiamo i costi della politica più alti del mondo e i peggiori politici mai cagati su questa Terra. Gli scarti degli scarti sono finiti a noi. Avanzi di pizzicaroli ripuliti. Il più pulito c'ha la rogna. Nemmeno i loro palazzi sono in grado di tenere puliti, con tutti i soldi che si beccano. Un paese di zozzoni. La soluzione è semplice: smettere di credere alle loro fesserie. E dialogare e votare solo con chi ci dimostra qualcosa. Sono i fatti a dirci chi vale, non gli slogan. Incartatevi la bocca con i vostri manifesti. E ripulite questa merda. Inutile dire che queste foto dovrebbero fare il giro del mondo.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

bhè in una democrazia vince chi si becca voti. se vincono solo pizzicaroli.....fai un pò tu

Anonimo ha detto...

...infatti il Post ha un titolo sacrosanto!

Mc Daemon

Les ha detto...

Quando ci passi davanti non ci credi..quello è il Ministero degli Esteri, il simbolo del nostro Paese...stiamo a pezzi.

fitzcarraldo ha detto...

Tutta la zona da anni è "presidiata" da numerosi camper che sostano abusivamente "controllando" il loro territorio.
Ce ne sono vari nei pressi del Ministero Affari Esteri, altri in Piazzale Maresciallo Giardino, almeno 2 in sosta perenne davanti al Palazzo di Del Debbio (Ostello della Gioventù).
Mi chiedo..ma questa gente è dotata di servizi igienici? Se non lo è, come credo, immaginate dove espleti le sue esigenze fisiologiche.. Dove lava e stende la sua biancheria...ma sulle siepi che costeggiano il Viale..ovviamente!!! Dove getta l'immondizia?..ma dentro le lampade ovviamente (visti con i miei occhi!!)
A pochi passi dal Ministero degli Esteri!!!
Possibile che certe cose le notino solo alcuni cittadini?
Ormai l'anarchia più assoluta è padrona della nostra città e in tale casino prosperano abusivi di ogni genere sempre più beceri, aggressivi e liberi di vessare la gente comune.
Quella documentata è una situazione esistente da sempre..quindi almeno stavolta non prendetevela solo con Alemanno

Antonio ha detto...

Ma neanche davanti ad un Ministero è possibile avere ordine e pulizia? Ma è cosi anche negli altri paesi europei vero? vero che non è solo l'Italia cosi schifosa? Vero? ...

Les ha detto...

Antonio, non è "un ministero", è "IL ministero", quello più importante. Ed è ridotto così.

Alessandro ha detto...

Non credo ai miei occhi...Se il ministro degli esteri (e altri) usasse (invece che circumnavigare la piazza) la strada (ex)monumentale magari non ci sarebbe questo degrado. Non ho mai visto abbassare i pilomat per far passare le auto blu io...Sono stato sfortunato io o ho visto giusto?

Questa foto va mandata ai giornali. E' gravissimo! Con quello che è costato questo ingresso "monumentale", con il tempo che c'è voluto per costruirlo...

fitzcarraldo ha detto...

Oggi stesso sarà inviata...poi non è detto che la pubblicheranno, ovviamente. Hanno le loro logiche e priorità.
Per esempio pagine intere sulle magnate di Bossi e Alemanno.

Anonimo ha detto...

Ma se nei pre-post partita quella diventa zona di guerra come pretendete che quel tipo di lampade rimangano integre? E' il solito problema dell'arredo urbano inadeguato e di un controllo del territorio nullo.
Patrizio

Anonimo ha detto...

A roma queste foto sono credibilissime

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO